4 curiosità sul sonno dei bambini

30 marzo, 2020
Il sonno è molto importante per un corretto sviluppo sia fisico sia mentale del bambino. In questo articolo vi parliamo di alcune curiosità al riguardo.
 

Il sonno dei bambini è molto importante. È infatti necessario che un bambino riposi e dorma a sufficienza affinché possa godere di un corretto sviluppo fisico e mentale. In questo articolo riportiamo alcune curiosità sul sonno dei bambini.

Curiosità sul sonno dei bambini

L’importanza del sonno per i bambini

Il sonno è il momento in cui il bambino riposa. Dormire bene è importante per qualsiasi persona, ma è particolarmente rilevante nel caso dei bambini.

Questo perché durante il sonno il bambino organizza e assimila quanto appreso durante la giornata. Mentre dorme, si produce anche un picco di secrezione dell’ormone della crescita da parte dell’organismo. È per questo motivo che dormire bene aiuta il bambino a svilupparsi bene a livello fisico e intellettuale.

Non dormire bene per un lasso di tempo prolungato può causare diversi effetti collaterali nel bambino. Alcuni mostrano irascibilità, disturbi della condotta e persino alterazioni dello sviluppo fisico ed emotivo, così come ritardo nella maturità sessuale.

Mettere a letto il bambino

Fasi del sonno

Esistono due tipi di sonno:

  • Sonno REM (Rapid-eye-movement, movimento oculare rapido). In questa fase del sonno il cervello rimane attivo. È la forma più superficiale.
 
  • Sonno no-REM: è la fase più profonda del sonno.

Di notte il bambino completa circa 4 cicli della durata di 90 minuti. In ogni ciclo passa da un sonno superficiale a un sonno profondo. Con il susseguirsi dei cicli durante il corso della notte, la profondità del sonno aumenta.

Di norma a mano a mano che il bambino cresce e acquisisce una propria routine del sonno, le fasi di sonno REM diminuiscono, mentre aumenta il tempo delle fasi no-REM.

Curiosità sul sonno dei bambini: quanto deve dormire un bambino?

Com’è logico, un bambino appena nato non dorme una quantità di ore pari a quella di un adolescente. Crescendo, sia il tipo di sonno sia la quantità dello stesso si adattano ai bisogni del bambino.

Sebbene ogni bambino sia diverso, qui di seguito vi lasciamo un’approssimazione delle ore di sonno indicate a seconda dell’età per uno sviluppo normale e per evitare le conseguenze già esposte. Questi tempi di sonno includono il sonno notturno e le pennichelle durante la giornata. Sarebbero:

  • 0 – 2 mesi di età: da 10,5 a 18 ore.
  • 2 – 12 mesi di età: da 14 a 15 ore.
  • 1 – 3 anni di età: da 12 a 14 ore.
  • 3 – 5 anni di età: da 11 a 13 ore.
  • 5 – 12 anni di età: da 10 a 11 ore.

Alcuni eventi che si verificano durante il sonno dei bambini

Durante il sonno possono verificarsi diversi fenomeni che è raccomandabile saper riconoscere:

  • Incubi: avvengono nella fase REM, ovvero durante la fase poco profonda. Il bambino li ricorda il giorno dopo. In genere, scompaiono con il passare del tempo. Si consiglia di evitare di esporlo a stimoli sgradevoli prima di dormire, come possono essere immagini paurose in televisione o sul cellulare.
 
Bambina con gli incubi

  • Terrori notturni e sonnambulismo: si verificano nella fase no-REM. Il giorno seguente il bambino non ricorda nulla dell’episodio. Se si prova a svegliarlo o a tranquillizzarlo, è possibile peggiorare la situazione. Affinché questi fenomeni diminuiscano la loro frequenza, è estremamente importante che il bambino dorma a sufficienza.
  • Apnea del sonno: l’apnea è un lasso di tempo in cui il bambino smette di respirare. Nella maggior parte dei casi si presenta nei bambini che soffrono di ipertrofia tonsillare o di sovrappeso. In genere, i bambini con queste problematiche tendono a russare, ad avere un sonno irrequieto e a essere piuttosto irascibili e agitati durante la giornata a causa della mancanza di riposo. È importante far diagnosticare e trattare questo disturbo da parte di un medico.

In sintesi

Un adeguato riposo è vitale affinché il bambino presenti un corretto sviluppo cognitivo e fisico. È altrettanto importante al fine di godere di una una buona qualità di vita e per realizzare le attività quotidiane con energia e salute. Si consiglia di educare i bambini a una sana routine del riposo così da rendere il tutto più piacevole.