La storia di Sadie, la bambina con la sindrome di Down

8 Maggio 2019
Oggi vi parleremo della storia di Sadie Brooks, una bambina con la sindrome di Down, e del suo cane, un Labrador di nome Hero. Continuate a leggere!

Sadie ha 4 anni ed è una bambina con la sindrome di Down che vive con un angelo a 4 zampe. La piccola soffre di diabete di tipo 1 e questo cane si prende cura ogni istante della sua salute e della sua sicurezza. Da quando le sta accanto, le visite d’urgenza all’ospedale si sono ridotte e i suoi genitori stanno molto più tranquilli.

Avere un bambino con la sindrome di Down non è facile. Non lo è per un motivo molto semplice: si tratta di persone che hanno molti problemi di salute e se c’è una cosa di cui si preoccupano le loro famiglie è di dargli sempre le giuste attenzioni, di farli stare bene e di renderli felici.

Sadie Brooks è nata nel 2012 dopo un parto complicato e molti giorni passati in un’incubatrice. Oggi soffre di problemi respiratori e di Diabete. I suoi genitori avevano il terrore che la sua malattia potesse toglierle la vita in qualsiasi momento.

Tuttavia, la situazione è cambiata quando Hero, un meraviglioso Labrador dallo sguardo saggio e dal comportamento paziente, è arrivato per prendersi cura della cosa che amavano di più: la loro piccola Sadie. Vi racconteremo la sua storia nel seguente articolo.

La paura di perdere Sadie

Ospedale

Per dei genitori di un figlio con una malattia, la cosa più comune è provare rabbia e delusione. Una patologia o un’anormalità genetica fa in modo che le famiglie si vedano obbligate a vivere un conflitto.

Successivamente, arriva l’accettazione e sul loro cuore si forma una meravigliosa armatura che ha un solo proposito: amare questa creatura e fare di tutto per lei, rendere la sua vita incredibile ed intensa.

Sadie ha i migliori genitori che si possano desiderare, però per un periodo hanno temuto di perderla. Avevano paura che i cambiamenti del livello dello zucchero nel sangue l’avrebbero fatta morire, ed è per questo che si sono decisi a chiedere aiuto.

L’arrivo di un cucciolo e un amore a prima vista

Michelle e Greg, i genitori di Sadie, hanno trovato un gruppo di Facebook in cui si parlava dei cani d’allerta per diabetici. Solo pochi giorni dopo, hanno presentato il piccolo Hero alla loro figlia, ed è stato amore a prima vista. Tra il cane e la bambina si è stabilito un legame d’affetto immediato.

Hero sapeva qual era il suo ruolo: prendersi cura di Sadie e lei, dal canto suo, ha visto in lui un amico. Dopo 6 mesi, il cucciolo ha completato il suo addestramento ed ha iniziato ad individuare in ogni momento sia quando si abbassava che quando si alzava il livello degli zuccheri nella piccola.

  • Per i cani, un livello di zucchero elevato è simile all’odore della frutta marcia.
  • Un livello basso equivale all’odore del metallo.
Sadie con il suo cane

Le continue punture sono diminuite: Sadie ha avuto una migliore qualità di vita

All’inizio i genitori della bambina continuavano a farle le iniezioni in maniera regolare per evitare gli sbalzi glicemici. Sapevano che questi implicavano andare in ospedale d’urgenza e domandarsi se la piccola riuscisse a superarli o no.

Vivevano nel panico costante, infatti facevano dei turni durante la notte per controllarla. Poco tempo dopo, Hero gli ha dimostrato che il suo olfatto non sbaglia mai.

Il modo in cui questo cane avverte i genitori è incredibile: gli si avvicina e gli appoggia la zampa sinistra sulle mani o gli dà dei colpetti con il muso se Greg o Michelle stanno in piedi. Dopodiché agiscono con tranquillità, perché Hero non sbaglia mai.

Il suo angelo custode anche a distanza

Sadie con il suo cane

Questo fatto è stato pubblicato su vari mezzi di comunicazione, in particolare su riviste che parlano di diabete. A dicembre del 2015, quando Sadie si trovava a scuola e a quasi 6 km di distanza da Hero, il cane ha iniziato ad essere nervoso e a richiamare l’attenzione di Michelle.

La donna, spaventata, ha chiamato a scuola per chiedere di controllare il livello degli zuccheri nel corpo di Sadie. Per quanto possa essere incredibile, i suoi valori si erano abbassati e quindi aveva bisogno della sua medicina.

Hero le ha salvato la vita anche a distanza. Questo eroe a 4 zampe si prenderà cura della salute della sua piccola amica umana ancora per molto tempo.