Le cause della congiuntivite nei neonati

11 Dicembre 2018
Questo tipo di malattia è molto contagiosa, per cui è fondamentale che i genitori si informino sulle cause della congiuntivite e sul modo in cui prevenirla.

La congiuntivite è un’infezione comune nei bambini appena nati e nei bambini piccoli che attacca la congiuntiva, una membrana trasparente che ricopre la parte bianca dell’occhio. Quando questa membrana si infetta, l’occhio diventa di colore rosa ed è in questo momento che appare la patologia.

Questa malattia colpisce gli occhi dei bambini fin dalla più tenera età. Per questo, è importante e consigliabile che i genitori siano a conoscenza delle cause della congiuntivite nei neonati.

Cause della congiuntivite nei neonati

Le cause della congiuntivite nei neonati possono essere diverse. Ad esempio, può essere infettiva, dovuta a virus o batteri; allergica, causata da un allergene; oppure irritativa, dovuta a una sostanza chimica che è entrata in contatto direttamente con gli occhi.

A seguire, spiegheremo ognuna delle cause di questa malattia nel dettaglio:

  • Virus. Causata da microrganismi infettivi che attaccano la membrana congiuntiva come conseguenza di infezioni virali da adenovirus. Tra queste ci sono ad esempio morbillo, rosolia e il comune raffreddore.
  • Batteri. Accade quando una certa quantità di batteri contaminano la membrana congiuntiva. Può succedere nel tratto vaginale della madre, durante il parto naturale quando si tratta di bambini appena nati. Oppure tramite il contatto con superfici contaminate da stafilococco o streptococco, come oggetti, asciugamani, contatto pelle a pelle ecc.
  • Allergeni. Sostanze che possono causare una vulnerabilità o una reazione allergica a elementi irritanti, tra cui ci sono la polvere, il polline, la muffa.
  • Chimica. Può avvenire come reazione alle gocce che si somministrano ai bambini appena nati dopo il parto per prevenire infezioni causate da batteri. Si presenta come una lieve irritazione degli occhi e dura dalle 24 alle 36 ore.

Sintomi della congiuntivite nei neonati

Igiene degli occhi

È importante imparare ad identificare quali sono i segnali che ci indicano se il bambino presenta un quadro di congiuntivite. Le madri devono stare molto attente al comportamento dei loro figli.

I sintomi possono variare a seconda della causa della congiuntivite nel bambino. A seguire, vi elenchiamo i più comuni.

  • Lacrimazione costante.
  • Sensibilità alla luce.
  • Presenza di caccole negli occhi in maggiore quantità rispetto al solito.
  • Infiammazione della parte bianca dell’occhio e della palpebra.
  • Prurito e bruciore oculare.
  • Arrossamento degli occhi.
  • Secrezioni bianche, gialle o verdastre.

Ovviamente, la prima cosa che bisogna fare quando si nota uno dei sintomi che abbiamo appena descritto è rivolgersi al pediatra. Sarà lui che potrà fare la diagnosi corrispondente e indicare il trattamento più corretto da seguire.

Trattamento per questa patologia nei bambini

Il trattamento cambierà a seconda del tipo di congiuntivite e della causa che ne è alla base. Ad esempio, la congiuntivite virale si sviluppa e guarisce, nella maggior parte dei casi, senza necessità di un trattamento specifico.

Invece, la congiuntivite batterica si può alleviare tramite delle gocce o un gel antibiotico. In linea generale, si possono seguire i seguenti passi:

  • Mantenere un’igiene degli occhi adeguata, pulendo la zona con del cotone intriso in acqua tiepida che è stata precedentemente bollica, come minimo 3 volte al giorno.
  • La persona che realizzerà questa pulizia deve avere sempre le mani ben lavate.
  • Fare degli impacchi freddi da sopra le palpebre, con molta attenzione.
  • Utilizzare materiale usa e getta per eliminare le secrezioni. 
  • Non condividere lenzuola, asciugamani né vestiti per tutto il tempo della malattia. Una volta guarita, lavare tutto molto bene.

La congiuntivite allergica può essere trattata per mezzo di antistaminici, però è anche necessario evitare l’elemento irritante che l’ha causata.”

Prevenzione della congiuntivite nei neonati

Congiuntivite

Si può evitare che gli occhi dei neonati vengano contagiati dalla congiuntivite, ma per riuscirci è importante che i genitori prendano in considerazione le seguenti raccomandazioni:

  • Lavarsi le mani di frequente o tenere a portata di mano un antibatterico per poterlo usare prima di toccare il bambino.
  • Evitare di condividere oggetti personali, come asciugamani, fazzoletti o altro.
  • Se il bambino soffre di allergia, consultare il pediatra per evitare gli agenti che la causano.

In ultimo luogo, dobbiamo ricordarci che, per quante precauzioni si possano prendere, i bambini saranno sempre esposti a fattori esterni che si trovano nell’ambiente. Per cui è molto probabile che in un qualche momento arrivino a trovarsi colpiti da questa malattia così contagiosa.

È importante che i genitori siano informati al riguardo perché questo malessere possa essere trattato in modo precoce e si possa avere un recupero più rapido.