Macchie di Köplik: cosa dovreste assolutamente sapere

Le macchie di Köplik sono i primi segni di morbillo. Ne avete mai sentito parlare? In questo articolo vi diciamo tutto quello che dovreste sapere.
Macchie di Köplik: cosa dovreste assolutamente sapere
Maria del Carmen Hernandez

Scritto e verificato da il dermatologo Maria del Carmen Hernandez.

Ultimo aggiornamento: 22 dicembre, 2021

Le macchie di Köplik sono macchie che interessano la mucosa orale, molto caratteristiche dello stadio primario del morbillo.

In genere fanno parte del prodromo della malattia, non sono contagiose e si risolvono da sè dopo pochi giorni. Volete saperne di più a riguardo?

Perché compaiono le macchie di Köplik?

Le macchie di Köplik all’interno della bocca di solito compaiono il giorno prima della tipica eruzione cutanea del morbillo.

Prendono il nome dalla persona che li descrisse per la prima volta nel 1896, il pediatra americano Henry Köplik.

Queste lesioni sono di colore biancastro, leggermente sopraelevate e hanno un diametro che va da 2 a 3 millimetri. Si depositano su una base di mucosa arrossata, motivo per cui questo segno è noto come ” grani di sale su fondo rosso “.

Oltre alla mucosa orale, le macchie di Köplik possono posizionarsi sul palato molle, sulla piega congiuntivale (occhi) e sulla mucosa della vagina o dell’intestino.

Cos’è il morbillo?

Macchie di koplik e morbillo.

Il morbillo è una malattia esantematica o eruttiva molto frequente dell’infanzia, soprattutto prima della somministrazione del vaccino apposito tra le vaccinazioni obbligatorie.

In epoca pre-vaccino, era una delle principali cause di mortalità e morbilità infantile, a causa del suo alto contagio con l’esposizione diretta.

Per evitare la diffusione del virus è molto importante fare una diagnosi precoce e in questo senso le macchie di Koplik sono un elemento fondamentale.

Il rapporto delle macchie di Koplik con il morbillo

Nel 60% dei casi di morbillo, le macchie di Koplik si manifestano prima di qualsiasi altro sintomo della malattia.

Man mano che le lesioni cutanee si espandono, queste macchie della mucosa iniziano a sbiadire. Dopo alcuni giorni, la mucosa torna al suo stato normale e l’eruzione diventa protagonista.

Fasi del morbillo

A seconda dell’evoluzione della malattia e dei sintomi che compaiono in ogni momento, sono state definite quattro fasi del morbillo:

  1. Fase di incubazione: comprende i primi 7 giorni dopo il contatto con il virus, durante i quali il bambino non ha sintomi.
  2. Fase prodromica (catarrale): inizia con la febbre, che prosegue con tosse, catarro, congiuntivite ed enantema (macchie di Koplik). Questa combinazione di sintomi è nota come triplo raffreddore.
  3. Fase dell’eruzione cutanea: caratterizzata dalla tipica eruzione cutanea o insorgenza della malattia.
  4. Fase di recupero.

Oltre a questi sintomi, il morbillo può causare infezioni alle orecchie, polmonite o danni cerebrali.

Quale terapia in caso di morbillo?

Il morbillo è una malattia virale acuta, altamente contagiosa e, fortunatamente, prevenibile.

Attualmente non esiste una specifica opzione terapeutica, ma viene offerto solo un trattamento sintomatico per accompagnare il processo naturale fino alla risoluzione.

La gestione della febbre, la prevenzione della disidratazione e le corrette misure di isolamento, sono questioni della massima importanza per la salute del bambino e del suo ambiente.

Tuttavia, l’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) consiglia anche di somministrare una dose giornaliera di vitamina A ai bambini con il morbillo.

Questo integratore aiuta a mantenere i livelli ematici di questa vitamina entro intervalli normali e questa strategia sembra essere efficace nel prevenire la cecità o danni agli occhi.

Prevenzione del morbillo

Una dose di vaccino.

Il cardine per il controllo di questa malattia e delle sue complicanze è la vaccinazione universale. Questo non solo previene l’infezione, ma limita anche la diffusione del virus all’interno della comunità.

Nei paesi sviluppati, i bambini ricevono un vaccino a virus vivo composito, che include la protezione contro la parotite, il morbillo e la rosolia. Questo farmaco è noto come vaccino virale MMR (morbillo, parotite, rosolia).

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano il seguente programma di immunizzazione con il vaccino MMR:

  • Prima dose : tra i 12 ei 15 mesi del bambino.
  • Seconda dose: dai 4 ai 6 anni, prima dell’ingresso a scuola.

Inoltre, è necessario somministrare una dose extra nei bambini dai 6 agli 11 mesi che si recano in una zona ad alta circolazione di questi virus o in caso di epidemie nella loro comunità.

Ultime considerazioni sulla macchie di Köplik

Le macchie di Koplik precedono il resto delle manifestazioni cliniche del morbillo e sono molto caratteristiche di questa malattia. Infatti basta verificarli per sospettare la diagnosi.

Per questo motivo è fondamentale individuarli precocemente, segnalare l’isolamento del bambino e fornire le necessarie misure di soccorso.

Potrebbe interessarti ...
Dermatite atopica nei bebè: 15 consigli per curare la pelle
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Dermatite atopica nei bebè: 15 consigli per curare la pelle

La dermatite atopica nei bebè provoca alla pelle una secchezza evidente che può infastidire molto. I piccoli sono i soggetti più colpiti.



  • Lefebvre N, Camuset G, Bui E, Christmann D, Hansmann Y. Koplik spots: a clinical sign with epidemiological implications for measles control. Dermatology. 2010;220(3):280-1. doi: 10.1159/000277122. Epub 2010 Jan 26. PMID: 20110626.
  • Tanaka M, Harada T. Koplik spots in measles. Postgrad Med J. 2019 Aug;95(1126):454. doi: 10.1136/postgradmedj-2019-136739. Epub 2019 May 30. PMID: 31147397.
  • Bello S, Meremikwu MM, Ejemot-Nwadiaro RI, Oduwole O. Routine vitamin A supplementation for the prevention of blindness due to measles infection in children. Cochrane Database Syst Rev. 2016 Aug 31;(8):CD007719. doi: 10.1002/14651858.CD007719.pub4. PMID: 27580345.
  • CALENDARIO DE VACUNACIONES AEP 2021. Disponible en: https://vacunasaep.org/profesionales/calendario-de-vacunaciones-de-la-aep-2021