Le feci del neonato: cosa ci dicono sulla sua salute

24 marzo, 2020
Le feci del neonato sono un abituale argomento di conversazione tra i genitori durante i primi anni di vita dei figli. Oggi vi diciamo cosa vi aspetta sin dai primi cambi di pannolini. 
 

Sebbene ad alcuni possa sembrare inverosimile, esiste un argomento universale per i genitori: le feci del neonato. Di certo non si tratta di un argomento di conversazione tipico durante i pasti, ma è importante parlarne. Siamo tutti d’accordo sul fatto che il loro colore, la loro consistenza e la loro quantità possono offrire importanti indizi sulla salute del piccolo.

Il meconio: le prime feci del neonato

Le prime feci del neonato prendono il nome di meconio e sono composte da tutto quello che il bambino ha ingerito nell’utero, incluso il liquido amniotico, le cellule cutanee e l’acqua. In genere, il meconio è di colore verde scuro e presenta una consistenza appiccicosa.

Nel giro di pochi giorni, le feci del piccolo dovrebbero diventare sempre più acquose e acquisire un colore più chiaro. In caso contrario o se il neonato non evacua con costanza durante i suoi primi giorni di vita, potrebbe voler dire che non sta ricevendo una nutrizione adeguata, dunque bisognerà informare il pediatra sulla situazione.

Qual è la normale frequenza delle evacuazioni nei primi giorni di vita?

Durante le prime quattro o sei settimane di vita, bisogna aspettarsi una evacuazione da parte del neonato dopo ogni pasto, o quasi. L’aspetto delle feci del neonato cambierà a seconda di come viene nutrito: se viene allattato al seno, se beve latte di formula o misto.

Le feci del neonato alimentato con latte materno è spesso di colore giallo, con tracce di muco e liquide, mentre quelle del neonato che riceve il latte di formula possono essere più scure e dense.

 
Mamma che cambia il pannolino al figlio

Se il piccolo è allattato al seno, c’è la possibilità che si presenti un numero inferiore di evacuazioni rispetto ai bambini alimentati con latte di formula. È comune, infatti, che un neonato allattato al seno trascorra due o tre giorni senza evacuare. Nonostante ciò, se si mostra contento e il suo pancino è morbido, probabilmente sta bene.

Se il neonato viene alimentato con latte di formula, le sue feci possono essere un po’ più scure e solide rispetto a quelle dei bambini che bevono il latte materno. Le loro evacuazioni possono presentare una consistenza simile a quella della maionese e il colore può variare da giallo a marrone verdastro o scuro.

Per quanto riguarda la frequenza, è probabile che il piccolo evacui almeno una volta al giorno. È importante osservare la consistenza delle feci, poiché se presentano la forma di tronchi o pellet, potrebbero indicare stitichezza. Si tratta di un dato importante da discutere con il pediatra, dato che potrebbe significare che il piccolo soffre di una allergia alimentare o che bisogna cambiare il latte di formula.

Un arcobaleno nel pannolino: come interpretare il colore delle feci del neonato

 

Il colore e la consistenza delle feci del neonato in genere rappresentano buoni indizi per valutare possibili problemi di salute. Il primo consiglio per i genitori novelli è di evitare il panico; è importante non dimenticare mai la correlazione tra le feci e la dieta. Feci rosse, ad esempio, possono essere semplicemente la diretta conseguenza fisiologica che segue all’ingestione di barbabietole.

Detto ciò, è bene ricordare che in presenza di caratteristiche inusuali, non bisogna esitare a portare il pannolino dal pediatra, poiché può aiutare il medico a formulare una diagnosi. Qui di seguito vi lasciamo alcuni dati sul possibile significato di tutti i colori delle feci del neonato.

Verde

È un colore comune nelle feci dei bambini alimentati con latte di formula e non è motivo di preoccupazione. Può succedere che il ferro presente nel latte artificiale per i neonati dia una colorazione verde scuro alle feci.

Può anche indicare che il neonato ha un virus intestinale. Qualora presenti gas intestinali e ulteriori malesseri, potrebbe voler dire che è allergico al latte vaccino.

Bianco o grigio

Al di sotto dei sei mesi di vita, quando il neonato viene ancora allattato al seno o alimentato con latte di formula, se le feci assomigliano al gesso, sono biancastre o grigie, bisogna assolutamente chiamare il pediatra.

Le feci bianche possono indicare che il fegato non sta lavorando in modo corretto. Se il bambino mangia cibi solidi, possono invece essere dovute a un alimento presente nella sua dieta. In caso contrario, è importante verificare la situazione poiché potrebbe trattarsi di un disturbo del fegato o della cistifellea.

 
Pulire il bambino dopo aver evacuato

Le feci del neonato di colore arancione

I primi cibi solidi del neonato possono provocare feci di color arancione e in genere non rappresentano un problema. Può succedere anche se la madre assume farmaci o ingerisce alimenti con coloranti artificiali.

Rosso

Qualche macchia rossa nelle feci del neonato non deve allarmare. Possono comparire se il bambino soffre di stipsi e si sforza troppo per evacuare. Se ha da poco iniziato la dieta solida, bisognerà passare in rassegna ogni alimento ingerito.

In caso di feci davvero insanguinate, invece, può trattarsi di infezione, allergia o lesione gastrointenstinale. In questi casi è imperativo consultare il pediatra.

Nero

Le feci neri possono essere il risultato del ferro nella dieta del piccolo, motivo per cui non è un gran problema. Magari sta assumendo un integratore di ferro.

Ma anche il ferro derivato dall’emoglobina può causare questa colorazione scura e può indicare un sanguinamento a livello intestinale. Se notate feci nere nel pannolino, non esitate a consultare il medico.

Le feci del neonato di colore giallo

Dovete sapere che se le feci del neonato sono di color giallo senape, è del tutto normale sia in caso di latte materno che di formula. Se presentano una tonalità giallo brillante, questo cambiamento nella colorazione potrebbe essere il risultato di farmaci o alimenti ingeriti dalla madre.

 
  • Kohn, M. H., & Wayne, R. K. (1997). Facts from feces revisited. Trends in ecology & evolution12(6), 223-227.
  • Fleisher, D., & Ament, M. E. (1977). Diarrhea, red diapers, and child abuse: clinical alertness needed for recognition; clinical skill needed for success in management. Clinical pediatrics, 16(9), 820-824.
  • Bekkali, N., Hamers, S. L., Reitsma, J. B., Van Toledo, L., & Benninga, M. A. (2009). Infant stool form scale: development and results. The Journal of pediatrics154(4), 521-526.