Cara mamma, grazie per esserci

Cara mamma, ti scrivo questa lettera per dirti quanto sei stata e sei ancora importante per me. Grazie perché mi accompagni in questo splendido viaggio.
 

Cara mamma, non so come dirti quanto tu sia importante per me. Sei sempre stata accanto a me, sostenendomi e volendomi bene. Mi hai fatto sentire infinitamente unica e speciale: per questa ragione desidero ringraziarti.

So che non siamo più così unite come eravamo in passato. Quando ero più piccola riuscivamo sempre a trovare del tempo da dedicare l’una all’altra. Ricordo che giocavamo insieme, ridevamo e facevamo migliaia di cose divertenti. A volte andavamo al cinema o a fare la spesa, oppure, semplicemente, a fare una passeggiata.

Per me non aveva importanza dove andassimo, a patto che tu rimanessi con me. Ogni secondo condiviso era un istante di felicità che avrei voluto durasse per sempre. Non aveva importanza che facesse freddo o piovesse, perché tu sapevi trovare l’aspetto positivo perfino nel clima più avverso.

cara mamma, grazie per condiviso con me tanti piccoli momenti quotidiani

Tu mi hai insegnato a essere positiva. A non abbattermi di fronte ai piccoli problemi quotidiani, anche se a volte avrei voluto solamente mettermi al riparo. Mi dicevi sempre che in questa vita bisogna essere coraggiosi, perché ci sono già fin troppi codardi.

Mia cara mamma, sarebbe bello se ci fossero più persone come te. Gente disposta ad aiutare gli altri senza aspettarsi niente in cambio, solamente cercando di fare del bene. In questo mondo corrotto dalla guerra e dall’odio, tu sei la luce nell’oscurità.

 

Cara mamma, grazie per i momenti di rabbia

Ricordo tutte le nostre discussioni, una per una. Anche se non si tratta di momenti che valga la pena rimpiangere, la mia mente ne fa tesoro come se fossero oro. Con il trascorrere del tempo, sono diventati preziose lezioni di vita che mi hanno aiutato a maturare.

Chi avrebbe mai detto che, quando gridavamo e discutevamo, saremmo riuscite a ricavare qualcosa di buono anche da quelle situazioni? Che tutte quelle lacrime e dispiaceri in realtà mi avrebbero fatto bene e che te ne sarei stata eternamente grata? Se non fosse stato per la tue correzioni, non avrei mai imparato a fare le cose nella maniera adeguata.

Tu sei sempre stata la prima nel darmi consiglio, nello spiegarmi le cose che ho fatto male. Molte madri non avrebbero avuto l’autocontrollo e la serenità che avevi tu, quando mi rimproveravi. Mi dispiace per tutte quelle volte in cui ho reagito male, trattandoti ingiustamente.

Sei una delle persone più meravigliose che ho in questa vita, mia cara mamma. A volte, forse, posso sembrare fredda o troppo indipendente, ma non significa nulla. Nonostante tutto, il mio amore per te continua a essere incommensurabile.

 

Ciò che ci unisce è troppo forte perché possa essere distrutto. Non importa ciò che è accaduto: so che starai sempre con me, quando ne avrò bisogno. Ciò che entrambe sentiamo è qualcosa di così intimo e bello che nemmeno la morte potrà scalfirlo.

cara mamma, i consigli e il sostegno che mi dai sono insostituibili

Ho bisogno di te nel mio futuro, ma anche nel mio presente

Quando ero bambina pensavo che, quando fossi cresciuta, non mi saresti mancata. Mi immaginavo trasformata in una donna adulta forte e sicura, senza alcun bisogno di sentirmi protetta. E non sai quanto mi sbagliassi.

Non immagini nemmeno quante notti in bianco ho trascorso pensando a te, sentendo la tua mancanza. Con il desiderio di tornare di nuovo all’infanzia, sentendomi sicura accanto a te.

Sono giunta alla conclusione secondo cui non ha importanza quanto possa crescere: avrò sempre bisogno di mia madre. Di quella voce saggia che mi offre i consigli migliori; di quella amica intima che serba i segreti più nascosti; l’unica persona al mondo della quale so di potermi fidare ciecamente.

Anche quando arriverà il mio turno e avrò i miei figli, tu continuerai a essere il mio sostegno principale. Il legame che ci unisce è qualcosa di difficile da uguagliare: mi sento molto fortunata. Attraverso un solo sguardo, sappiamo ciò che l’altra pensa, ed è una cosa meravigliosa.

 

Conosco alcune persone che non hanno potuto godere della stessa fortuna. Che purtroppo hanno madri tossiche che le trattano male e le fanno sentire infelici. Mi piacerebbe poterti condividere con loro, in modo che sappiano cosa significa essere amati in questa maniera: senza alcuna riserva.

A volte ho un po’ di paura, perché non credo di riuscire a essere brava quanto te. Mi spaventa il pensiero che non sarò all’altezza e che non saprò offrire ai miei figli l’affetto che tu hai dato a me. So che tu mi dirai che è una sciocchezza, ma è orribile pensare che non sarò mai alla tua altezza.

Per questa ragione, cara mamma, voglio che mi accompagni lungo questo viaggio. Voglio che torniamo a trovare il tempo per vederci, per parlare e darci consigli. Sono consapevole di quanto sia meraviglioso averti nella mia vita, e desidero approfittarne. Grazie infinite per esserci, sempre e in presenza di qualunque previsione.

Ti voglio bene, mamma.

  • Bowlby, J. (1986). Vínculos afectivos: formación, desarrollo y pérdida. Madrid: Morata.
  • Bowlby, J. (1995). Teoría del apego. Lebovici, Weil-HalpernF.
  • Garrido-Rojas, L. (2006). Apego, emoción y regulación emocional. Implicaciones para la salud. Revista latinoamericana de psicología, 38(3), 493-507. https://www.redalyc.org/pdf/805/80538304.pdf
  • Marrone, M., Diamond, N., Juri, L., & Bleichmar, H. (2001). La teoría del apego: un enfoque actual. Madrid: Psimática.
  • Moneta, M. (2003). El Apego. Aspectos clínicos y psicobiológicos de la díada madre-hijo. Santiago: Cuatro Vientos.