Quali sport posso praticare dopo il parto?

18 Febbraio 2019
Dopo la nascita del bebè, potete tornare a riprendere gradualmente le vostre consuete attività. In questo articolo vi spieghiamo quali sono gli sport migliori da praticare dopo il parto.

L’attività fisica durante la gravidanza è raccomandata: quindi, non abbiate paura a praticare esercizi. Tra le varie cose, mantenersi attive nel corso della gestazione migliora o aiuta a mantenere la propria condizione fisica, contribuisce a controllare il peso, riduce il rischio di diabete gestazionale e migliora il benessere psicologico. Inevitabilmente, l’attività fisica è raccomandata anche dopo la nascita del bebè. A questo scopo, in questo articolo elencheremo gli sport che potete praticare dopo il parto.

Certo, la ripresa dell’esercizio fisico e l’adozione di nuove routine dopo il parto sono fattori importanti per riuscire a seguire abitudini salutari. Le routine di esercizi possono venire riprese gradualmente dopo la gravidanza non appena il medico valuta che non presentano rischi, in base alle modalità del parto e all’eventuale presenza o assenza di complicazioni di carattere medico o chirurgico.

Alcune donne sono in grado di riprendere l’attività fisica nei giorni immediatamente successivi al parto. Nel caso in cui non si siano verificate complicazioni mediche o chirurgiche, non si ritiene che questa ripresa possa avere effetti negativi.

A grandi linee, potrete tornare ai vostri consueti livelli di attività a patto che i muscoli del pavimento pelvico siano tornati alla normalità e non proviate nessun dolore alla schiena, pesantezza vaginale né perdita di orina durante o dopo l’esercizio. In ogni caso, è sempre importante consultare il medico prima di tornare a praticare sport o di fare esercizio dopo la nascita del bambino.

I migliori sport da praticare dopo il parto

Se avete avuto una gravidanza sana e un normale parto vaginale, dovreste poter tornare a fare esercizio poco dopo la nascita del bebè.

Realizzare sport dopo il parto è ideale per concentrarvi su voi stesse nel momento della giornata che dedicate a questa attività. Idealmente, per rimettervi in forma dovreste fare esercizio due o tre volte alla settimana, anche se dovete comunque avere pazienza e rispettare i tempi di recupero.

camminare e correre sono i primi sport da praticare dopo il parto

1. Camminare e correre

Il primo sport da praticare dopo il parto consiste nel camminare. Certo, i primi passi con la carrozzina rappresentano un’ottima maniera per entrare in sintonia con il vostro bebè e ricostruire la vostra resistenza muscolare e cardiovascolare, mentre, allo stesso tempo, cambiate ambiente e ricevete una buona dose di vitamina D.

Se desiderate iniziare a correre, dovete prima cominciare a incrementare l’intensità o la durata delle passeggiate. In seguito, iniziate con intervalli di 2 minuti di corsa e altri 2 dedicati a camminare. Vedrete come, a mano a mano che migliorerete, potrete aumentare la durata della corsa e ridurre la quantità di tempo dedicato a camminare.

2. Pilates

Il pilates è uno dei migliori allenamenti che possiate fare: infatti, si tratta di una maniera estremamente sicura di praticare esercizio dopo il parto. È l’ideale per rafforzare i muscoli importanti, necessari per il recupero, perché quasi tutti gli esercizi rafforzano i muscoli del pavimento pelvico. Inoltre, gli esercizi di pilates aiutano anche a trattare i problemi postnatali, come lo stress e l’incontinenza.

il pilates è uno dei migliori allenamenti che si possono fare dopo il parto

3. Nuoto

Il nuoto rappresenta un’ottima maniera per ritornare a fare esercizio dopo il parto, perché esercita un impatto relativamente basso. Si tratta di un’attività che, tra i tanti benefici, vi aiuta a perdere peso e ripristinare il tono muscolare.

Il nuoto a basso impatto e senza carico di peso è un modo eccellente per tornare alla pratica dell’esercizio senza fare pressione sulle articolazioni e i legamenti. In ogni caso, dovete fare attenzione a eventuali sintomi che indicano la presenza di problemi, come emorragie o dolore crescente. Se avvertite questi sintomi mentre nuotate, fermatevi immediatamente e consultate il vostro medico al più presto possibile.

Prima di concludere, non dimenticate che la fatica e lo sforzo eccessivo nel corso dell’esercizio possono aumentare il rischio di lesioni. Per questa ragione, è importante che ascoltiate il vostro corpo e vi manteniate vigili sulle sensazioni che provate durante gli allenamenti.

Tenete conto del fatto che una combinazione di allenamento di forza e cardio a basso impatto rappresenta la maniera migliore di recuperare la propria forma. Infine, evitate di lasciarvi ossessionare dalle calorie, soprattutto se vi trovate nella fase dell’allattamento.

  • ACOG Committee on Obstetric Practice. (2002). Exercise During Pregnancy and the Postpartum Period. Obstet Gynecol99(2), 171–173. https://doi.org/10.1097/AOG.0b013e31823b17e3
  • Blum, J. W., Beaudoin, C. M., & Caton-Lemos, L. (2004). Physical activity patterns and maternal well-being in postpartum women. Maternal and Child Health Journal8(3), 163–169. https://doi.org/10.1023/B:MACI.0000037649.24025.2c
  • McCurdy, A. P., Boulé, N. G., Sivak, A., & Davenport, M. H. (2017, June 1). Effects of Exercise on Mild-to-Moderate Depressive Symptoms in the Postpartum Period: A Meta-analysis. Obstetrics and Gynecology. Lippincott Williams and Wilkins. https://doi.org/10.1097/AOG.0000000000002053