Sensibilità mammaria: cause e trattamenti efficaci

· 27 Aprile 2018

La sensibilità mammaria è un disturbo molto frequente di cui soffrono molte donne in qualche periodo della loro vita. Vi spieghiamo a quali fattori può essere dovuta e quali trattamenti esistono.

La sensibilità mammaria, conosciuta anche come mastalgia, colpisce i tessuti mammari e può dare molto dolore o fastidio. Inoltre, provoca nella donna incomodità, in particolare in seguito a certi movimenti, così come pesantezza o aumento dei seni.

Alcune donne che provano questo dolore in uno o entrambi i seni hanno paura e pensano di poter avere un tumore al seno. Tuttavia, questo non è sintomo di un tumore; questa sensibilità può essere dovuta a varie cause possibili.

Cause di sensibilità mammaria

La sensibilità mammaria in alcuni casi è normale. Il dolore e il fastidio possono essere dovuti a vari cambiamenti ormonali, tra cui:

La pubertà

Questa sensibilità può presentarsi nelle bambine, dal momento che il nuovo tessuto mammario e i cambiamenti ormonali si stanno sviluppando. Il dolore può essere sporadico o continuo, e tende a sparire quando il tessuto mammario smette di crescere e gli ormoni si stabilizzano.

Il ciclo mestruale

Durante il ciclo mestruale è probabile che si abbia sensibilità ai seni, poiché in questo momento si producono più estrogeni, i quali raggiungono il loro livello massimo prima della metà del ciclo.

Sensibilità mammaria

La gravidanza

In questa fase la donna può sperimentare molta sensibilità mammaria, specialmente se è rimasta incinta a un’età precoce o è la sua prima gravidanza.

È una cosa normale, dal momento che il seno aumenta di volume. Inoltre, tendono a diventare visibili delle vene azzurre, il che indica un aumento del flusso sanguigno.

L’allattamento

Questa sensibilità o dolore si può avere anche quando la donna mette alla luce il suo bambino. Il dolore può presentarsi sia che la donna allatti il neonato sia che non lo faccia, a causa del fatto che i seni si congestionano con il latte. Nel caso in cui il dolore non diminuisca, può essere un sintomo di mastite.

Una mastite

È comune nella donna che allatta, si ha quanto la secrezione del latte non fluisce in maniera adeguata e si accumula. Questa può essere dovuta a un’infezione causata da qualche virus o fungo. Il seno diventa rosso, fa molto male e può esserci febbre.

Dei farmaci

In alcune donne può essere dovuta a qualche normale effetto secondario di un farmaco che sta prendendo, come ad esempio le pillole anticoncezionali e quelle di sostituzione ormonale, dal momento che alterano la quantità di progesterone e estrogeni nel corpo.

Cisti mammarie

Si tratta di piccoli sacchi si formano all’interno delle mammelle e che si riempono di liquido. Tendono ad apparire quando le ghiandole mammarie aumentano di dimensione.

Nella maggior parte dei casi tendono ad essere benigne e hanno bisogno di una mammografia o un’ecografia per essere individuate. Tuttavia, quando sono molto grandi possono essere palpabili.

Ascesso al seno

Questo è dovuto a un accumulo di pus nel tessuto mammario e può dare dolore e sensibilità mammaria. La donna può sentire al tatto dei rigonfiamenti morbidi, causati principalmente da batteri che entrano attraverso delle spaccature nei capezzoli.

Nel caso in cui ne soffriste, si consiglia di consultare il medico perché effettui gli esami necessari.

Fastidi legati al reggiseno

Il reggiseno

Molte donne non pensano che la sensibilità mammaria possa essere dovuta anche alla misura del reggiseno, visto che la maggior parte finisce per comprare una taglia errata. Per questo, è importante che prima di comprare siate sicure della taglia, in modo da evitare dolore alla schiena e sensibilità.

Trattamenti per la sensibilità mammaria

Esistono vari trattamenti per alleviare il dolore al seno, tra cui ci sono quelli che vi proponiamo in questa lista:

  • Applicare impacchi freddi sul seno: questo può aiutare a ridurre il gonfiore e il dolore.
  • Terapie del calore sul seno: il calore non solo vi rilasserà, ma allevierà anche il dolore.
  • Limitate o evitate la caffeina: può essere la causa della sensibilità.
  • Assumente vitamina E, B6, B1 e iodio: questi supplementi nutrizionali possono aiutarvi a combattere la sensibilità mammaria e alleviare qualsiasi dolore.
  • Nel caso di un dolore forte, potete prendere analgesici come l’aspirina, l’ibuprofene o il paracetamolo.
  • Evitate i reggiseni che schiacciano il seno: se usate dei reggiseni che supportano saldamente il seno, potreste aiutare ad alleviare il dolore.

Per concludere, la sensibilità mammaria è molto comune nelle donne e può avere moltissime cause. Eppure, potete provare vari trattamenti per vedere qual è quello che funziona meglio per voi e alleviare così il dolore.

Nel caso in cui la sensibilità non migliori e il dolore incida sulla vostra vita di tutti i giorni, visitate uno specialista che vi possa far fare gli esami necessari e vi indichi come agire.