Una casa libera da allergie per i vostri figli

· 18 Luglio 2018
Avere una casa libera da allergie non è solo possibile, ma anche necessario, per i bambini. Si tratta, infatti, del luogo nel quale trascorrono la maggior parte del tempo, durante il loro sviluppo.

Avere una casa libera da allergie non è solo possibile, ma anche necessario per i bambini. Si tratta, infatti, del luogo nel quale trascorrono la maggior parte del tempo, durante il loro sviluppo.

La gran parte degli agenti che provocano allergie sono presenti nella nostra vita quotidiana. Gli allergeni si possono trovare nella polvere, tra le fibre dei prodotti tessili, nei funghi, negli acari e nei peli di animale. Per questa ragione è così difficile eliminarli, ma non impossibile.

Alcuni tra gli agenti più rischiosi che possono provocare allergie sono il polline, gli acari presenti nella polvere e la muffa. Tutti, però, possono essere eliminati con una pulizia profonda e mediante adeguate misure igienizzanti. Per esempio, il polline può essere eliminato da un purificatore d’aria, ed è anche possibile evitare che entri in casa tenendo chiuse porte e finestre.

Per creare un ambiente libero da allergie è importante mantenere un’igiene costante. Un altro fattore è costituito dalla distribuzione, organizzazione e scelta dei mobili che definiscono lo spazio della nostra casa. In questo senso, è possibile che l’arredamento o i materiali che utilizziamo per organizzare la casa possano essere i preferiti dagli agenti che provocano allergie.

Per esempio, le fibre di origine naturale sono per eccellenza le preferite dagli acari e dalla muffa. Anche se questi organismi non sono percepibili a occhio nudo e, inoltre, risultano praticamente inoffensivi, sono però particolarmente allergizzanti. Inoltre, sono notevolmente attratti dai luoghi caldi, come materassi, guanciali, cuscini o tappeti.

Come è possibile avere una casa libera da allergie?

Anche se riuscirci può sembrare difficile, la soluzione al problema degli allergeni in casa risiede nell’eliminazione di elementi che costituiscano il loro habitat naturale. In altre parole, fare in modo che il nostro ambiente risulti ostile alla vita e alla riproduzione di questi insetti.

I giocattoli sono i più raccomandati per evitare allergie nei bambini

Si ritiene, per esempio, che la presenza degli acari diventi più evidente verso l’autunno, perché in questo periodo si crea un clima propizio per il loro sviluppo, a causa dell’accensione degli impianti di riscaldamento. Anche se, come sappiamo bene, si tratta di qualcosa che non possiamo evitare, possiamo comunque eliminare i luoghi nei quali preferiscono vivere.

Per quanto riguarda la maggior parte delle sostanze che provocano reazioni allergiche, la loro presenza è dovuta ad altri fattori. Per esempio, il polline compare con maggior incidenza durante la primavera. In generale, però, liberandosi dell’umidità, utilizzando un aspiratore e creando un ambiente ostile per questi elementi, è possibile evitare la loro proliferazione.

Le principali contromisure che si raccomanda di adottare per contribuire a liberarsi dalle allergie sono le seguenti:

  • La camera da letto è uno dei luoghi nei quali soffriamo maggiormente di reazioni allergiche, perché in questo spazio abbondano le fibre tessili. Cerchiamo quindi di eliminare peluche, superfici dove possa accumularsi polvere e utilizziamo biancheria da letto anallergica.
  • Evitiamo di vivere in condizioni di umidità, la quale favorisce la propagazione degli acari. A questo scopo, è possibile impiegare il deumidificatore.
  • È importante che i vestiti e le scarpe siano completamente asciutti, prima di entrare in casa quando piove.
  • Fate le pulizie in profondità e con una frequenza di almeno due volte a settimana. Durante questa attività, si raccomanda di passare l’aspirapolvere, soprattutto sul materasso e sui mobili.
  • Gli animali domestici possono essere causa di reazioni allergiche. Per evitarle, quindi, è utile tenerli fuori casa. Se non è possibile fare in modo che i bambini non li tocchino, dobbiamo assicurarci che si lavino le mani e che si cambino i vestiti che hanno indossato in compagnia dell’animale.
Gli animali domestici possono essere la causa delle principali reazioni allergiche

  • Se l’esterno della casa non presenta rischi di polline o polvere, possiamo approfittarne per ventilare le camere da letto e le altre stanze. Lasciare le finestre aperte almeno un’ora al giorno permette di eliminare l’umidità presente.
  • La stanza dei bambini può contenere molti giocattoli: raccomandiamo, però, che siano soprattutto di plastica. Se teniamo dei peluche, è preferibile che siano lavabili.
  • Per evitare la comparsa di muffa nel bagno o nella cucina, oltre all’igiene d’obbligo, è necessario che questi spazi siano anche ben ventilati.
  • Si raccomanda particolarmente di non conservare vecchi oggetti che accumulino polvere, o, comunque, mantenerli puliti.
  • Per quanto riguarda l’arredamento, scegliamo pavimenti lisci privi di tappeti, mobili di legno e tende lavabili al posto delle persiane, ed evitiamo di introdurre piante in casa, che favoriscono l’accumulo di polvere e funghi.
  • Sappiamo che gli acari possono vivere per anni in una casa, che mantengono la stessa forza e che eliminarli può essere sempre più difficile.
  • Esiste una vasta gamma di prodotti e dispositivi utili per avere una casa libera da allergie, come i deumidificatori, gli aspiratori con filtro, gli acaricidi, i purificatori d’aria e la biancheria da letto con proprietà antiacaro e anallergiche.