Tutti i principali sintomi della menopausa

· 29 luglio 2018
Siete al corrente dei segnali che possono indicarvi l'arrivo della menopausa? Questa fase, che ogni donna deve attraversare quando arriva a metà della propria vita, si fa annunciare da alcuni sintomi specifici, in modo che il corpo e la mente possano prepararsi di conseguenza.

Tra i 40 e i 50 anni di età, le donne affrontano un nuovo periodo di trasformazione del proprio corpo. Si tratta della menopausa, caratterizzata dall’interruzione dell’ovulazione e dalla scomparsa delle mestruazioni. Tuttavia, i sintomi della menopausa non si limitano a questi. Nelle righe che seguono ne descriveremo qualcun altro.

Proprio come altri cambiamenti naturali del corpo, i sintomi della menopausa non si manifestano in tutte le donne allo stesso modo. Possono variare in intensità, in durata e anche nel momento della loro comparsa.

Anche se la scomparsa delle mestruazioni rappresenta il segno inconfondibile dell’inizio di questa fase nella vita delle donne, ne esistono altri che la caratterizzano. Infatti, c’è chi si riferisce alla perimenopausa: in altre parole, alla preparazione del corpo per affrontare queste mutazioni che si verificano a partire da una certa età.

Quali sono i sintomi della menopausa?

Quella che segue è una breve descrizione di ognuno dei sintomi che, solitamente, accompagnano questa fase. Di nuovo, è necessario sottolineare che il 15% delle donne, approssimativamente, non sente alcun disturbo prima dell’arrivo della menopausa.

Irregolarità nel periodo mestruale

Il ciclo diventa più lungo, più breve o più intenso, oppure arriva più tardi. Si tratta di un segnale evidente del fatto che l’apparato riproduttore della donna si sta “spegnendo”. Di solito questa tappa dura diversi anni, fino alla sua completa scomparsa. Si considera che la donna sia entrata pienamente nella fase della menopausa dopo un anno passato senza alcuna mestruazione.

Vampate di calore e sensazione di soffocamento

Nel corpo della donna si verifica una forte sensazione di calore, che si estende anche al viso. Durante i minuti in cui si verifica, questo fenomeno provoca un notevole disagio nelle donne, e la loro pelle, in generale, diventa rossa. Inoltre, può ripetersi nel corso della stessa giornata. Durante la notte, la donna può svegliarsi a causa di una forte sudorazione senza motivo apparente, e avere difficoltà a dormire.

Infezioni vaginali

È estremamente probabile che la donna senta il bisogno di orinare più spesso. Oltre a questa incontinenza urinaria, possono comparire anche alcune infezioni vaginali che dovranno essere trattate e curate da un medico.

I cambiamenti di umore possono essere prodotti dall'arrivo della menopausa

Cambiamenti di umore

Proprio come la gravidanza, la menopausa e gli anni che la precedono costituiscono una fase di importanti alterazioni ormonali nel corpo della donna. Di conseguenza, i cambiamenti di umore repentini, anche in assenza di compagnia di altre persone, possono essere un fenomeno del tutto naturale. Allo stesso modo, possono presentarsi altre sensazioni, spesso inspiegabili.

All’improvviso, una donna che sta per entrare nella menopausa può sentirsi irritabile, triste, nervosa e ansiosa, senza ragione apparente.

Cefalee

Come è stato detto in precedenza, non tutti i corpi si adattano allo stesso modo a questi cambiamenti. Di conseguenza, possono presentarsi irregolarità vasomotorie che generano sintomi come nausee e mal di mal di testa di varia intensità.

Alterazioni dell’impulso sessuale

In seguito alla “rivoluzione ormonale” che sta attraversando, la donna può assistere a un calo del proprio appetito sessuale. In ogni modo, ciò non significa che non tornerà mai più ad avere rapporti.

A questo punto, la cosa migliore consiste nel dialogare con il proprio partner, in modo che ci sia comprensione reciproca. Anche se il desiderio rimane vivo, è possibile che la secchezza vaginale o la mancanza di sensibilità rendano l’esperienza priva di piacere. Quindi, si consiglia di prendersela con calma, nella consapevolezza che, presto, tutto tornerà a essere come prima.

“I sintomi della menopausa non si manifestano in tutte le donne allo stesso modo. Possono variare in intensità, in durata e anche nel momento della loro comparsa.”

Alcune cure durante la menopausa

Questo periodo rappresenta una vera e propria condizione di vita fin dalla sua comparsa. Di conseguenza, si raccomanda caldamente che la donna si assuma la responsabilità di condurre una vita sana, in modo da accettarla nella maniera migliore. In questo senso, alcune abitudini diventano molto importanti. Alcune di queste sono:

  • Alimentarsi bene. Una dieta variata e salutare è fondamentale, perché durante la menopausa possono presentarsi carenze di vitamine e minerali essenziali.  In base agli esami prescritti dal medico verranno presi i provvedimenti nutrizionali specifici per ogni donna.
  • Fare esercizio. Mantenere attivo il corpo è fondamentale per preservare la salute dei muscoli e delle ossa. Proprio a causa della carenza nutrizionale già citata, è possibile che si presentino complicazioni a questi apparati. D’altra parte, fare esercizi leggeri per 30 minuti ogni giorno aiuta a prevenire il diabete, il colesterolo e i problemi di tensione arteriosa.
  • Eliminare cibi e abitudini poco salutari. Il che significa diminuire il consumo di grassi, limitare i carboidrati e, se possibile, ridurre al minimo il consumo di caffè e tabacco.
  • Prendere il sole. Circa 15 minuti al giorno di luce solare offrono al corpo la vitamina D di cui ha bisogno. Inoltre, aiuta a sciogliere le tensioni e migliora l’umore.
  • Quando giunge il momento di avere rapporti sessuali, è utile fare uso di lubrificanti, oppure raggiungere un buon livello di eccitazione, in modo da ottenere lo stesso effetto in maniera naturale. Inoltre, anche gli esercizi per il pavimento pelvico danno un ottimo contributo.
Le vampate di calore sono uno dei tanti sintomi della menopausa

Bisogna prendere dei farmaci?

Molte donne ricorrono a farmaci specifici per alleviare i sintomi della menopausa. In realtà, si tratta di una scelta soggettiva. Di conseguenza, deve essere il medico a valutare la situazione in questione ed, eventualmente, prescrivere la medicina adeguata.

In nessun caso deve essere la donna a decidere, da sola, di assumere farmaci. Come è stato detto in precedenza, ogni corpo è diverso, così come lo sono le sue necessità e le cure di cui ha bisogno.