Lo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita

· 18 giugno 2018

Lo sviluppo delle ossa non si conclude con la nascita. Queste, infatti, continuano a crescere ancora per molto tempo. Nelle righe che seguono, troverete altri dettagli su questo meraviglioso processo.

Desiderate sapere come funziona lo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita? La formazione dello scheletro del bebè inizia nel ventre materno, quando il feto si sta sviluppando. Tra la 15a e la 20a settimana di gravidanza, inizia a formarsi l’apparato scheletrico, che, per il settimo mese, completa la sua costituzione.

A quel punto, il vostro bebè dispone di un apparato scheletrico completo, morbido e flessibile, che gli permette di rimanere comodamente all’interno del ventre fino al momento della nascita. Questo processo non si interrompe qui. Dopo la nascita, lo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita continua in maniera accelerata. Questa crescita è legata a diversi fattori, proprio come accadeva in precedenza nel ventre materno.

Lo scheletro del bebè

Al momento della nascita, lo scheletro di un bebè dispone di 270 ossa. Questo numero è destinato a cambiare a causa della fusione di alcune ossa (quelle del cranio e del sacro) e della comparsa di altre (l’articolazione del polso), fino a raggiungere le 206 ossa nella fase dell’età adulta.

Lo sviluppo dell’apparato scheletrico prosegue nel corso della vita. Lo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita, però, si verifica in maniera più rapida e notevole, soprattutto durante i primi due anni dell’infanzia. Le ossa sono formate da vasi sanguigni, nervi, collagene e cellule vive come gli osteoblasti, che sono quelle che formano le ossa, e gli osteoclasti, che sono quelle che alimentano l’osso.

Queste cellule vive sono quelle che consentono il costante rimodellamento delle ossa. Si tratta di un processo nel quale gli osteoclasti eliminano le cellule ossee più vecchie e formano un nuovo tessuto osseo più consistente e resistente, che permette la crescita del corpo. Questa crescita viene influenzata da diversi fattori che fanno parte della vita di un individuo fin dal momento in cui ha inizio il suo sviluppo.

Fattori che influiscono sullo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita

1. La genetica

Il potenziale genetico rappresenta un fattore ereditario che può influire fino all’80% sullo sviluppo del bebè, a patto che quest’ultimo non venga interrotto da fattori esterni. Il che significa che, se i genitori sono di alta statura, la probabilità che lo siano anche i figli è maggiore. Lo stesso accade se i genitori sono di bassa statura. Questo fattore inizia a essere rilevante dopo i due anni di età.

L'eredità genetica è il più importante fattore che influisce sullo sviluppo delle ossa dei bebè

2. L’alimentazione e la nutrizione

Si tratta di un fattore fondamentale che inizia a esercitare il suo effetto a partire dallo sviluppo fetaleUna dieta equilibrata durante la gravidanza assicurerà la trasmissione dei nutrienti attraverso la placenta. Il che è in rapporto diretto con la crescita del feto e i processi metabolici futuri.

Dopo la nascita, il bebè deve essere alimentato con latte materno fino ai sei mesi. Per questa ragione, l’alimentazione della madre deve essere completa ed equilibrata, in modo che il bambino possa ricevere tutti i nutrienti necessari per il suo sviluppo. Allo stesso tempo, quando il bebè inizia a mangiare cibi solidi, deve seguire una dieta complementare che dipenderà dalle necessità del bambino.

3. Affetto

È un fattore di enorme importanza per la crescita dei bambini. È stato dimostrato che i bambini che vengono privati dell’affetto hanno la tendenza a crescere meno.

Probabilmente ciò accade perché si tratta di bambini depressi, che soffrono di ansia e stress, da cui il loro cervello viene danneggiato. Per questa ragione viene prodotta una grande quantità di un ormone chiamato somatostatina, che influisce direttamente sulla produzione dell’ormone della crescita e di altri che sono necessari per ottimizzare lo sviluppo.

Al momento della nascita, lo scheletro di un bebè dispone di 270 ossa. Questo numero è destinato a cambiare a causa della fusione di alcune ossa, fino a raggiungere la cifra di 206 nella fase dell’età adulta.

4. Sonno

Un buon riposo durante le ore notturne è un fattore di primaria importanza per la crescita. La produzione maggiore di ormoni della crescita si verifica nelle ore notturne: di conseguenza, si raccomanda che i bambini vadano a dormire alle 8 di sera. Questa produzione si verifica solo mentre il bambino sta dormendo.

5. Esercizio fisico

L’attività fisica aiuta a mantenere sani il corpo e la mente. I bebè devono muoversi per far guadagnare resistenza ai loro muscoli e alle ossa. I bambini, quindi, devono praticare almeno mezz’ora al giorno di attività all’aria aperta.

Un buon riposo durante le ore notturne è un fattore di primaria importanza per lo sviluppo delle ossa

L’attività fisica aiuta a mantenere l’organismo in buono stato. Inoltre, anche la presenza della luce solare è di grande importanza. Grazie a essa il corpo assorbe vitamina D, una vitamina particolarmente importante per la crescita e lo sviluppo adeguati delle ossa.

In definitiva, lo sviluppo delle ossa nei primi mesi di vita continua a essere una parte fondamentale del processo di crescita del piccolo. In questi periodi, così come nel resto della loro vita, i genitori devono assicurarsi di fare tutto il necessario affinché questo processo possa svolgersi nella maniera più adeguata.