Evitare che il bambino prenda più peso del dovuto: consigli utili

Che il bambino mantenga un peso corporeo ottimale è determinante per ottenere un buon funzionamento del metabolismo nel corso degli anni.
Evitare che il bambino prenda più peso del dovuto: consigli utili
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 27 ottobre, 2022

Evitare che il bambino prenda più peso di quanto raccomandato è fondamentale per evitare patologie metaboliche in futuro. In caso contrario, potrebbe sviluppare uno stato infiammatorio che influirà sulla sua salute. Per riuscirci è consigliabile offrire al bambino una dieta variegata, energetica, ma senza esagerare. L’equilibrio, in questo caso, è la parola chiave.

Prima di iniziare, va detto che durante i primi 6 mesi l’allattamento al seno dovrebbe essere il metodo di alimentazione esclusivo. Il latte è l’elemento migliore per il piccolo, poiché contiene tutti i nutrienti di cui ha bisogno in quantità sufficienti. Tuttavia, dopo 6 mesi, sarà importante integrare altri prodotti.

Consigli per evitare che il bambino non prenda più peso di quanto dovrebbe

Nello spazio che segue vi offriremo una serie di suggerimenti per far sì che il bambino non prenda più peso di quanto dovrebbe. Ciò garantirà il mantenimento di un piano di alimentazione ottimale.

1. Evitate gli zuccheri aggiunti

Gli alimenti con zuccheri aggiunti sono l’opzione peggiore per il bambino, poiché influiscono negativamente sul funzionamento del metabolismo. Inoltre possono influire su livelli di infiammazione e persino sulle preferenze dietetiche dei più piccoli.

Un consumo elevato di questa classe di prodotti durante le prime fasi della vita è correlato a un maggiore rischio di sovrappeso in futuro. Ciò è confermato da una ricerca pubblicata sul Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition. Tuttavia, lo zucchero aggiunto non è lo stesso di quello naturalmente presente negli alimenti. Ad esempio, con i prodotti che contengono solo frutta non ci sarebbero troppi problemi.

Permettere al bambino di maneggiare il cibo aiuta a familiarizzare con le sue caratteristiche organolettiche. In ogni caso, dovrebbe essere sempre sotto la supervisione di un adulto.

2. Offrile del cibo da maneggiare

Il metodo noto come svezzamento guidato dal bambino potrebbe essere positivo per i più piccoli per abituarsi alle caratteristiche organolettiche degli alimenti ed evitarne il rigetto in futuro. Inoltre, li aiuterà a mantenere un peso corretto, poiché sarà più difficile per loro mangiare più del necessario. Dopotutto, ci vorrà del tempo prima che imparino a mangeggiare il cibo per poi mangiarlo.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Current Nutrition Reports , è un metodo sicuro per i bambini e presenta numerosi vantaggi. Ricordate però che la proceduta deve essere effettuata con la supervisione di un adulto per evitare il soffocamento. Inoltre, tenete presente che dovrebbero essere offerti al bambino pezzi molto piccoli o facili da maneggiare.

3. Non interrompere l’allattamento al seno fino ai primi 12 mesi

L’allattamento al seno esclusivo è essenziale fino al raggiungimento dei primi 6 mesi di vita del bambino. Tuttavia, si consiglia di offrire questo alimento fino al primo anno, poiché genera benefici che sono stati dimostrati. In questo modo, non solo si rafforzerà il sistema immunitario, ma si ridurrà anche l’incidenza di molte patologie di tipo metabolico.

Possiamo anche dire che l’allattamento al seno ha un effetto positivo sulla composizione del microbiota, che aiuterà i successivi processi digestivi. Anche se è stata avviata l’alimentazione complementare, non va trascurato l’allattamento al seno su richiesta dei più piccoli. Si tratta di un eccellente apporto di nutrienti che garantirà il rispetto di tutti i fabbisogni giornalieri.

Nel caso in cui non sia possibile offrire più latte, è opportuno cercare un prodotto sostitutivo ben formulato. Molti di quelli in commercio hanno basse dosi di omega-3 e un eccessivo apporto di zuccheri semplici e liberi. Questo non è positivo per mantenere un peso adeguato.

Il latte materno dovrebbe essere l’alimento esclusivo per il bambino fino ai sei mesi. Quindi va proseguito fino ad almeno 12 mesi, anche se la sua dieta dovrà essere integrata con altri alimenti per soddisfare tutti i requisiti.

Seguite i consigli per evitare che il bambino non prenda più peso di quanto raccomandato

Come avete visto, i consigli affinché il bambino non prenda più peso di quanto raccomandato sono molto semplici da seguire. È solo necessario garantire la presenza di alimenti naturali con l’alimentazione complementare per ottenere un apporto nutrizionale ottimale. Inoltre, è fondamentale accompagnare l’allattamento al seno fino ai primi 12 mesi di vita. Questa è la migliore combinazione per garantire una buona salute futura.

Tenete presente che ci sono una serie di tabelle di presentazione degli alimenti che possono essere utilizzate per sapere con precisione quando iniziare a offrire i diversi alimenti. Alcuni di essi non dovrebbero essere consumati prima del primo anno, poiché causerebbero una maggiore incidenza di allergie o potrebbero portare a pericolosi soffocamenti.

Potrebbe interessarti ...
Guida all’alimentazione in gravidanza
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Guida all’alimentazione in gravidanza

Se vi domandate cosa dovete mangiare durante la gravidanza, oggi vi daremo dei consigli importanti sull'alimentazione. Scoprite in



  • Fidler Mis N, Braegger C, Bronsky J, et al. Sugar in Infants, Children and Adolescents: A Position Paper of the European Society for Paediatric Gastroenterology, Hepatology and Nutrition Committee on Nutrition. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2017;65(6):681-696. doi:10.1097/MPG.0000000000001733
  • Brown A, Jones SW, Rowan H. Baby-Led Weaning: The Evidence to Date. Curr Nutr Rep. 2017;6(2):148-156. doi:10.1007/s13668-017-0201-2

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.