Bambini molto esigenti: come aiutarli a essere più flessibili?

Uno dei modi per aiutare i bambini molto esigenti è fissare obiettivi realistici che li aiutino ad eccellere ma che siano anche fattibili da raggiungere. Vi spieghiamo come.
Bambini molto esigenti: come aiutarli a essere più flessibili?

Ultimo aggiornamento: 16 marzo, 2022

“È un piccolo gentiluomo diligente”, ha detto una madre in una consultazione riguardo a suo figlio. Voleva dire che si comportava in modo esigente e con eccessiva responsabilità. Naturalmente, tutto questo causava al piccolo anche frustrazione, disagio e persino litigi a scuola quando doveva lavorare con i suoi compagni di classe. Chi sono i bambini molto esigenti?

“È molto difficile giocare con lei. Quasi tutto finisce con rabbia e delusione. Non riesce nemmeno a goderselo”, ha detto un’altra madre, cercando di spiegare che sua figlia non sopportava di perdere.

Queste sono alcune situazioni cui fa riferimento l’ambiente dei bambini esigenti, in cui c’è un denominatore comune: bassa tolleranza alla frustrazione. Vediamo di cosa si tratta e come puoi aiutare questi piccoli a vivere meglio.

Caratteristiche di bambine e bambini molto esigenti

Questi piccoli hanno una caratteristica fondamentale, ovvero che vivono orientati al raggiungimento dei propri obiettivi e non accettano altro risultato che quello dell’eccellenza.

Come sottolinea lo psicologo Alvaro Bilbao, l’esigenze personali devono essere differenziate dal perfezionismo. Il primo non implica necessariamente il desiderio che qualcosa sia perfetto. Ciò a cui si riferisce è che la persona “sfrutta” oltre le proprie possibilità e risorse e si porta a un limite che non gli fa bene. Il perfezionismo, d’altra parte, va di pari passo con l’ordine e pone molta enfasi sull’essere meticolosi e dettagliati.

Alcuni dei segni per identificare i bambini esigenti sono i seguenti:

  • Si arrabbiano quando qualcosa va storto.
  • Sono molto critici con se stessi.
  • A loro non piacciono gli errori in nessun compito. Non importa se è qualcosa che hanno appena appreso, se è un compito semplice o enormemente complesso: se non lo ottengono, sono delusi.
  • In molti casi, smettono di provare cose nuove per paura di non ottenere il risultato che desiderano.
  • Non tollerano la frustrazione.
ragazzo arrabbiato frustrato compiti studio compiti libro quaderno tavolo matita rabbia pugno pugno bruxismo atm
L’autostima non ci pone obiettivi sani, ma piuttosto obiettivi che superano le nostre reali possibilità di raggiungerli.

Come aiutare bambine e bambini molto esigente?

Successivamente, ti forniremo alcune chiavi per supportare ragazzi e ragazze esigenti. Prendi nota e metti in pratica!

Date valore alle loro emozioni

Ciò si ottiene attraverso l’ascolto e l’empatia nei loro confronti. Per un bambino perfezionista, a volte non basta dire “non ti preoccupare, la prossima volta andrà meglio”. Invece, è una buona idea lasciarlo esprimere e dirti come si sente.

Inoltre, puoi raccontargli la tua esperienza e come risolverla. In questo modo, la frustrazione diventerà qualcosa di più vicino o palpabile, perché capita a tutte le persone.

Aiutateli a controllarsi

I ragazzi e le ragazze esigenti in se stessi sono testardi e non si fermeranno finché non avranno ciò che vogliono. Il più delle volte, questo diventa una fonte di stress che non sanno ancora gestire; è importante che li aiutiate proponendo piccole pause per favorire il riposo, il tempo libero e i momenti dedicati ai pasti.

Quando lo fate, è anche importante farglielo notare, in modo che possano identificare questi momenti come una parte fondamentale del processo e interiorizzarli nella routine.

Stabilite delle regole

Questo punto è strettamente correlato al precedente, poiché i limiti aiutano ad essere realistici con gli obiettivi e con le risorse a disposizione. In generale, questo è esattamente il punto in cui questi bambini falliscono.

È bene incoraggiare i più piccoli a migliorarsi, ma è anche necessario far notare loro la coerenza tra le possibilità reali e l’ideale che hanno in mente.

Mostrate ai bambini molto esigenti che non è tutto o bianco o nero

Quando si parla con i bambini di un’esperienza, è importante sottolineare che non si tratta di due poli: successo o fallimento.

Nel mondo reale ci sono molte forme intermedie in cui ci sono anche cose buone e cattive, dalle quali possiamo imparare e godere.

Va bene essere imperfetti

Occorre anche mettere in risalto le imperfezioni, sdrammatizzare quegli obiettivi che non sono stati raggiunti e parlare con un po’ di umorismo delle proprie mancanze.

Insegna loro a parlare bene

Alcuni bambini si riferiscono a se stessi come “indegni” o “stupidi” quando sentono di fallire in qualcosa. Questo non è buono o salutare per nessuno ed è conveniente mettere da parte quell’abitudine.

Inoltre, è importante rafforzare la loro autostima, sottolineare che sono amati al di là delle loro conquiste e, soprattutto, che non dovrebbero piacere a nessuno.

Bambino che aiuta un altro sulla pista di atletica grazie a una sana competizione.
L’auto-compassione è fondamentale per costruire una forte autostima. E dobbiamo instillarlo nei bambini con l’esempio.

essere l’esempio

Le azioni dei genitori parlano più delle loro parole. Quindi dobbiamo anche analizzare come siamo con noi stessi e quale immagine riflettiamo ai nostri figli. A volte scopriamo di essere i principali promotori di eccessi di pretese e responsabilità.

Bambini molto esigenti: il “non mollare mai” è uno dei messaggi della società

È vero che i bambini esigenti imparano a esserlo. Se non sono influenzati dai genitori, possono ricevere messaggi simili nei diversi contesti in cui lavorano.

Che sia nel club, a scuola o sui social media, viene sempre proclamato un modello di successo. Un modello che promette che chi non si arrende riceverà grandi ricompense, sarà riconosciuto e valorizzato.

E chi non è tentato di “dare tutto e di più” se il premio è l’affetto e lo sguardo di approvazione dell’altro? Indubbiamente, questo ha un impatto significativo su ragazzi e ragazze, poiché in pieno sviluppo, la parola dei loro referenti è fondamentale.

Nonostante tutto questo, oggi vediamo come ansia, depressione, malattie psicosomatiche e stress si manifestano in età sempre più giovani. Questo scenario dovrebbe servire da avviso per rivedere ciò che trasmettiamo ai bambini e considerare di iniziare a incorporare altre esperienze nella nostra vita quotidiana, come la frustrazione. Insomma, riprendere l’educazione all’intelligenza emotiva.

Potrebbe interessarti ...
Sei una madre troppo esigente? Ecco 6 segnali inequivocabili
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Sei una madre troppo esigente? Ecco 6 segnali inequivocabili

Una madre troppo esigente non dialoga, non negozia ed è inflessibile, questo genera problemi emotivi nei suoi figli. Scopri com'è.



  • Pallás, M. D. C. M., Barrón, R. G., Rasal, P., & Estellés, R. (2009). Convivencia e inteligencia emocional en niños en edad escolar. European journal of education and psychology, 2(1), 69-78.
  • Salguero, M. J. C. (2011). Importancia de la inteligencia emocional como contribución al desarrollo integral de los niños/as de educación infantil. Pedagogía magna, (11), 178-188.
  • Fernández-Berrocal, P., & Extremera Pacheco, N. (2002). La inteligencia emocional como una habilidad esencial en la escuela. Revista Iberoamericana De Educación, 29(1), 1-6. https://doi.org/10.35362/rie2912869

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.