Mio figlio mi rispetta o ha paura di me: come capirlo?

A volte, come genitori, potremmo avere problemi a stabilire le regole di casa. Ci sono alcune differenze chiare e importanti tra ispirare paura e rispetto.
Mio figlio mi rispetta o ha paura di me: come capirlo?

Ultimo aggiornamento: 27 ottobre, 2021

Siete quel tipo di genitore cosiddetto “autoritario”? Dovreste sapere che non è il modo migliore per educare i figli. Oppure, siete il tipo di genitore che si domanda: mio figlio mi rispetta?

Per scoprire se i tuoi figli hanno paura o ti rispettano, ecco alcune utili linee guida. Continuate a leggere questo articolo.

Essere autoritari può funzionare una, due, tre volte. Forse qualcuno in più, dipende dal bambino. Tuttavia, a medio e lungo termine ciò genera solo conseguenze negative. Se non fate altro che imporvi invece di ascoltare, vostro figlio potrebbe iniziare a temervi e a reagire solo di conseguenza.

Quindi capisci, la relazione tra un genitore che ispira paura e un genitore che ispira fiducia è simile a quella tra un capo e un vero leader.

Il rispetto va guadagnato attraverso le tue azioni. Essere un genitore vi rende naturalmente autorevoli, ma affinché i vostri figli la sentano come tale dovete guadagnarvela giorno per giorno.

Ispirare la paura in modo che agiscano come vi aspettate è agire allo stesso modo di un capo autoritario nel vostro lavoro.

Immaginate il vostro superiore che vi dice di fare qualcosa di molto difficile, senza che voi sappiate come fare. Quindi immaginate il vostro capo che vi dice che ha bisogno che facciate qualcosa insieme a lui o a lei per imparare e poi farlo da solo. Vedete la differenza?

È chiaro che tu sei quello con la conoscenza e l’esperienza. Dovete imparare a trasmetterle ai vostri figli! Il solo sapere come si fanno le cose non serve a niente se chiedete a un bambino di fare qualcosa senza spiegare come si fa.

  • Mostrate ai vostri figli che li rispettate e insegnate loro a rispettare anche gli altri. Come? Dai l’esempio. Trattare bene lui e le persone che li circondano creerà un ambiente in cui i tuoi figli impareranno ad agire correttamente. Ricordati di chiedergli sempre delle cose per favore e ringrazialo. Questo ti aiuterà a incorporarlo.
  • Siate amorevoli. Non c’è modo migliore per insegnare a un bambino che dimostrargli affetto.
Mio figlio mi rispetta.

  • Ascoltate tutto quello che ha da dirvi. Non sminuite i suoi commenti o le sue opinioni. Dimostra che ciò che pensi e senti è importante per te. In questo modo capirà che lo apprezzi e imparerà anche ad apprezzare te.

Quali atteggiamenti devo evitare affinché mio figlio non abbia paura di me?

  • Percuoterlo.
  • Minacciarlo.
  • Gridargli contro.
  • Insultarlo.
  • Umiliarlo.
  • Mostrargli disprezzo.
  • Farlo stare male.
  • Dimostrarvi intolleranti.
  • Criticarli negativamente.

Tenete sempre presente che i ragazzi sono creature fragili e che assorbono tutto ciò che accade intorno a loro come spugne. Se l’ambiente è un ambiente violento, ciò faciliterà l’incorporazione di atteggiamenti violenti nel bambino. Se gli offrirete un luogo pieno di amore e comprensione, vostro figlio lo farà proprio.

Come faccio a capire se mio figlio mi rispetta o se ha paura di me?

Valutate il vostro comportamento con il bambino per sapere cosa capisce da quello che gli mostrate.

Se avete un atteggiamento autoritario, correttivo, se di solito fate alcune delle cose da evitare, è probabile che i tuoi figli provino più paura che rispetto.

Per guadagnarvi il loro rispetto dovete mantenere una sana convivenza in casa, parlare con i vostri figli, mostrare comprensione e affetto. Ricordate che tutto ciò che date vi torna indietro. Se li rispettate, lo impareranno e saranno rispettosi verso di voi.

E se smetto di essere autoritario ma mio figlio non mi rispetta?

Dobbiamo far capire ai nostri figli che siamo quelli che hanno l’esperienza e la conoscenza che poi acquisiranno nel corso della loro vita. Quando sono piccoli o giovani ancora non sanno molte cose, ed è necessario che noi ci siamo per assisterli, guidarli e consigliarli.

Mettere un freno.

Non essere autoritario non significa non porsi limiti. E stabilire dei limiti non significa togliere tutti i diritti o la libertà ai tuoi figli. I limiti devono avere un senso ed essere coerenti.

Ad esempio, se vostro figlio deve alzarsi alle 6 del mattino per andare a scuola, è logico che non gli permettiate di uscire fino a tardi, poiché ha delle responsabilità da assumersi.

I ragazzi quando sono piccoli non hanno senso di responsabilità. Quindi dobbiamo aiutarli a capire queste cose.

Dobbiamo anche considerare di stabilire dei limiti per proteggerli fisicamente e, se necessario, proteggerli dagli altri.

Prima di intraprendere qualsiasi azione di questo tipo, pensate a cosa state cercando di ottenere, e se pensate che sia il modo migliore per farlo.

Potrebbe interessarti ...
Genitori autoritari, figli ribelli: ecco perché
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Genitori autoritari, figli ribelli: ecco perché

Spesso si pensa che da genitori autoritari non possano derivare figli ribelli. Vediamo insieme le possibili conseguenze di un'educazione molto rigi...



  • Wild, R. (2011). Libertad y límites. Amor y respeto: Lo que los niños necesitan de nosotros. Herder Editorial.
  • Morales Jaimes, O. D., & Silvera López, D. G. (2019). INFLUENCIA DE LOS JUEGOS COOPERATIVOS EN EL DESARROLLO DEL VALOR DE RESPETO EN LOS NIÑOS Y NIÑAS DE LA INSTITUCIÓN EDUCATIVA INICIAL Nº 33″ CORAZÓN DEL NIÑO JESÚS” DE LA TINGUIÑA-ICA. http://repositorio.unh.edu.pe/handle/UNH/3030