7 esercizi per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione

Imparare a tollerare la frustrazione è la chiave per i bambini per raggiungere il massimo benessere possibile. Vi insegniamo alcune semplici tecniche per raggiungere lo scopo.
7 esercizi per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione

Ultimo aggiornamento: 07 maggio, 2022

Oggi vi parleremo di alcuni esercizi per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione.

Imparare a camminare, arrampicarsi sugli alberi o pronunciare le prime parole sono risultati che accompagnano lo sviluppo dei bambini durante tutta la loro infanzia. Non tutto è “sì” né “ora”, perché ci sono condizioni proprie come il momento evolutivo, ed esterne, come i sani limiti che si stabiliscono per preservare il proprio benessere.

È così che dietro queste limitazioni ci aspetta la frustrazione. La disputa che nasce tra volere e potere è uno dei fondamenti della vita stessa e un tassello assolutamente necessario per il corretto sviluppo socio-psico-emotivo dell’individuo.

Perché è importante aiutare i bambini a tollerare la frustrazione?

La risposta è molto semplice: perché fa parte della vita. Né i bambini né gli adulti possono sempre avere ciò che vogliono o ottenere tutto ciò che si prefiggono di fare, e il loro benessere dipende dalla capacità di convivere con le emozioni che questo suscita.

Ad esempio, imparare a esprimere la rabbia per non essere arrivati primi in una gara o per non aver ottenuto il voto che si aspettavano è un apprendimento fondamentale per i più piccoli.

A loro volta, è necessario che gli adulti lavorino sulle frustrazioni che sorgono quando il bambino è frustrato. Forse è per questo che cerchiamo di gratificare in modo così immediato, anche se sappiamo che non è la cosa appropriata.

Madre frustrata che cerca di seguire il consiglio di non viziare troppo i bambini.

Rivedere il nostro comportamento (e le convinzioni e i pensieri ad esso associati) ci permetterà di capire da dove agiamo. E così, migliorare il modo di accompagnare la frustrazione dei nostri piccoli.

7 esercizi per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione

Il fatto che i bambini imparino a tollerare la frustrazione ha a che fare con l’acquisizione di capacità per accettare che nella vita incontreranno problemi e impedimenti. Pertanto, devono trovare il modo di risolverli e affrontarli senza compromettere il loro benessere.

Prendete nota delle seguenti strategie per aiutarli a fare proprio questo!

1. Fare un gioco in cui bisogna competere

Nei giochi da tavolo o nei giochi di gruppo all’aperto si svela una realtà ineludibile: a volte si vince e a volte si perde.

In questo modo, con alcuni giochi l’obiettivo può essere raggiunto e con altri, tutto il contrario. È meglio che sperimentino la situazione in questo ambiente controllato e che li guidiate attraverso il processo. Chiedete loro come si sentono ed esprimete come vi sentite anche voi.

2. Usare storie, film, giochi e altri materiali per esprimere emozioni

Cercate risorse in cui i bambini possono esplorare le proprie emozioni (come la frustrazione), rilevare problemi e trovare soluzioni attraverso i personaggi. A seconda dell’età, sarà più o meno necessario adattare questi strumenti per lavorare sulla gestione emotiva.

3. Assegnare gradualmente compiti e responsabilità

È importante insegnare ai bambini come fare determinate cose e incoraggiare la loro autonomia. Inoltre, consentite loro di scoprire da soli come possono organizzarsi e le azioni che devono mettere in pratica per svolgere i propri compiti.

La frustrazione è strettamente correlata all’autostima e al fatto di sentirsi in grado di partecipare ad attività e di assumersi determinate responsabilità.

La chiave quando si danno loro le istruzioni è dividere il compito in sottoattività, come nelle fasi intermedie, e sempre adeguate al loro livello di sviluppo.

4. Dargli tempo prima di intervenire per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione

Quando notate che i bambini hanno qualche difficoltà, date loro il tempo di pensare, analizzare, percepire l’emozione che scatena quel problema e imparare a usare quella battuta d’arresto come una sfida.

Se li assistite sempre subito in modo che non si sentano frustrati, darete loro poco spazio per conoscersi e risolvere le cose con ingegno.

5. Insegnare il valore dello sforzo

Vostro figlio vuole un certo giocattolo? Ditegli che lo avrà, ma offritevi di pagare la metà e chiedetegli di mettere insieme l’altra metà dei soldi. Così gli insegnerete che i suoi risparmi possono essere un buon modo per soddisfare i suoi desideri, ma che le gratificazioni non sono sempre immediate e che richiedono uno sforzo.

Ad esempio, a seconda della sua età, potete suggerirgli di vendere torte o succhi di frutta alla famiglia, artigianato o biglietti illustrati con messaggi carini per la famiglia. Pertanto, non solo otterrete intrattenimento, ma lo renderete anche partecipe di ciò che desidera ottenere.

6. Cercare alternative ai problemi per aiutare i bambini a tollerare la frustrazione 

Potete porre un problema o un compito da risolvere e invitare i vostri bambini a pensare che sia un “mazzo di 5 fiori”. Ogni fiore è una soluzione al problema e devono riflettere insieme su come affrontarlo. L’idea è che cerchino percorsi alternativi e mostrino che ci sono molti modi per raggiungere lo stesso risultato.

Allo stesso tempo, è un’ottima risorsa per dimostrare che tutti abbiamo opinioni diverse e, quindi, promuovere la tolleranza.

7. Giocare ad “avanti e indietro”

Un esempio di questi tipi di giorni sono il gioco delle scale e dei serpenti o il gioco dell’oca. In tutti ci sono caselle che vi permettono di muovervi velocemente e altri, più lentamente. In questo modo potete guidare le dinamiche e far loro notare come, a volte, andare avanti e raggiungere l’obiettivo significhi anche tornare indietro.

Altre raccomandazioni sulla frustrazione nei bambini

Alcuni consigli aggiuntivi per accompagnare i bambini a tollerare meglio la frustrazione sono i seguenti:

  • Stabilire limiti salutari. Ciò significa rimanere fermi e calmi nello stabilire le regole e rispettare le emozioni dei bambini. Non si può sempre dire sì a tutto e bisogna “saper frustrare” senza danneggiare. Aiutateli a capire che c’è un tempo e un luogo in cui certe cose accadono;
  • Insegnare a valorizzare il processo e non solo il risultato. L’apprendimento è una strada lunga ed è necessario riconoscere ogni passo che fanno i piccoli. Quindi, se alla fine del percorso il risultato non è quello previsto, sapranno che lo sforzo e l’apprendimento sono di per sé preziosi e importanti;
  • Essere un esempio. Soprattutto in tenera età, i genitori sono i principali referenti dei bambini. Pertanto, di fronte a una situazione indesiderata, devono essere i primi ad essere ottimisti e fiduciosi nel fatto che da essa si può sempre imparare qualcosa, e che valga la pena di ottenere ciò che vogliono. È anche una buona risorsa chiedere aiuto ai bambini, poiché questo dimostra loro che chiedere supporto di fronte alle difficoltà è un’opzione valida e consigliata.
Chiavi e vantaggi di una genitorialità positiva.
La vita ci mette di fronte a difficoltà e ostacoli giorno dopo giorno. Pertanto, è meglio insegnare ai bambini come affrontare i problemi e non evitarli.

Il pericolo dell’ipergenitorialità

I professionisti della genitorialità avvertono dell’attuale tendenza dei genitori iperprotettivi che cercano di compiacere e soddisfare i propri figli a tutti i costi. Questo fenomeno è noto come ipergenitorialità e va di pari passo con il senso di colpa di trascorrere così tanto tempo fuori casa, generalmente per motivi di lavoro.

L’ipergenitorialità è un’attenzione eccessiva, che rasenta l’esagerato e che cerca di risolvere la vita dei figli.

La difficoltà dell’iperprotezione è che non prepara i bambini al mondo reale, quello in cui un giorno dovranno cavarsela da soli. Risolvendo per loro cose che loro stessi dovrebbero imparare a risolvere, sono privati dell’opportunità di crescere, sviluppare e consolidare la loro autonomia.

L’ipergenitorialità presta attenzione alla tolleranza alla frustrazione, una delle chiavi del benessere e della salute mentale delle persone.

This might interest you...
Il senso di frustrazione nei bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Il senso di frustrazione nei bambini

Il senso di frustrazione nei bambini fa parte della crescita e si presenta molto presto, nella vita di ognuno. I bambini devono imparare a tollerar...



  • Mustaca, Alba Elisabeth. (2018). Frustración y conductas sociales. Avances en Psicología Latinoamericana36(1), 65-81. https://doi.org/10.12804/revistas.urosario.edu.co/apl/a.4643
  • Heras Sevilla, Davinia; Cepa Serrano, Amaya; Lara Ortega, Fernando Desarollo Emocional en la infancia. Un estudio sobre las competencias emocionales de niños y niñas. International Journal of Developmental and Educational Psychology, vol. 1, núm. 1, 2016, pp. 67-73 Asociación Nacional de Psicología Evolutiva y Educativa de la Infancia, Adolescencia y Mayores Badajoz, España