Mio figlio non vuole andare in vacanza con il mio ex compagno: cosa fare

Arriva l'estate e sorge un dilemma: cosa devo fare se mio figlio non vuole andare in vacanza con il mio ex compagno? In questo articolo vi diamo una serie di consigli.
Mio figlio non vuole andare in vacanza con il mio ex compagno: cosa fare

Ultimo aggiornamento: 12 luglio, 2022

Arrivano le vacanze e, in molti casi, i genitori si separano, quindi i figli devono dividere il periodo estivo come da programma. Tuttavia, può succedere che un bambino non voglia andare in vacanza con uno dei genitori. Quindi cosa faccio se mio figlio non vuole trascorrere del tempo con il padre o con la madre? Ne parliamo in questo articolo.

A volte, il periodo delle ferie può creare scompiglio tra adulti, che dovranno raggiungere un accordo su come dividere le giornate con il bambino. In altri casi, invece, è il minore a dichiarare di non volersi allontanare da quella che considera la sua casa per due settimane, ma è costretto ad andarsene per rispettare il patto dei genitori.

Dialogare con il ragazzo, cercare di calmarlo e incoraggiarlo a sfruttare al meglio quelle giornate può essere in questi casi la cosa più giusta da fare.

Se mio figlio mi chiama piangendo per portarlo via, cosa devo fare?

È importante essere fermi quando spieghiamo a nostro figlio che non può venire con noi perché è in vacanza con l’altro genitore.

In ogni caso, dovremmo sempre cercare di calmare il bambino e di fargli sentire che lo capiamo. Dunque, la prima cosa da fare è calmare il bambino, ascoltarlo e poi analizzare la situazione per trovare soluzioni.

Se questo accade, ad esempio, possiamo dire: “Anche tu mi manchi e ti voglio molto bene, ma ora devi goderti i giorni di vacanza che hai ancora a disposizione e trascorrere dei bei momenti. Presto saremo di nuovo insieme”.. Detto questo, è un bene cambiare argomento, porre al bambino alcune domande sulle cose che sta facendo, su com’è il posto o se ha fatto nuove amicizie, giusto per fare alcuni esempi.

Se il piccolo piange o sembra triste, dobbiamo cercare di calmarlo, ascoltarlo e analizzare la situazione prima di prendere decisioni affrettate.

Mio figlio non vuole stare con il mio ex compagno perché dice che non lo tratta bene

Se nostro figlio ci dice che sta subendo abusi , è importante mantenere la calma e non reagire finché non avremo tutte le informazioni. Quindi, quello che dobbiamo fare è chiedergli quali situazioni lo hanno portato a pensare che la casa dell’altro genitore non lo tratti bene e, con questi dati, valutare come risolvere il problema.

Se il rapporto del piccolo con il mio ex compagno non va bene, diremo a nostro figlio che parleremo con l’altra parte per vedere cosa si può fare per farlo stare bene.

Quando il dialogo tra gli adulti si sarà concretizzato, sarà necessario valutare come risolvere il problema. Un’opzione potrebbe essere quella di dire all’altro genitore quali sono le regole a casa, nel caso in cui vogliano applicarle se lo ritengono opportuno.

Infine, dobbiamo parlare con il bambino per spiegargli che dovrebbe comunicare con l’altro genitore, dicendogli come si sente e che se non lo fa, l’altra parte potrebbe non sapere e non farà nulla per migliorare ciò che lo disturba. In questo modo tutti sapranno cosa sta succedendo e potranno essere proposte le modifiche necessarie affinché il piccolo si senta bene.

Essere a disposizione di nostro figlio per parlare al telefono o fare videochiamate gli darà maggiore tranquillità e sicurezza.

Cosa posso fare in questa situazione?

Quindi, se nostro figlio non vuole andare in vacanza con l’altro genitore, possiamo usare le nostre capacità di intelligenza emotiva per risolvere il problema in modo assertivo. In questi casi possiamo seguire i seguenti passaggi:

  1. Ascoltate ciò che il bambino ha da dire senza giudicarlo: il ragazzo deve percepire che c’è uno spazio di fiducia e sicurezza, in cui non sente di poter essere punito.
  2. Incoraggiatelo ad esprimere ciò che sente: è importante non metterlo sotto pressione e cercare di renderlo più facile per lui esprimere le sue emozioni.
  3. Entrate in empatia con il bambino: possiamo dire una frase come questa: “Lo so che in questo momento non avrai voglia di andare via e passare tanti giorni con papà -o con mamma-, ma devi anche passare del tempo con lui – o con lei-. Mi mancherai”.

Inoltre..

  1. Aiutatelo a capire la situazione e incoraggialo: è l’ideale incoraggiarlo a svolgere le attività che gli piace fare in casa dell’altro genitore. Una buona frase potrebbe essere la seguente: “Papà -o mamma- ti vuole molto bene e gli piace anche passare del tempo con te. Abbiamo già trascorso molti giorni insieme e queste vacanze passeranno molto velocemente. Prima di quanto pensi tornerai a casa. Inoltre, approfitta del fatto che andrai in spiaggia e farai tante cose divertenti”.
  2. Fategli capire che saremo sempre lì per loro: dai loro la possibilità di parlare al telefono o di fare videochiamate quando lo ritengono necessario.

Cosa faccio se mio figlio non vuole andare in vacanza con il mio ex compagno

Se vostro figlio non vuole andare in vacanza con il vostro ex, è importante prendere le cose con calma in modo da poter capire perché rifiuta questa situazione.

La cosa più importante è applicare buon senso, tenere conto degli interessi del minore e fare sempre ciò che è meglio per il suo benessere. Questi passaggi che vi abbiamo fornito in questo articolo possono aiutarvi se vi trovate in una situazione simile.



  • Orozco, S. M. L., & Duque, L. J. O. Cómo afecta el divorcio y/o separación a los niños y adolescentes. Bases teóricas de la psiquiatría infantil, 177.
  • Roizblatt, A., Leiva, V. M., & Maida, A. M. (2018). Separación o divorcio de los padres. Consecuencias en los hijos y recomendaciones a los padres y pediatras. Revista chilena de pediatría89(2), 166-172.  En internet: https://www.scielo.cl/scielo.php?pid=S0370-41062018000200166&script=sci_arttext&tlng=pt
  • Gómez-Ortiz, O., Martín, L., & Ortega-Ruiz, R. (2017). Conflictividad parental, divorcio y ansiedad infantil. Pensamiento psicológico15(2), 67-78. En internet: http://www.scielo.org.co/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S1657-89612017000200006