Amore a prima vista: la maternità

· 11 novembre 2017

La parola maternità dovrebbe significare amore a prima vista. Non c’è nessun’altra emozione paragonabile a ciò che si prova quando si vede il proprio bambino per la prima volta. La maternità è devozione, amore disinteressato, passione e dedizione per qualcuno che a malapena sa che esistiamo.

Se l’amore è il sentimento più puro, la maternità ne è l’esempio più fedele. Non esiste niente di simile al mondo. Qualunque altro tipo di successo nella vita non è paragonabile alla nascita di un altro essere umano dal grembo materno. E poi ci sono l’allattamento, l’educazione, le coccole, le ninne nanne…

Quando ho scoperto di essere incinta

Quando abbiamo scoperto di essere incinte pensavamo di aver già vissuto i migliori momenti della nostra vita. Fino ad allora avevamo avuto un’esistenza piena. Abbiamo studiato e poi iniziato a lavorare nell’azienda che sognavamo. Ci siamo sposate, magari con il nostro fidanzato storico. Non era perfetto, ma lo amavamo.

A questa vita da sogno si potrebbe aggiungere un’ottima salute, una buona situazione economica e una famiglia unita. Per questo ci sembrava di avere tutto.

Poi siamo rimaste incinte e sono arrivati gli sbalzi di umore che le donne hanno in questo periodo. Nei primi 3 mesi ci sono state le nausee. Poi il riposo per un sanguinamento all’inizio della gravidanza. Ci ha fatto preoccupare anche il diabete gestazionale, ma poi sono arrivati il mal di schiena, le infiammazioni alle gambe, l’intorpidimento alle mani, la peluria sul viso e l’eccesso di peso. Ci siamo sentite sempre più a disagio, lente e brutte, almeno ai nostri occhi. Poi, finalmente è arrivato il momento del parto.

Dato che la gravidanza non è stata delle migliori, la nostra vita non poteva più essere definita piacevole come prima. Per questo motivo pensavamo che il meglio appartenesse ormai al passato. Credevamo che, da questo momento in poi, ci sarebbero stati solo preoccupazioni, lavoro, sacrificio e notti in bianco. Noi che non avevamo mai desiderato essere madri, che non guardavamo neanche i figli degli altri, non potevamo che pensarla così.

mamma e figlio abbracciati

Quando sono diventata madre: una donna ci racconta la sua esperienza

Quando siamo diventate madri, la nostra vita è cambiata. La competizione, l’ambizione e l’egocentrismo sono spariti con il parto. Appena abbiamo visto quella creatura ricoperta di sebo e sangue che piangeva a più non posso, con il sederino bianco e i piedini grinzosi, ci siamo innamorate e il nostro mondo si è trasformato.

“Il giorno in cui è nata Elena, nel mio cuore è nata una nuova donna. Sentimentale, timorosa dei pericoli, sospettosa, protettrice e madre. Madre, prima di tutto. Prima delle ambizioni, della carriera e del denaro.

Non ho rinunciato alla mia vita dalla sera alla mattina. La vita adesso è mia figlia“.

avventure madre figlia

Maternità: amore a prima vista

“Oggi Elena ha 3 anni e sono ancora innamorata di lei. Questo amore a prima vista, questo sentimento platonico che sento per lei non cessa, e non lo farà mai.

Per lei ho dovuto fare dei sacrifici, ho avuto preoccupazioni, ho passato notti insonni proprio come pensavo durante la gravidanza. Però, per quanto mi sforzi, non riesco a ricodare nessuno di questi momenti. Tengo conto soltanto della felicità che mi ha dato e di quanto stiamo bene insieme.

Con il passare del tempo ho ripreso a lavorare e ogni giorno cerco di dare il meglio. Ma non per mio interesse, quanto per dare a lei una vita migliore.

Cerco di essere un esempio per lei. La madre che lavora e ha tempo di portarla al parco, che le dà una disciplina e la richiede quando necessario.

Sono colei che la abbraccia, che la guida, la consiglia e la protegge. Non mi stanco mai di dirle che la amo e le parlo di questo amore a prima vista che è nato in un pomeriggio d’estate”.