5 esercizi per sviluppare la coscienza emotiva nei vostri figli

· 15 Marzo 2018

Capire e controllare le emozioni è imprescindibile per la nostra integrazione sociale. Se questo viene a mancare, diventiamo persone disadattate, frustrate e infelici.  Ecco dunque 5 esercizi per sviluppare  la coscienza emotiva nei vostri figli. Continuate la lettura!

Che cos’è la coscienza emotiva?

La coscienza emotiva è la capacità di riconoscere le emozioni e di dare loro un nome.  

Significa anche capire come esse influiscono sui nostri pensieri, sentimenti e comportamenti.  E anche la capacità di prendere coscienza delle emozioni degli altri, e ci permette di cogliere l’atmosfera emotiva che ci circonda.

 “L’essenza dell’intelligenza emotiva sta nell’avere le emozioni che lavorano per te e non contro di ”.

-Reuven Bar-On-

La coscienza emotiva nei bambini

Le emozioni determinano il comportamento e la capacità di apprendimento.

Un’adeguata educazione emotiva favorisce il benessere e la salute di una persona, ne previene i problemi di sviluppo e ne consolida la formazione. La rende, quindi, una persona equilibrata. 

Esprimere e controllare le emozioni è un obiettivo educativo fondamentale per favorire il processo di sviluppo.

Attraverso la coscienza emotiva i bambini esprimono le emozioni

La maggior parte dei ricercatori concorda sul fatto che possiamo classificare le nostre emozioni come segue:

Emozioni primarie

Sono emozioni innate. Danno vita a reazioni che, pur modellate dall’apprendimento e dall’esperienza, sono presenti in tutte le persone e le culture.

Emozioni secondarie

Si devono perlopiù allo sviluppo individuale. Le reazioni che generano cambiano notevolmente da un individuo all’altro.

Emozioni negative

In presenza di emozioni negative, proviamo sentimenti sgradevoli, giudichiamo la situazione come pericolosa e ricorriamo a numerose risorse per affrontarla.

Emozioni positive

In presenza di emozioni positive, proviamo sentimenti piacevoli, giudichiamo la situazione come vantaggiosa e ricorriamo a poche risorse per affrontarla. In genere le emozioni positive hanno durata breve.

 Emozioni neutre

Sono quelle che originano intrinsecamente reazioni che non sono né gradevoli né sgradevoli, cioè che non si possono considerare né positive né negative. Il loro obiettivo è  favorire la comparsa di stati emotivi successivi.

5 esercizi per creare coscienza emotiva nei vostri figli

La famiglia

L’esempio offerto dai componenti della famiglia influisce sui nostri figli a livello cognitivo ed emotivo. Sempre. 

I nostri figli osservano in continuazione il comportamento dei loro cari, gli individui che rivestono la maggiore importanza nella loro vita. Dato che per loro siamo un punto di riferimento, tenderanno sempre a imitarci. Per cui l’essere ottimisti o pessimisti, e soprattutto il modo di relazionarsi dipendono in larga misura da quanto si è appreso tra le quattro mura di casa durante l’infanzia.

La stimolazione intellettiva

Noi genitori abbiamo il compito di costruire un ambiente che risvegli l’amore per la cultura nelle sue diverse manifestazioni. Questa stimolazione deve essere molto varia e soprattutto deve reggersi sulla lettura.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che le attività ludiche e sportive giovano al bambino facendo nascere in lui una sana curiosità a esplorare l’ambiente circostante.

Attraverso il gioco si forma la coscienza emotiva

Fate in modo che parli dei suoi sentimenti

Interessatevi a quello che succede e non dimenticatevi di parlare con lui.

Per mezzo della conversazione, incoraggiatelo a esprimere ciò che lo spaventa o lo fa arrabbiare. Ditegli che se ne parla con voi, magari voi potete aiutarlo.

E ovviamente, insegnategli a esprimere queste emozioni con un buon autocontrollo. 

Date delle opzioni

Per sviluppare l’intelligenza emotiva dei bambini è importante incoraggiarli a prendere le proprie decisioni, ovviamente dopo aver insegnate loro che cosa è giusto e che cosa è sbagliato.  

In questo modo diventeranno sicuri di sé.  E quando dovranno prendere una decisione, non proveranno alcun sentimento di frustrazione.

Riconoscere l’atmosfera dei posti in cui vanno

Educate vostro figlio a osservare i luoghi in cui vanno e le persone che li circondano.  

In questo modo riusciranno ad adattarsi meglio a diversi ambienti. Se il posto è tranquillo e silenzioso, non dovranno interrompere quella quiete urlando. Se entrano in un posto dove tutti sono felici e sorridenti, potranno integrarsi nell’ambiente con un sorriso.

Tutto quello che fate oggi davanti ai vostri figli rimane registrato nella loro mente e probabilmente sarà quello che rifaranno loro nella loro casa futura.