Bambini: tutti i vantaggi di stare scalzi

4 Ottobre 2017

Vostro figlio rientra nel gruppo dei bambini che amano togliersi le scarpe e stare scalzi. Voi siete persuase che sia un problema e cercate ogni volta di rimettergli calze e scarpe.

Ecco tutti i motivi, e soprattutto gli effetti positivi, di stare scalzi.

Perché i bambini amano stare scalzi?

Molto spesso, oltre a liberarsi delle scarpette, tendono a togliersi anche i calzini. Non lo fanno solo per stare più comodi o per provare una sensazione di libertà ai piedini, ma anche per poter osservare le dita e la loro mobilità.

Allo stesso modo, molte volte il desiderio del bimbo di stare scalzo può sembrare una mania, un capriccio o un dispetto nei confronti dei genitori per richiamare l’attenzione. In realtà è una necessità più importante di quanto si creda.

Camminare scalzi fa molto bene ai bambini, perché favorisce la formazione dell’arco plantare che, come sappiamo, è assente nei neonati. Senza scarpe, il bambino ha maggiore presa sul terreno e maggiore equilibrio, cosa che lo aiuta a non inciampare o cadere.

Inoltre, quando un bambino inizia a togliersi da solo le scarpe o gli indumenti, avvia un periodo fatto di pratica e prove per testare le sue nuove capacità. La sua motricità si affina così poco alla volta.

Non preoccupatevi se non rispetta delle semplici regole come quella di non stare scalzo o di non togliere le scarpe. Ostinandosi nel mettere alla prova la pazienza dei genitori sfidando le loro imposizioni, il bambino afferma la propria personalità.

Piedini scalzi sul pavimento

Per lo stesso motivo, gli specialisti consigliano di lasciare che i bambini restino scalzi dentro casa, in spiaggia o in campagna. Tuttavia, in casa dovrebbero indossare almeno dei calzini per evitare di prendere freddo o di scivolare.

Benefici dello stare scalzi

Che ci crediate o no, nei primi nove mesi di vita, i piedi dei bambini hanno maggiore sensibilità tattile rispetto alle mani. Sono di grande importanza nel loro sviluppo neurologico, perché forniscono loro informazioni sul mondo esterno.

Inoltre, stare scalzi permette di avere una migliore percezione dello spazio, poiché i piedi sono in continuo movimento. In poche parole, lasciarli con i piedi liberi li aiuta a sviluppare il sistema nervoso, che si traduce in una corretta maturazione delle loro capacità motorie.

Allo stesso tempo, tramite le informazioni tattili che derivano dai piedini, acquisiscono maggiore consapevolezza del proprio corpo, una cosa semplice ma per niente scontata.

Altri vantaggi dello stare scalzi

  • Si evitano funghi e sudorazione eccessiva.
  • I piedi acquisiscono la postura corretta per iniziare a camminare.
  • Le ginocchia subiscono meno sollecitazioni e le gambe si rafforzano.
  • Si rafforza la muscolatura del piede e della caviglia.
  • Favorisce la circolazione sanguigna e l’ossigenazione.
  • Contribuisce al rilassamento, poiché fornisce un salutare massaggio ai piedi.
  • Lo spesso strato di grasso che ricopre il piede dei bambini impedisce che si ammalino.
Alcunibambini riescono a stare scalzi anche per giocare a basket.

Consigli per le mamme

  • Non lasciate che vostro figlio cammini scalzo su superfici bagnate, in quanto può scivolare o cadere.
  • Controllate che a terra non ci siano oggetti con cui potrebbe farsi male ai piedi.
  • Verificate che la casa sia ben riscaldata. In inverno, accendete il riscaldamento e ricoprite il pavimento con dei tappeti per evitare che il bimbo cammini su una superficie fredda.
  • Non dimenticate di fare tutte quelle modifiche che permetteranno al bambino di muoversi ed esplorare in tutta sicurezza.

Vostro figlio ha l’abitudine di camminare scalzo? Lo fate anche voi, magari per meditare? Condividete con noi la vostra esperienza.