Come organizzare le attività acquatiche con i bambini

Oggi vi diamo alcuni consigli per organizzare le attività in piscina e al mare con i vostri figli.
Come organizzare le attività acquatiche con i bambini

Ultimo aggiornamento: 08 giugno, 2021

In estate ci sono vari tipi di attività che si possono svolgere con i bambini, in particolare quelle acquatiche e nautiche. Vediamo insieme come organizzare le attività acquatiche con i bambini.

Molti genitori possono sentirsi poco sicuri all’idea di portare i propri figli a bordo di una nave. Probabilmente sono preoccupati per la loro sicurezza e si chiedono cosa fare se i bambini hanno le vertigini, ecc. Ma questa avventura può essere molto divertente e persino indimenticabile per grandi e piccini. Continuate a leggere per scoprire come organizzare le attività acquatiche con i bambini.

Come organizzare le attività acquatiche con i bambini

Affinché genitori e figli si sentano sicuri, è necessario tenere conto di alcuni aspetti importanti e apprendere tutti i dettagli prima di organizzare le attività acquatiche con i bambini. Ci sono alcune regole generali di sicurezza per la navigazione e anche alcune raccomandazioni specifiche sulle precauzioni da prendere con i bambini. Ecco alcuni elementi da conoscere meglio.

Le condizioni meteorologiche

La prima cosa da fare prima di organizzare le attività acquatiche con i bambini è dare un’occhiata alle condizioni meteorologiche. Queste dovrebbero essere ottimali per rendere il viaggio piacevole ed evitare possibili brutti momenti. Se la previsione non è chiara, è preferibile annullare la navigazione ed evitare rischi e situazioni che non possono essere controllate.

L’Istituto meteorologico fornisce tutte le informazioni meteorologiche specifiche per le aree marittime. Queste informazioni sono ampiamente diffuse attraverso i media ed altri strumenti di diffusione che si trovano nei porti turistici. È possibile accedere a queste informazioni anche tramite le trasmissioni radio dei centri di soccorso marittimo.

Bambina su una barca.

Precauzioni per navigare con i bambini in base all’età

L’esperienza di navigazione e le misure di sicurezza da adottare variano in base all’età dei bambini. Ad esempio, i neonati saranno più sicuri nelle cabine e il movimento della nave probabilmente li aiuterà a dormire a lungo.

I bambini dai 5 ai 10 anni generalmente godono dell’esperienza della vela e vivono ogni dettaglio come una grande avventura. I bambini più grandi e gli adolescenti avranno bisogno di ulteriore motivazione per godersi il viaggio. La cosa migliore per loro è coinvolgerli nei compiti della nave: si divertiranno moltissimo.

I bambini devono rimanere sempre sotto la supervisione di un adulto durante il viaggio in barca. Inoltre, devono indossare il giubbotto di salvataggio e, se il mare è agitato, dovranno indossare l’imbracatura di sicurezza. È anche importante insegnare alcune regole di base per navigare ai bambini abbastanza grandi per capire.

Rispettare le istruzioni

Per organizzare le attività acquatiche con i bambini, la prima cosa da spiegare a loro è che sulla nave “comanda il capitano”. Cioè, devono rispettare tutti gli ordini per la loro sicurezza. Un bambino disobbediente può mettere a rischio sé stesso e gli altri durante la navigazione.

Bambina con giubbotto di salvataggio.

I più piccoli devono imparare a rispettare sempre le norme di sicurezza della nave. Ad esempio, dovrebbero sapere che non possono muoversi senza un adulto e che ci sono alcune cose che non possono toccare per nessun motivo, come i comandi della cabina di pilotaggio o la radio.

I bambini dovrebbero imparare a muoversi intorno alla nave aggrappandosi sempre su una parte di essa: “una mano per te, l’altra per la nave”.

Se questi standard di sicurezza vengono rispettati, il divertimento per i bambini è garantito. Oltre alla vela, attività come saltare dalla barca (quando è ancorato e spenta, ovviamente), lo snorkeling o la pesca sono di solito le preferite dei bambini. In generale, ci sono molte attività acquatiche e sport acquatici che si possono praticare insieme a loro.

Attività acquatiche con i bambini: e il mal di mare?

È molto comune per i bambini soffrire di mal di mare in barca. In realtà, succede spesso anche agli adulti: questo può danneggiare seriamente la navigazione. Il mal di mare è meno frequente nei bambini di età inferiore ai due anni. Ci sono alcuni semplici consigli che possono aiutarvi ad evitare le vertigini dei bambini durante la navigazione.

La prima cosa che potete fare è dare loro delle medicine contro il mal di mare che contengono biodramina. È importante che vengano assunte mezz’ora prima dell’imbarco. Un’altra buona raccomandazione è quella di assicurarsi che facciano una buona colazione, che siano idratati e che prendano la vitamina C.

Potrebbe interessarti ...
Come preparare lo zaino per il campeggio
Siamo MammeLeggi in Siamo Mamme
Come preparare lo zaino per il campeggio

Uno zaino per il campeggio ben preparato è necessario per assicurare il divertimento del bambino durante la gita. Ecco alcuni consigli al riguardo.