Segnali di ritardo del linguaggio in bambini di età prescolare

16 febbraio, 2020
Identificare precocemente eventuali segnali di ritardo del linguaggio può aiutarvi a risolvere problemi nell'uso della parola.

Identificare precocemente eventuali segnali di ritardo del linguaggio può aiutarvi a risolvere problemi nell’uso della parola nei vostri figli.

I cicli di sviluppo nei bambini progrediscono a velocità differenti. Di conseguenza, risulta piuttosto difficile definire a che cosa corrisponde esattamente un ritmo normale, dal momento che bisogna rispettare i tempi di ogni singolo individuo.

I segnali di ritardo del linguaggio: come riconoscerli

Ogni bambino è un mondo. Tuttavia, è importante possedere alcuni criteri chiari che ci aiutino a comprendere quali sono i regolari standard di sviluppo, per poter capire se il bambino si sta o meno sviluppando come dovrebbe.

Per esempio, un bambino di 20 mesi che non ha ancora pronunciato una sola parola dovrebbe essere condotto dal medico. In un caso come questo, è importante comprendere se il bambino presenta un qualche problema all’udito o se soffre di un disturbo collegato al linguaggio.

Dare una risposta a queste domande è determinante per poter valutare la situazione del bambino o della bambina e sapere esattamente di che cosa ha bisogno. In questo modo, potrà ricevere l’aiuto adeguato al suo caso specifico.

Esistono alcuni segnali di ritardo del linguaggio che bisogna conoscere per sapere, o almeno intuire, se esiste la possibilità che un bambino presenti alcune difficoltà o perfino un ritardo nell’uso della parola.

È molto importante identificare in maniera precoce questi segnali, per fare in modo che, grazie al supporto adeguato, questi problemi siano risolti in tempo e il ritardo non aumenti. Per questa ragione, in questo articolo vi parliamo di alcuni segnali in grado di indicarvi che un bambino o una bambina presenta un ritardo del linguaggio.

anche se ogni bambino cresce alla propria velocità, è importante conoscere gli standard di un corretto sviluppo

Segnali di ritardo del linguaggio in bambini di età prescolare

Nelle righe che seguono potrete trovare alcuni segnali di ritardo del linguaggio di cui dovreste tenere conto, durante la crescita di vostro figlio. Se questi o altri segni di avvertimento dovessero fare la loro comparsa, parlate immediatamente con il suo pediatra.

È molto importante tenere conto dell’età del bambino o della bambina, per sapere se sta presentando o meno un buono sviluppo.

“Parlare è il modo migliore per comunicare”.

– Anonimo –

2 anni

Il bambino compie degli sforzi per pronunciare le parole ed è capace solamente di imitare lo schema di linguaggio, senza però riuscire a pronunciare delle frasi. Pronuncia solo poche parole ripetutamente ed è incapace di trasmettere messaggi agli altri utilizzando il linguaggio. Presenta difficoltà nel comprendere semplici istruzioni.

Nei casi più gravi, inoltre, è possibile che non esista nessun tipo di linguaggio oppure che vengano pronunciate solo parole slegate tra loro.

in presenza di segnali di ritardo del linguaggio, è necessario rivolgersi al più presto al pediatra

3 anni

Ci sono problemi nel comunicare con altre persone. È possibile perfino che il bambino sia incapace di pronunciare frasi brevi, con gravi limitazioni alla sua capacità di comunicazione. Questa mancanza di linguaggio può renderlo molto frustrato in numerose occasioni, provocando spesso capricci e problemi di comportamento. Non è in grado di spiegare ciò che desidera o di che cosa ha bisogno.

4 anni

A questa età desta preoccupazione il fatto che il bambino non sappia comporre frasi o comprendere istruzioni oppure diverse parole. Anche il fatto che abbia difficoltà nell’uso corretto di “io” e “tu” rappresenta un segnale di allarme.

Proprio come accade quando i bambini hanno 3 anni, questa mancanza di comunicazione adeguata può provocare comportamenti inopportuni, dovuti all’incapacità di esprimere le proprie necessità.

5 anni

A questa età risulta allarmante che il bambino non comprenda ordini semplici o che sia incapace di pronunciare correttamente il proprio nome oppure quello di un’altra persona conosciuta.

Altri segnali di cui potrebbe essere opportuno tenere conto sono rappresentati da problemi nell’uso corretto del tempo passato o dall’assenza dell’uso delle forme plurali, quando il bambino sta parlando. Altrettanto preoccupante è il fatto che non sia capace di raccontarvi storie o avvenimenti che gli sono accaduti a scuola.

Se vi accorgete che vostro figlio inizia ad avere difficoltà nel parlare o a presentare qualche segnale di ritardo, non esitate e rivolgetevi immediatamente al vostro pediatra, in modo che possa visitare adeguatamente vostro figlio.

È importante disporre di una diagnosi che sia la più tempestiva possibile, in modo da avere la possibilità di ricorrere all’aiuto di cui vostro figlio ha bisogno. Grazie a un’adeguata stimolazione, un ritardo del linguaggio può essere relegato nell’oblio.