Essere madre non fa avere uno stipendio ma ricompensa

15 Maggio 2019
Essere madre non fa avere uno stipendio a fine mese. Tuttavia c'è qualcosa di certo: poche cose offrono una ricompensa più grande che quella di crescere un figlio.

Essere madre non fa avere uno stipendio a fine mese. Purtroppo, non mancano le donne che si sentono svalutate da parte del partner, che non riconosce il grande lavoro e le responsabilità che ogni madre affronta ogni giorno. Tuttavia c’è qualcosa di certo: poche cose offrono una ricompensa più grande che quella di crescere un figlio.

Siamo coscienti che oggigiorno sono sempre di più i padri casalinghi che si occupano della crescita dei propri figli e dei lavori domestici. Che sia per scelta o perché è la donna ad avere uno stipendio più alto, sono molti gli uomini che decidono di lasciare il lavoro e dedicarsi esclusivamente a queste occupazioni che sono quasi sempre state affidate alle donne.

Comunque, nella stragrande maggioranza dei casi, sono le madri quelle che riducono la loro giornata lavorativa o rimandano di qualche anno il loro rientro al lavoro. Non è una decisione facile e, per quanto sia compiuta con amore, può causare giorni di totale sconforto.

Vi siete mai chiesti che stipendio guadagnereste se il vostro lavoro di madre (o padre) fosse retribuito nella totalità delle ore lavorate? Per quanto possa sembrare curioso, un uomo ha voluto fare questo calcolo ed il risultato è sorprendente. Oggi a “Siamo Mamme” parleremo di questo.

Se essere madre facesse avere uno stipendio alla fine del mese

Se essere madre facesse avere uno stipendio alla fine del mese

Fermatevi un momento e pensate ad ogni impegno e compito che svolgete durante la giornata con vostro figlio. Siamo sicuri che in questo veloce ripasso delle attività ne avete tralasciate circa 8. Questo per un motivo molto semplice: non ci si rende conto di tutto quello che si arriva a fare, di quello che siamo capaci di ottenere e del modo in cui ogni giorno ognuna di queste cose si normalizza, fino al punto di non avere più importanza.

Riflettete adesso su tutte le categorie professionali che riuscite ad attraversare in un giorno:

  • Baby sitter
  • Donna delle pulizie
  • Fattorino
  • Autista
  • Psicopedagoga
  • Infermiera
  • Cuoca
  • Nutrizionista (sempre preoccupata ad offrire la miglior alimentazione al bambino)
  • Lavandaia e stiratrice
  • Cantastorie
  • Animatrice nei momenti di noia
  • Sorvegliante al parco giochi e quando esce
  • Personal shopper
  • Dog o cat sitter
  • Sorvegliante dei bei sogni
  • Insegnante.

Tutti questi compiti si fanno 7 giorni a settimana, nei 365 giorni dell’anno e nelle 24 ore del giorno. Non ci sono vacanze e neppure giorni di permesso…

Allora, se si potesse prendere uno stipendio per questo, quanto sarebbe? Steven Nelms è un padre di famiglia, un uomo consapevole dei compiti che ogni giorno svolge sua moglie. Per questo non ha avuto dubbi nel fare il calcolo e dare una cifra esatta: 73.960 dollari all’anno (circa 67.950 euro).

Il suo report è diventato virale ed è stato pubblicato con lo slogan «WE ARE GLORY« facendo così un piccolo omaggio a sua moglie.

Non c'è stipendio perchè si guadagna la miglior ricompensa del mondo

Non c’è stipendio, ma si guadagna la miglior ricompensa del mondo

Sia le madri che i padri che decidono di restare a casa per crescere uno o più figli di solito non sentono di star perdendo dei soldi né sentono di sprecare le loro vite. Al contrario, la maggior parte di loro hanno la sicurezza di vivere il momento migliore e che ogni istante dedicato ai propri piccoli li ricompensa in modo significativo.

Siamo tutti coscienti che la nostra società non facilita la conciliazione, che gli orari di lavoro non sono rispettosi delle esigenze dei bambini e non permettono di crescere un figlio come si vorrebbe. Per questo, se nella situazione familiare c’è l’opportunità per uno dei due genitori -se vuole- di restare a casa, è l’ideale per avere altre cose.

La prima è che i bambini crescono con la vicinanza costante di un padre o una madre nei primi anni di vita, essenziali per lo sviluppo psicologico ed emotivo del piccolo. La seconda è quella di poter costruire un legame più stretto e salutare con i figli.

Il premio più grande per una mamma: veder crescere i propri figli

A sua volta, e non meno importante, chi sceglie questa strada deve ricevere un riconoscimento più grande. Solo una madre o un padre che dedica le 24 ore del giorno alla crescita dei figli sa quanto è faticoso avere la mente libera, mettere in tasca la stanchezza e nascondere il sonno in un piccolo cassetto.

Chi da tutto in cambio di un sorriso ed il benessere di un figlio, merita senza ombra di dubbio il nostro maggior rispetto perché pochi compiti possono essere più importanti e meravigliosi allo stesso tempo.