Missione pannolino: quando il bambino si rifiuta

· 24 Aprile 2019
La preoccupazione per i bambini che non superano la fase del pannolino è uno dei temi di conversazione più comuni fra le mamme e una delle domande più frequenti dal pediatra. Cos'è normale? Quando dobbiamo preoccuparci?

Ci siamo. È arrivato il momento che tutti i genitori aspettano e temono: la missione pannolino. Una delle domande che circola spesso fra i gruppi di mamme è “a quanti anni si toglie il pannolino?”.

Se non conoscete la risposta, tranquilli, siete in ottima compagnia. Nell’articolo di oggi cercheremo di fugare qualsiasi dubbio riguardo questa tappa così importante della crescita di vostro figlio.

Siete pronti a scoprire tutti i segreti della missione pannolino? Iniziamo.

Mio figlio usa ancora il pannolino: è normale?

Cos’è normale? Possiamo dire tranquillamente che la “normalità” è più una condizione determinata dalla pressione sociale che dai fatti. Si dice che i bambini dovrebbero togliere il pannolino entro i 3 anni; tuttavia, quando si parla di questioni fisiologiche, non possiamo essere così rigidi.

Se un bambino ha passato i 3 anni e ancora non sa usare il bagno, spesso si dà la colpa ai genitori, che non hanno saputo insegnare al piccolo nel modo giusto o che hanno aspettato troppo per iniziare la missione pannolino.

Anche all’asilo, le altre mamme possono insistere sull’argomento, dando consigli non richiesti sul controllo dello sfintere. Per questo, spesso si sentono mamme confessare, con tristezza e vergogna: “mio figlio ancora usa il pannolino”.

Innanzitutto, non siamo di fronte a nessun dramma. Non si può traumatizzare un bambino solo perché i suoi coetanei hanno già tolto il pannolino. Questa corsa a chi arriva primo si ripete ad ogni tappa dello sviluppo: camminare, parlare o usare le posate per mangiare.

Ma quando parliamo di imparare ad andare al bagno da soli, non stiamo parlando di qualcosa che può essere stimolata o insegnata o, al contrario, di una mancanza di attenzione da parte dei genitori. Si tratta di una tappa determinata da una maturazione biologica del bambino.

La cosa più comune è che i bambini fra i 2 e i 3 anni abbiano raggiunto le condizioni fisiche e psicologiche per lasciare il pannolino.

Tuttavia, come abbiamo già detto, non si tratta di un limite tassativo. Per questo motivo, è fondamentale rispettare i suoi tempi e, allo stesso tempo, supportare il piccolo in questa tappa importante.

Bambino sul vasino

Togliere il pannolino richiede tempo

Alcuni bambini riescono a togliere il pannolino da un giorno all’altro, ma per la maggior parte, ci vogliono almeno un paio di settimane.

Affinché il bambino riesca ad andare al bagno da solo, i suoi organi e il suo sistema nervoso devono essere maturi. Questa maturazione avviene intorno ai tre anni, ma si tratta sempre di un’età orientativa.

Uno degli segnali che vostro figlio è pronto per togliere il pannolino è quando avvisa di aver fatto pipì o cacca e vuole essere cambiato; altre volte, può avvisare proprio mentre sta facendo le sue cose, o che deve fare pipì.

Tutti questi sono segnali che il bambino ha iniziato a percepire questi stimoli del suo corpo e che vescica e intestino stanno inviando i messaggi corretti al cervello.

“Generalmente, i bambini fra i 2 e i 3 anni d’età già sono hanno la condizione fisica e psicologica per togliere il pannolino. Tuttavia, come abbiamo già detto, non è un limite tassativo; è molto importante rispettare i tempi del piccolo.”

Missione pannolino: tutti i consigli di cui avete bisogno

Che devo fare se mio figlio non vuole togliere il pannolino? Qui di seguito vi diamo qualche consiglio per affrontare questa tappa:

  • Togliere il pannolino non ha niente a che vedere con l’età, è una tappa che deriva dallo sviluppo fisiologico.
  • Non si tratta di una gara con le altre mamme. Non date peso ai commenti che mettono a confronto la maturazione di vostro figlio con quella dei suoi compagni. Ogni bambino è una persona diversa, con il proprio ritmo.
  • L’estate è una stagione come un’altra. Evitate di aspettare un momento preciso per togliere il pannolino. Fatelo quando vedete che il bambino è pronto.
  • Evitate le punizioni quando non riesce ad arrivare in tempo al bagno.
Missione pannolino: tutti i consigli

  • Imporre la vostra volontà è controproducente. Il bambino toglierà il pannolino quando sarà pronto, non quando lo direte voi.
  • Possono esserci “regressionied è del tutto normale. Soprattutto se si sommano cambiamenti della routine familiare, come l’arrivo di un fratellino o sorellina, o un cambio di casa.

Affinché la missione pannolino sia divertente ed efficace, il compito dei genitori è quello di prestare attenzione alle necessità del bambino. Comprare un vasino colorato o inventare giochi può essere una buona idea.

Possiamo anche fargli vedere come ci si deve sedere, dandogli l’esempio, leggergli un libro mentre sta “aspettando” di fare pipì e festeggiare quando ci riesce. Ma soprattutto, tenere a portata di mano tantissimi cambi, per rimediare agli “incidenti di percorso”.

“Mio figlio usa ancora il pannolino” è una frase ricorrente negli studi medici e all’asilo, ma non è niente di cui ci si debba vergognare, né sentirsi colpevoli.

Il bambino, verso i tre anni, inizierà ad andare al bagno da solo, ma per farlo avrà bisogno prima di tutto del nostro aiuto e sostegno, senza pressioni né giudizi.