Figlio mio, se solo avessi dei poteri per evitarti ogni sofferenza…

· 22 Gennaio 2018

 

Figlio mio, se solo potessi passarti la mano sulla fronte e toglierti  la febbre in un secondo… Mi piacerebbe avere poteri magici per alleviare in un istante tutte le tue sofferenze, rimarginare ogni tua ferita, fugare i tuoi timori, curare tutti i tuoi raffreddori, le coliche… Invece, noi mamme e papà abbiamo solo il potere dell’amore. E di quello ci accontentiamo per difenderti, proteggerti, scacciare tutte le tue paure e lenire le possibili sofferenze.

Siamo sicuri che, in quanto genitori, avrete pensato la stessa cosa in più di ogni occasione.  A tutti noi piacerebbe avere la capacità di allontanare dai nostri figli tutto il dolore e anche, perché no, qualsiasi problema o piccolo fastidio che possa presentarsi in qualunque momento.

Anche se talvolta nella quotidianità si dice che è bene che i bambini più piccoli cadano ogni tanto per imparare a rialzarsi, non tutti i genitori sono d’accordo.  Se potremo, spianeremo loro la strada affinché non inciampino, affinché non scivolino. Arriverà il momento in cui impareranno dai propri errori, in cui la vita offrirà loro quelle preziose opportunità di apprendimento.

D’altro canto, poche cose sono per noi più sfiancanti e dure del vedere i nostri figli ammalati. A volte ci basta vedere la sofferenza che provano durante la dentizione o quando hanno il raffreddore, per spingerci a desiderare di farci carico dei loro disturbi, del loro dolore o della loro febbre.

Tuttavia, che lo vogliamo o no, crescere un figlio è anche questo: saper affrontare i momenti difficili  e capire che non abbiamo il potere di chiuderlo in una bolla protettiva inaccessibile al dolore, alle cadute, ai virus o alle infezioni.  Però, ed è qui che sta la vera magia, mamma e papà possono “curare” in molti altri modi…

Figlio mio, se avessi i poteri farei in modo che niente ti faccia soffrire…

Anche i papà hanno i poteri

Li vediamo così piccoli e così fragili che ne siamo spaventati. Non appena vengono al mondo e vediamo il loro viso, in noi si innesca un bisogno di protezione assoluta.  Il loro pianto ci spezza il cuore, siamo attenti a ogni loro movimento, ci piace sentirli respirare e ci chiediamo sempre se stanno bene, se hanno freddo, se hanno fame, paura…

Questa sensazione è assolutamente naturale e persino necessaria. È così che garantiamo la sopravvivenza dei nostri figli, che si risvegliano in noi quei “superpoteri” che nonostante le numerose notti in bianco, ci mantengono all’erta. È così che anticipiamo qualsiasi pericolo. O che nasce  in noi quell'”istinto” materno o paterno che, anche se ci sorprende, ha più di una capacità straordinaria.

I poteri della mamma sono i suoi baci

Questo è senza dubbio un dato curioso e speciale. Secondo uno studio compiuto presso l’Università di  Pittsburg su 248 casi e nell’arco di quasi 5 anni, ogni volta che un bambino si faceva una piccola ferita, a causa per esempio di una caduta, il bacio della mamma era molto più efficace di una medicazione.

Come si spiega? È molto semplice: i baci, le carezze o gli abbracci sortiscono sui bimbi un effetto tranquillizzante.  Questa vicinanza affettuosa ci fa a sua volta secernere ossitocina e con essa le endorfine, quegli ormoni responsabili del nostro benessere che rafforzano il sistema immunitario.

È ovvio che il bacio della mamma non cura nessuna ferita. Però, fa in modo che la guarigione sia più rapida, questo sì. È per questo che in molti ospedali permettono ai papà e alle mamme di rimanere con i figli quando vengono ricoverati. I piccoli soffrono meno lo stress e la paura, e sono quindi in grado di affrontare meglio gli interventi e la degenza postoperatoria.

Un bacio aiuta i bambini a guarire dalle piccole ferite

Papá offre sicurezza, papà ci protegge da tutto

Lo ha detto Sigmund Freud: poche cose sono così preziose per un bambino come sentirsi protetto dal suo papà.  È ovvio che anche una mamma ha questa capacità, ma quando un bambino può contare su due genitori, sfrutta sempre il rifugio vicino, gentile e confortante delle braccia del papà, in cui crescere e vedere il mondo, dove sa che niente di male può accadergli.

Per questo, se sei padre non dubitarne. Ogni volta che tuo figlio avrà la febbre, avrà paura o gli farà male il ginocchio per essere caduto nel cortile della scuola, sollevalo bene in alto tra le tue braccia e tienilo vicino a te. Si sentirà subito molto meglio, perché anche i papà, così come le mamme, guariscono.  Anche loro hanno i poteri.