7 consigli per superare la paura del parto

· 30 maggio 2018

La paura del parto può andare dalla semplice apprensione fino a vera e proprio ansia. Si tratta di una cosa abbastanza naturale, dal momento che quasi ogni madre ci è passata.

Tutto è pronto per l’arrivo del bambino. Avete portato a termine tutti i preparativi e siete felici e impazienti. Ma nonostante tutto, può essere che qualcosa vi spaventi. È necessario superare la paura del parto, specialmente quando si tratta della prima volta.

Nonostante le visite prenatali e i progressi nella tecnologia medica siano lì per tranquillizzarvi, l’ansia del parto è completamente normale. Questo, inoltre, può danneggiarvi sia fisicamente che psichicamente.

Il parto è un’esperienza unica e irripetibile. Tuttavia, quando le cose non vanno come sperato, può lasciare un ricordo amaro.

Per questo motivo è essenziale che organizziate il giorno della nascita del bambino nel miglior modo possibile, e che manteniate la calma per evitare ogni tipo di conseguenze dovute allo stress durante il parto.

7 consigli per superare la paura del parto

A seguire, vi mettiamo a disposizione 7 consigli per superare la paura del parto:

1. Informatevi sulla maternità

Il primo consiglio è di, non appena vi è possibile, individuare i reparti di maternità presenti nella vostra città. Un buon conforto può essere il leggere dei commenti su internet, chiedere l’opinione dei vostri familiari e dei vostri amici.

Una volta scelta la sala di maternità, individuare gli spazi e camminare dentro al centro ospedaliero vi aiuterà. Visualizzerete i luoghi e, in questo modo, anticiperete meglio l’arrivo del bambino.

Donna in gravidanza si accarezza il pancione

2. Anticipate l’arrivo del bambino

Per ridurre lo stress causato dal parto e anticipare l’arrivo del bambino, potete leggere libri specializzati che vi permettano di conoscere le diverse fasi. Questi vi aiuteranno a dissipare alcuni dubbi e a rispondere alle domande che potete avere.

Non dimenticate di decorare la cameretta dei bambini e finire gli ultimi preparativi in modo da anticipare la nascita di vostro figlio.

3. Provate tecniche di respirazione

Se ancora non lo avete fatto, approfittate della gravidanza per provare tecniche di respirazione come la sofrologia, l’aptonomia o lo yoga. Queste discipline renderanno possibile il rilassamento della mente e dei muscoli.

4. Conoscete l’équipe medica

Prendetevi del tempo per trovarvi con il ginecologo, l’anestesista e l’ostetrica che assisteranno alla nascita del piccolo. Non esitate a fare domande e ad esprimere le vostre preoccupazioni.

Dovete ricordarvi che non siete la prima persona che passa per questo momento; di conseguenza, questi professionisti sono abituati a trattare con l’ansia delle future mamme. Siate certe che in questi casi non ci sono domande stupide. La cosa principale è che vi sentiate tranquille.

“Il momento in cui nasce il bambino, nasce anche la mamma. La donna esisteva già, ma la madre no. Una madre è qualcosa di assolutamente nuovo.”

-Bhagwan Shree Rajneesh-

5. Chiedete aiuto al vostro compagno

Il vostro compagno deve essere il vostro primo appoggio. Chiedetegli di essere presente e attivo durante il parto. Lui può incoraggiarvi, ma anche calmarvi tramite massaggi, carezze o ciò che gli chiedete di fare.

Se avete bisogno anche di un supporto femminile, dovete sapere che ci sono ragazze, chiamate anche doule, il cui ruolo è esattamente quello di rimanere con voi e appoggiarvi in questo grande momento.

6. Il dolore può essere ridotto

Sicuramente, dire che un parto è indolore non ha senso. Tuttavia, se volete partorire senza epidurale, ci sono molti metodi efficaci per ridurre le contrazioni dolorose:

  • Il fatto di muoversi, camminare o ballare favorisce una discesa più rapida del bambino.
  • Una buona respirazione è essenziale durante il travaglio. Permette di canalizzare l’energia e trattenere tutte le forze necessarie ad espellere il neonato il più rapidamente possibile.
  • Accompagnare ogni contrazione visualizzando gli spostamenti del bambino fa sì che non ci si possa concentrare unicamente sul dolore.
  • Tra le contrazioni, è necessario rilassarsi al massimo e svuotare la mente per non essere in uno stato di tensione costante.
Metodi per ridurre il dolore del parto

7. Positività

Infine, il modo migliore per superare la paura del parto è semplicemente pensare in modo positivo al momento magico in cui finalmente potrete, dopo tutti questi lunghi mesi di attesa, tenere il piccolo fra le vostre braccia.

Come in qualsiasi altra situazione quotidiana, rimanere positive e piene di speranza vi aiuterà a rinforzarvi mentalmente per affrontare questo momento così speciale.

Per finire, dovete tenere conto del fatto che qualsiasi sia l’origine delle vostre paure, l’ideale è ricevere l’appoggio di un professionista. Anche assistere a corsi di preparazione al parto, condividere i vostri timori con l’ostetrica o consultare il vostro ginecologo aiuteranno a risolvere molti dubbi e a ridurre la paura del parto.