Circa 200 milioni di donne non pianificano la maternità

Vari aspetti culturali, economici e sociali possono condizionare una mancanza di pianificazione familiare. Questo può essere un problema per molte donne, anche se in alcuni casi non è importante.
Circa 200 milioni di donne non pianificano la maternità

Ultimo aggiornamento: 25 ottobre, 2021

Nonostante le procedure di pianificazione familiare siano ormai note e legali da molti anni, più di 200 milioni di donne non pianificano la maternità perché non hanno i mezzi per farlo. Finora queste donne che, come altre, non vogliono rimanere incinte, possono ricorrere solo a metodi antichi, come lasciare i mariti fuori di casa.

Le moderne procedure contraccettive non sono ancora accessibili alle donne nei paesi in via di sviluppo, che sopravvivono con l’uso di metodi effettivamente inefficaci, causa principale del sovraffollamento e di altre difficoltà. Non essere in grado di pianificare la maternità può innescare una serie di complicazioni personali, sociali e di salute.

Secondo il rapporto del Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione e lo Sviluppo (UNFPA), esistono molti posti dove non è possibile decidere quanti figli avere e quando averli; qualcosa che è diventato un problema di sopravvivenza, perché comporta vari rischi. Gravidanza adolescenziale, complicazioni durante il parto, aborto, la famosa “fistola ostetrica”, tra gli altri, sono i problemi affrontati in queste regioni per la stessa causa.

Allo stesso modo, la mancata pianificazione della maternità è causa di mortalità materna e infantile. Sia le madri che i bambini sono colpiti da un ciclo infinito di gravidanze indesiderate, una situazione che inizia in tenera età, perché questo è il futuro delle ragazze in molti paesi. Secondo l’UNFPA, circa 200 milioni di donne non hanno accesso all’educazione sessuale e meno ai contraccettivi.

Anche se vorrebbero, 200 milioni di donne non pianificano la maternità

Finora, secondo i dati delle Nazioni Unite, non è bastato che la maggior parte dei paesi affiliati abbia accettato la legalizzazione dei contraccettivi, serve ancora un impegno maggiore nell’educazione sessuale. In paesi come la Sierra Leone, non sorprende che solo l’8% delle coppie utilizzi metodi contraccettivi moderni, ma lascia perplessi che in Guatemala sia un misero 34%, perché è un paese più modernizzato con usanze molto diverse.

In Spagna non si è molto avanti in questo senso, perché con il 62% si è ancora molto lontani dall’82% esibito dalle coppie norvegesi. Le differenze in questi casi non sono dovute a una questione di pensiero, è un dato di fatto che anche tutte quelle coppie che sono al di fuori di questo calcolo sono disposte a fare qualcosa.

200 milioni di donne

Pianificare la maternità è una responsabilità che le coppie hanno con se stesse. Poter ritardare l’arrivo dei figli o interrompere una gravidanza è fondamentale per le famiglie moderne per raggiungere altri obiettivi. Parliamo però di cifre scandalose riguardo alla mancanza di interventi per risolvere il problema delle gravidanze indesiderate.

In questo senso, durante il Forum europeo della popolazione e dello sviluppo, EPF, l’Unione europea ha sollevato la necessità di migliorare l’educazione sessuale, poiché sembra essere il problema principale. Senza l’accesso ai metodi contraccettivi, la risoluzione di questo problema è complicata, ma affinché le coppie decidano di utilizzarlo, devono conoscerli e accettarli.

La pianificazione paga

L’UNFPA si concentra sulla promozione dell’uso della contraccezione e altre fondazioni si dedicano a convincere i governi che si tratta di un investimento che può far risparmiare loro milioni. Per ogni euro che il governo investe nella pianificazione familiare, ne risparmia sei in spese sanitarie per aborto, mortalità, morbilità e congedo di maternità.

af13f42729bc1a5a1860b3ab2c4d48ff

I progressi medici nelle procedure concettuali hanno lasciato opzioni anche ai più scettici. Dispositivi forse più complessi, costosi o difficili da usare, ironia della sorte tendono ad essere i più efficaci per le persone con poca cultura contraccettiva; ad esempio, gli iniettabili o gli impianti hanno un tempo di efficacia più lungo, quindi non è necessario essere così attivi con loro.

In Spagna, la carenza di educazione sessuale batte altri problemi legati alla mancata pianificazione. È certo che ogni anno almeno 13mila adolescenti interrompono la gravidanza e altre 1.300 partoriscono. Questo dato ci dice che i giovani hanno bisogno di più informazioni e accesso ai metodi contraccettivi, cosa a cui il governo non dovrebbe nemmeno pensare.

Sebbene la ricompensa per questo investimento sia chiara, la differenza tra i paesi è ancora molto evidente. Nei paesi dove regna la povertà, una carenza del sistema sanitario o complicate disposizioni sociali, i bassi livelli di pianificazione sono in qualche modo comprensibili. Tuttavia, nei paesi sviluppati non c’è spazio per trascurare le pratiche contraccettive.

Potrebbe interessarti ...
Metodi contraccettivi non ormonali: ecco quali sono
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Metodi contraccettivi non ormonali: ecco quali sono

Conoscete tutti i metodi contraccettivi non ormonali e il loro funzionamento? In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere.



  • ONU. (2019). Doscientos millones de mujeres no pueden evitar el embarazo porque no tienen acceso a los anticonceptivos. Organización de las Naciones Unidas. https://news.un.org/es/story/2019/11/1465291
  • Garcia-Esteve, L., Torres, A., Navarro, P., Aguado, J., & Ascaso, C. (2005). Maternidad no planificada y psicomorbilidad: Un riesgo evitable. Revista de Psiquiatría de la Facultad de Medicina de Barcelona. https://psycnet.apa.org/record/2005-14009-001