Curare le afte nei bambini: cosa fare?

· 17 ottobre 2018
Anche se sembrano un problema di poco conto, le afte o ulcere possono essere il sintomo di un disturbo digestivo o virale. Inoltre, sono dolorose. In questi casi l'ideale è ricorrere a prodotti indicati dal medico per curare le afte nei bambini il prima possibile.

Le afte sono ulcere che si formano in bocca e che causano bruciore, dolore e un grande fastidio quando si mangia. Nei bambini queste lesioni possono rappresentare un vero supplizio. L’aspetto peggiore è che alcune possono durare a lungo, dunque conviene conoscere alcuni trucchi per curare le afte nei bambini.

Non bisogna essere esperti per riconoscere un’afta nella bocca dei piccoli: sono rotonde, di colore bianco o giallastro e circondate da un’area rossa. Il dolore, inoltre, provocherà continue lamentele (senz’altro giustificate) da parte dei bambini. Vediamo in questo articolo come curare le afte nei bambini

I dolori si intensificano quando si ingeriscono alimenti caldi, salati, piccanti o acidi; accade lo stesso con certi liquidi o quando si lavano i denti. In genere ai bambini e ai neonati compare una sola afta, ma è anche possibile che se ne presentino diverse insieme. Di solito passano dopo 7 o 10 giorni, o di più se sono grandi.

Cause delle afte nei bambini

Non è sempre possibile determinare la causa delle ulcere nei bambini. Tuttavia, molte possono apparire come conseguenza di un’infezione virale. Altre, invece, si devono a reazioni indesiderate a certi alimenti, disturbi digestivi o reazioni allergiche.

Anche lo stress e la mancanza di vitamine e nutrienti come il ferro, la vitamina B12 o l’acido folico, possono essere motivo della comparsa delle afte. Allo stesso modo, alcuni problemi al cavo orale (come una pulizia molto aggressiva, un trattamento ai denti o persino mordere il labbro) possono scatenare questa risposta del sistema immunitario.

In uno qualsiasi di questi casi, si consiglia di intervenire il prima possibile, invece di aspettare che il problema passi da solo.

Bambina che si copre la bocca

Come curare le afte nei bambini?

Le afte compaiono nelle gengive, nella faccia interna delle labbra o delle guance. Per questo motivo, entrano in contatto con tutti gli alimenti che il bambino ingerisce e, di conseguenza, causano un intenso dolore. Diventa importante, dunque, contare su adeguati rimedi per curare le afte nei bambini. A seguire ve ne presentiamo alcuni:

1. Paracetamolo per il dolore

La soluzione più sicura per curare le afte nei bambini, soprattutto quando durano a lungo o sono molto grandi, è chiedere al medico la prescrizione di alcuni medicinali. Se il bambino soffre a causa di malesseri troppo intensi, il medico può indicare l’assunzione di paracetamolo per calmare il dolore.

Per trattare le afte in sé, si possono usare prodotti come quello che descriviamo nel seguente punto. Bisogna sottolineare che gli antibiotici e gli antinfiammatori di solito non sono efficaci in questi casi.

2. Soluzione antisettica

Le soluzioni antisettiche vengono applicate tramite un contagocce, ma sono disponibili anche le versioni spray. Con una piccola dose di soluzione antisettica 3 o 4 volte al giorno, è possibile curare le afte nei bambini in poco tempo.

I dolori si intensificano quando si ingeriscono alimenti caldi, salati, piccanti o acidi; accade lo stesso con certi liquidi o quando si lavano i denti.

Bambino con dolore in bocca

3. Sciacqui orali

Alcuni sciacqui orali efficaci per le afte in bocca possono essere acquistati senza ricetta. Bisogna però evitare di applicare quelli contenenti alcol, dato che peggiorano l’irritazione. D’altro canto, fare degli sciacqui a base di acqua è sale è molto efficace; un altro trucco naturale è l’applicazione di bicarbonato di sodio e acqua direttamente sull’afta, ma causa un forte bruciore.

4. Medicinali più potenti

Talvolta è necessario un intervento medico più specifico per attaccare le cause scatenanti delle afte. In questi casi di solito vengono prescritti rimedi come sciacqui orali di clorexidina gluconato o corticosteroidi.

Trattare i disturbi digestivi è una misura molto efficace per prevenire e curare le afte nei bambini, in vista del fatto che durante l’infanzia si è più sensibili a certi alimenti.

Quando bisogna preoccuparsi?

Le afte possono apparire nei bambini come un sintomo di un’infezione virale. Per questo motivo, se il piccolo presenta altri segnali allarmanti, come febbre e linfonodi gonfi, sarà necessario consultare il medico per scongiurare ulteriori complicazioni.

Bisogna anche verificare che il malessere non si prolunghi più del normale né che sia troppo inteso, al punto da compromettere la vita quotidiana. Se il bambino si sente abbattuto o il dolore è molto forte, bisogna rivolgersi al pediatra.