La comunicazione in famiglia è importante: ecco come si crea

14 Dicembre 2019
Sforzarsi di avviare e consolidare una comunicazione in famiglia di qualità è cruciale. Vi spieghiamo perché e come si fa. 

La comunicazione in famiglia è importante perché aiuta a creare e a mantenere un clima affettivo in casa. Inoltre, permette ai membri di esprimere le loro emozioni, i loro sentimenti e le loro preoccupazioni in modo sano.

La comunicazione in famiglia equivale a benessere

Probabilmente, la maggior parte dei conflitti e dei problemi che nascono tra i membri della famiglia sorge in seguito a una cattiva comunicazione o dalla totale assenza della stessa. Se non si mantengono adeguatamente aperte le linee di comunicazione, i familiari non godranno della fiducia necessaria per potersi esprimere; al contempo, sorgeranno malintesi e dispute con relativa frequenza.

Una famiglia che riesce a stabilire una comunicazione di qualità e affettiva in casa sarà capace di risolvere i conflitti in modo più efficace e meno nocivo. Per di più, le relazioni interpersonali miglioreranno, perché i membri familiari si sentiranno sostenuti e compresi gli uni dagli altri.

Famiglia che parla durante la colazione

Tuttavia, riuscire a stabilire un clima favorevole in casa può divenire un obiettivo complicato se ogni membro della famiglia manifesta un diverso stile comunicativo. Detto questo, qual è il modo migliore per comunicare?

In che modo comunichiamo?

Per ottenere una comunicazione sana in casa, è importante conoscere i diversi stili comunicativi che possiamo manifestare. Tali stili di comunicazione vengono suddivisi in tre tipi: assertivo, passivo e aggressivo.

  • Stile assertivo. Lo psicologo Carlos  J. Van-der Hofstadt e l’economista José María Gómez affermano che la persona che possiede questo stile comunicativo è capace di esprimere sentimenti, idee e opinioni difendendo i suoi diritti e rispettando quelli degli altri. In altre parole, la persona assertiva riesce a esprimersi in modo adeguato e senza aggredire, in cerca della negoziazione.

«L’atteggiamento assertivo si regge su un sistema di convinzioni che garantisce il rispetto dei propri diritti personali e di quelli degli altri.»

-Yolanda Quiles-

  • Stile passivo. Secondo Van-Der Hofstadt e Gómez, la caratteristica principale di questo stile è che la persona si preoccupa di accontentare gli altri. Detto in altro modo: le persone passive non difendono i loro diritti se per farlo devono ignorare quelli degli altri. Il loro obiettivo è evitare i possibili conflitti. Di conseguenza, le persone passive non sono solite ottenere quello che desiderano, il che causa loro frustrazione, blocco emotivo, insicurezza e persino ira repressa.
  • Stile aggressivo. All’estremo opposto dello stile passivo, troviamo le persone con uno stile comunicativo di tipo aggressivo, le quali non rispettano i diritti, i sentimenti e gli interessi altrui. In altre parole, si preoccupano solo di difendere a ogni costo i loro diritti e difficilmente cambiano opinione e capiscono il punto di vista degli altri.

Alla luce di ciò, risulta estremamente positivo saper sviluppare abilità assertive per la comunicazione in famiglia. Alcune forme di condotta assertiva sarebbero dire di “no”, accettare una critica se si pensa che sia motivata o confutarla se non è così, accettare i complimenti e gli elogi senza esprimere falsa modestia, etc.

Come garantire una buona comunicazione in famiglia?

Conversare con frequenza

Al giorno d’oggi, trovare del tempo libero da trascorrere in famiglia risulta sempre più difficile, una vera sfida. Nonostante ciò, non dobbiamo considerare il tempo in famiglia come “tempo libero”, bensì dobbiamo intenderlo come una responsabilità, rendendolo così parte della nostra quotidianità.

Per esempio, riproponetevi di dedicare un momento specifico della giornata per parlare con i vostri figli, per esempio l’ora prima di andare a letto, un lasso di tempo al giorno da trascorrere in famiglia, oppure programmate delle riunioni familiari.

Genitori che parlano con i figli

Concentrarsi sui punti di forza della famiglia

Secondo Rick Peterson e Stephen Green, specialisti nello sviluppo umano, le famiglie sane e di successo realizzano periodicamente un inventario delle loro forze e dello loro debolezze. In altre parole, si tratta di parlare e riflettere in famiglia su quello che si fa bene o male, al fine di adottare delle misure per migliorare l’ambiente familiare.

Mostrare interesse verso ogni membro della famiglia

Per iniziare, risulta fondamentale saper ascoltare con attenzione, soprattutto quando stiamo comunicando con i nostri familiari. Questo vuol dire fare tutto il possibile per capire il punto di vista delle altre persone e riconoscere e rispettare le loro prospettive.

Una tra le migliori strategie perottenere un ambiente familiare sano consiste senza dubbio nel mostrare interesse verso i nostri cari. Quando facciamo attenzione alle preoccupazioni e ai desideri dei nostri familiari, dimostriamo loro che gli vogliamo bene, al tempo stesso si sentiranno valorizzati e apprezzati.

In sintesi, sforzarsi di stabilire una buona comunicazione in famiglia offre numerosi benefici, come migliori relazioni interpersonali, maggiore fiducia verso i membri della famiglia, ma anche un aumento dell’autostima e della soddisfazione familiare; infine, una migliore risoluzione di problemi e conflitti.

  • Hofstadt, C.J. y Gómez, J.M. (2006).Competencias y habilidades profesionales para universitarios. Ediciones Díaz de Santos. Madrid: España.
  • Peterson, R. y Green, S. (2009). Families First-Keys to Successful Family Functioning: Communication. VCE Publications. 350-092. Recuperado de: https://www.pubs.ext.vt.edu/350/350-092/350-092.html