Ho tutto ciò che desidero: non posso chiedere di più alla vita...

"Ho tutto ciò che desidero": è una frase difficile da dire, ma potentissima.
Ho tutto ciò che desidero: non posso chiedere di più alla vita...

Ultimo aggiornamento: 06 gennaio, 2021

“Ho tutto ciò che desidero”: se comprendiamo la verità di questa frase, ci rendiamo conto che rimpianti e insoddisfazioni non hanno alcuna ragione di esistere nella nostra vita.

Ammettiamolo: a volte lasciamo correre a briglia sciolta i nostri sogni fino a che questi non si perdono oltre l’orizzonte. Tuttavia, la maggior parte delle volte, la felicità più autentica fiorisce un po’ più vicino, nel giardino di una vita semplice, lì dove è sufficiente avere vicino le persone che più amiamo: il nostro partner e i nostri figli.

Albert Einstein diceva, molto opportunamente, che esiste una forza motrice molto più potente del vapore, dell’elettricità o dell’energia nucleare: è la nostra volontà. È proprio questa forza, infatti, che giorno dopo giorno ci spinge a lottare per ciò che troviamo significativo, per quelle piccole cose che meritano le nostre cure e attenzioni, perché ci donano una vera soddisfazione.

“Non sprecare il tuo tempo, perché è di questa materia che è fatta la vita…”.

– Benjamin Franklin –

Adottare e applicare questa idea, quella di prenderci cura e rispettare ciò che amiamo, è fondamentale per dare vita a un’educazione felice e soddisfacente. Infatti, un errore che arrivano a commettere molti papà e molte mamme consiste nel sognare sempre quell’ideale di perfezione, dal quale, a lungo termine, non facciamo che ricevere un’infinità di frustrazioni. E nel quale, ciò che è ancor peggio, finiamo per trascurare le necessità autentiche.

Non abbiamo bisogno di una vita di sogno, di una casa ideale, che i nostri figli vadano alle scuole migliori, che acquisiscano al più presto un gran numero di competenze, che siano i più alti o i più belli… E nemmeno noi abbiamo bisogno di essere per gli altri il riflesso di una famiglia perfetta, che può fare qualunque cosa e che raggiunge qualunque obiettivo si proponga.

Accettiamolo al più presto: non esistono famiglie perfette né coppie perfette né tanto meno figli perfetti. Esistono persone reali che sanno molto bene quali sono le vere priorità, quelle che si basano su una sola condizione: la felicità.

Sogno che in questa vita il mio bambino riesca a diventare ciò che desidera

Sognare le stelle è bello, ma non se ci fa dimenticare la bellezza che abbiamo a portata di mano.

Sognare fa bene, non solamente perché non costa nulla, ma anche perché ci aiuta a mettere a fuoco determinati obiettivi. In questo modo possiamo lottare per raggiungerli, per trasformarli in realtà. Tuttavia, quando siamo una famiglia, quando formiamo una buona squadra con il nostro partner, un qualcosa che ci arricchisce davvero è costruire sogni comuni. È qui che i nostri figli diventano spesso i protagonisti principali.

  • Come genitori, però, un errore che non dobbiamo mai commettere è quello di programmare in anticipo come dovrà essere la vita dei nostri figli. Non va bene concentrare sui bambini i desideri frustrati che ci appartengono. Facciamo in modo che siano loro a proiettare il proprio futuro.

Allo stesso modo, un aspetto che possiamo condividere dalla lettura di Crescere i nostri figli, crescere noi stessi di Naomi Aldort è che, in questa piccola squadra che formiamo tra le mura domestiche, se c’è qualcosa che deve prevalere è il senso della libertà.

Libertà intesa come principio di realizzazione personale, come opportunità di sviluppo, per continuare a crescere come persone, accettando nuovi sogni e nuove sfide, nelle quali ci sentiamo sempre sostenuti dai nostri familiari. “Tutto ciò che desidero” è già qui, tra le nostre mani.

E, all’improvviso, mi rendo conto di avere già tutto ciò che desidero

Tutto ciò che desidero è la mia famiglia e la felicità che ne deriva.

E all’improvviso, quasi da un giorno all’altro, vi rendete conto che non c’è niente altro che desideriate. L’unica cosa che volete è che non cambi nulla, che i secondi continuino a essere scanditi con la stessa armonia, felicità ed equilibrio che li caratterizzano adesso.

Forse non avete tutto ciò che avete sognato in passato: il miglior lavoro del mondo, tempo per divertirvi ogni volta che lo desiderate oppure un conto corrente con tanti zeri.

Eppure… che importanza ha tutto ciò, adesso? Ogni giorno appoggiate la guancia sul cuscino sapendo che il vostro bebè cresce felice, sano e bello. Ogni mattino fate colazione con il vostro partner mentre vi scambiate sguardi di complicità. Perché non servono le parole per dirvi che state bene e che alla vita non chiedete niente di più di ciò che avete già, della vostra armonia… Di essere la migliore squadra del mondo. A pensarci bene, è proprio questo “tutto ciò che desidero”.

Insegnerò al mio bambino a ballare sotto la pioggia: questo è tutto ciò che desidero

Nella vostra vita di famiglia ci saranno giorni buoni e giorni cattivi. Compariranno sfide e imprese che a prima vista vi sembreranno insuperabili. Tuttavia, nonostante tutte queste difficoltà, alti e bassi economici e crisi personali, continuerà a essere la vita che vi piace, per un motivo molto semplice: lì vivono le persone che più amate.

“Una delle cose più sfortunate che possano accadervi nella vita è avere un’infanzia felice”.

– Agatha Christie –

  • Inoltre, è probabile che, a mano a mano che i vostri figli crescono, aumentino un po’ le richieste da parte loro. Vorranno cose, esigeranno diritti e libertà. Si confronteranno con i loro compagni di scuola per scoprire che forse non hanno gli stessi vestiti o gli stessi giocattoli, oppure che non seguono lo stesso stile di vita di altre famiglie.
  • Si tratterà, senza alcun dubbio, di un momento cruciale. Sarà l’istante nel quale dovremo insegnare loro il valore di quella felicità che deriva dalla semplicità. Quella nella quale il vero benessere non nasce mai dal semplice fatto di accumulare cose, di avere oggetti, vestiti firmati o tecnologia di ultima generazione.
Tutto ciò che desidero è una corsa sotto la pioggia con la mia famiglia.

L’autentico benessere nasce dall’autostima, da un pomeriggio di gioco trascorso nel parco, da una gita alla spiaggia con la famiglia, da un’escursione in bicicletta con papà, dall’adottare un animale domestico, dal farsi nuovi e buoni amici, dall’imparare a disegnare con la mamma.

Dal sentire come, giorno dopo giorno, siamo più grandi, più sicuri, più liberi, più competenti… Se ci pensate bene, è proprio così: “Questo è tutto ciò che desidero”.

Vale la pena insegnare ai nostri figli che, a volte, la vita non è perfetta. Non è l’esempio perfetto di ciò che ci raccontano i libri di storie. Ciononostante, può essere meravigliosa.

Potrebbe interessarti ...
Mio figlio è una fonte inesauribile di amore
Siamo MammeRead it in Siamo Mamme
Mio figlio è una fonte inesauribile di amore

L'amore è vita, è felicità, è allegria. E mio figlio è tutto questo e anche di più. Mio figlio è l'amore più bello che abbia mia provato



  • Bowlby, J. (1986). Vínculos afectivos: formación, desarrollo y pérdida. Madrid: Morata.
  • Bowlby, J. (1995). Teoría del apego. Lebovici, Weil-HalpernF.
  • Garrido-Rojas, L. (2006). Apego, emoción y regulación emocional. Implicaciones para la salud. Revista latinoamericana de psicología, 38(3), 493-507. https://www.redalyc.org/pdf/805/80538304.pdf
  • Marrone, M., Diamond, N., Juri, L., & Bleichmar, H. (2001). La teoría del apego: un enfoque actual. Madrid: Psimática.
  • Moneta, M. (2003). El Apego. Aspectos clínicos y psicobiológicos de la díada madre-hijo. Santiago: Cuatro Vientos.