Imparare a dire no ai figli: tutti i vantaggi

3 Settembre 2019
Imparare a dire di no ai propri figli in modo tempestivo può impedire loro di fare molte brutte esperienze.

A volte è necessario imparare a dire no ai propri figli, specialmente quando vogliono fare qualcosa di pericoloso o dannoso. Per questo motivo, i genitori devono essere in grado di valutare quando il loro bambino vuole fare un’attività pericolosa o che li danneggia in qualche modo e decidere se cedere o meno ai suoi capricci.

Imparare a dire di no ai propri figli in modo tempestivo può impedire loro di fare molte brutte esperienze. Questo atteggiamento richiede una personalità equilibrata, che vi aiuterà a praticare un’autorità sana ed efficace e a favorire la felicità del nucleo familiare.

Imparare a dire di no ai propri figli

Quando necessario, imparare a dire di no ai propri figli – specialmente quando ciò che vogliono non è ciò di cui hanno bisogno – vi aiuterà a dosare l’autorità, allo scopo di correggere alcuni comportamenti e prevenire eventuali difficoltà nella trasmissione dei valori fondamentali. A lungo andare scoprirete che, sebbene sembri contraddittorio, in molte occasioni, quando un padre dice di no a suo figlio, lo sta aiutando a sentirsi più felice.

Un buon padre insegna la disciplina a coloro che ama.

Proverbio biblico

Questo perché un bambino che ha limiti chiari e ben definiti vive molto più felice di, ad esempio, un bambino che cerca di convincere i suoi genitori manipolandoli. Potrebbe sembrare assurdo ma a volte i bambini possono essere emotivamente più qualificati rispetto agli adulti. Molti bambini sanno perfettamente come comportarsi per manipolare emotivamente i loro genitori e infine ottenere ciò che vogliono. Tuttavia, questo atteggiamento può essere evitato imparando a dire di no ai propri figli.

Padre abbraccia il figlio: imparare a dire no
Imparare a dire di no e abbandonare la paura

Per lasciarsi alle spalle la paura di dire di no ai propri figli, dovete avere chiaro che il vostro unico obiettivo è di aiutarlo. Anche se potrebbe non sembrare così a breve termine, mantenere questo obiettivo chiaro vi aiuterà a dire di no quando se ne presenterà l’occasione.

Saper dire di no, con l’espressione del viso adeguata, senza sentirsi male e con la necessaria fermezza, può essere difficile, ma non impossibile. Farlo richiede solo pazienza e fermezza. Certamente molti bambini si sentono frustrati, turbati e persino arrabbiati quando ricevono un no. È una reazione naturale, perché tutti siamo frustrati quando non riusciamo ad ottenere ciò che vogliamo.

All’inizio piangerà perché non gli permettono di fare ciò che vuole. Alcuni addirittura faranno di tutto per ottenere ciò che vogliono: urleranno, piangeranno, lanceranno le cose, picchieranno e insulteranno, ma è proprio in quei momenti che bisogna mostrare maturità e non lasciarsi manipolare.

Proprio a causa di queste circostanze, per alcuni genitori risulta molto difficile dire di no ai propri figli. In quel momento, il bambino inizia a comportarsi in modo improprio.

Molti genitori si sentono crudeli nel far piangere il bambino e decidono di arrendersi alle sue esigenze. Tuttavia, se si arrendono, stanno mostrando al bambino che se piange e fa storie, suo padre o sua madre finiranno per dargli ciò che vuole, e questo è un errore tanto comune quanto grave.

Donna dice no

Come affrontare le esplosioni d’ira di vostro figlio

Quando i genitori rimangono fermi ed imparano a dire no ai propri figli, mostrano loro che il ricatto emotivo e i cattivi comportamenti non sono il modo migliore per ottenere le cose, anzi. I genitori hanno il compito di insegnare ai propri figli che non si può ottenere tutto ciò che vogliono immediatamente, perché da adulti si renderanno conto che le cose non funzionano in questo modo e che è necessario sforzarsi per ottenerle.

Pertanto, mantenere la fermezza è una virtù che i genitori devono coltivare giorno dopo giorno. Non bisogna avere paura del confronto con i propri figli. Tenete presente che quando il bambino piange o fa i capricci sta solo testando fino a che punto può spingersi. Cercate di mantenere la calma e l’equilibrio e, se necessario, mostrate indifferenza di fronte a questi comportamenti. Solo allora il bambino inizierà a calmarsi.

Dovete imparare che mantenere la calma è la regola d’oro quando si tratta di fare i genitori. A volte è difficile, ma è una virtù che tutti i genitori devono imparare. È molto importante dire di no con fermezza e sicurezza, ma anche con serenità e calma. Non bisogna urlare o mostrarsi turbati.

Idealmente, ogni genitore intende insegnare al proprio figlio ad essere una persona resiliente, in grado di tollerare la frustrazione e ritardare la gratificazione. Quindi è molto importante imparare a dire di no quando necessario.

Pensate che molte volte quel “no” farà crescere i vostri figli. La pratica vi aiuterà a capire qual è il modo migliore per gestire le situazioni e dire no ai propri figli quando si tratta del loro bene.