Come insegnare a vostro figlio ad ammettere i propri errori?

· 31 Agosto 2018
Ammettere i propri errori è una capacità cruciale per essere delle persone complete e responsabili. Ma come possiamo insegnarlo a dei bambini?

Se ammettere di aver sbagliato risulta difficile a noi, che siamo adulti in grado di distinguere tra il bene e il male, pensate a quanta fatica può costare al vostro piccolo. Non preoccupatevi, però: in questo articolo vi mostreremo come insegnare a vostro figlio ad ammettere i propri errori, a mano a mano che cresce.

Ammettere i propri errori non sarà facile, per lui. Eppure, saper riconoscere di aver sbagliato è fondamentale per l’integrità di qualunque essere umano.

Se vostro figlio riesce ad accettare il fatto di non aver agito correttamente, sarà una persona più responsabile in ognuna delle sue azioni, e imparerà che, se si comporta male, può fare del male a quelli che si trovano intorno a lui.

A volte, riconoscere che abbiamo agito nella maniera sbagliata o che abbiamo commesso un errore non è così facile come sembra. Può capitare che ci rifiutiamo di farlo per vergogna o per orgoglio. In entrambi i casi, non si tratta dell’atteggiamento migliore da adottare.

Sbagliare e ammettere i propri errori

“Errare è umano, ma riconoscerlo è da saggi”.

Questa frase è tanto semplice quanto vera. Certo, a tutti può capitare di commettere errori, soprattutto quando un bambino prova nuove emozioni, conosce e si relaziona con altri, ma comprendere e ammettere gli errori quando i bambini sono ancora piccoli li aiuterà a essere persone migliori, in futuro.

A volte, ammettere i propri errori è meno facile di quanto sembri

Dal momento che il vostro piccolo non sa ancora distinguere ciò che è bene da ciò che è male, noi genitori svolgiamo un ruolo da protagonisti, facendo da guida durante tutta la fase della crescita. Lungo questo cammino, nel quale cerchiamo di orientare i nostri figli nel miglior modo possibile, dobbiamo ricordare che mamma e papà sono un modello indiscutibile da seguire.

Per vostro figlio, ciò che voi farete sarà giusto. Vi imita in maniera naturale, per istinto: è per questo che è così importante che ci comportiamo seguendo i valori e i principi che desideriamo che nostro figlio sviluppi.

Suggerimenti per aiutare ad ammettere i propri errori

Invece di recriminare, valorizzate il fatto che i vostri figli riescano ad ammettere i propri errori

È importante che i nostri figli si rendano conto degli errori che commettono nel corso della loro crescita e che li correggano in tempo. Per questa ragione, vi offriamo alcune raccomandazioni che possono rendere più facili a entrambi la dinamica del riconoscimento delle proprie azioni.

  • Predicate attraverso l’esempio. Se siete state voi a commettere l’errore, riconoscetelo di fronte a lui e parlatene con il vostro piccolo.
  • Spesso, quando siamo genitori abbiamo paura di ammettere un errore, perché crediamo che perderemo autorità, credibilità o rispetto di fronte ai nostri figli. In realtà, ammettere che abbiamo sbagliato rappresenta un atto di coraggio e, naturalmente, di saggezza. Riconoscere l’errore si trasforma in un atto di umiltà.
  • Insegnategli che ha il diritto di sbagliare. Non c’è ragione perché vostro figlio debba essere perfetto, e lo deve sapere. Fategli capire che si impara anche dagli sbagli: in questo modo creerete in lui un precedente, che lo aiuterà a non incorrere di nuovo nella stessa mancanza.
  • Ammettere significa anche maturare. Parlate con vostro figlio e fategli vedere che ammettere un errore lo rende una persona più matura, in crescita e consapevole del fatto che, anche se ha sbagliato, ha sempre la possibilità di scegliere di fare il bene o migliorarsi.
  • Fategli vedere il lato buono dell’azione che è stata commessa. Insegnate al vostro piccolo a vedere il lato positivo delle situazioni, che ogni cosa che accade o che fa è un’esperienza dalla quale può trarre profitto, un nuovo apprendimento.
  • Aiutate il vostro piccolo a prendere la decisione migliore. Di fronte a una determinata situazione, è possibile che il vostro piccolo abbia bisogno del vostro sostegno per prendere una decisione. Orientatelo, ma ricordate che dovete lasciare che sia lui a decidere: è lui che deve stabilire quale azione intraprenderà. Se sbaglia, saprà che è necessario ammetterlo e assumersene la responsabilità.
  • Elogiate la sua capacità di riconoscere i propri errori. Invece di ricordargli che si è comportato nella maniera sbagliata, valorizzate il fatto che vostro figlio stia compiendo uno sforzo per affrontare il proprio errore.
  • Insegnategli a chiedere scusa. Fate in modo che comprenda che chiedere scusa non è un fallimento, e che non c’è ragione perché debba ferire o indebolire la sua autostima. Al contrario, è un atto che fa di lui un bambino coraggioso e di successo.

Il fatto che vostro figlio ammetta i propri errori non solo lo renderà più consapevole di tutto ciò che fa, ma farà anche di lui una persona più umile e giusta.