Effetti della caffeina nel bebè durante l’allattamento

“Assumere troppa caffeina durante la gravidanza può avere conseguenze negative sul bebè. Gli effetti della caffeina possono anche essere gravi. Controllare le quantità da assumere può prevenire i problemi di salute del piccolo.”

Molte madri amano bersi qualche caffè durante il giorno, senza sapere esattamente quali sono gli effetti che la caffeina provoca nel bebè. Durante la gravidanza il consumo eccessivo di questa sostanza è stata messa in relazione con l’aborto, il parto prematuro e un basso peso alla nascita.

Una volta nato il bebè, invece, pensano che effetti della caffeina durante l’allattamento siano minimi. Al momento di ritrovarvi in questa tappa della maternità è perfettamente normale avere dei dubbi. Anche se il caffè non è vietato bisogna sapere che la caffeina può arrivare al piccolo attraverso il latte materno. Infatti, diversi esperti raccomandano di sostituire il caffè con succhi o spremute di frutta.

Effetti della caffeina durante l’allattamento

Gli specialisti dell’Associazione Americana di Pediatria considerano il caffè una bibita sicura durante l’allattamento. Può avere diverse conseguenze sul piccolo se assunta eccessivamente.

  1. Insonnia e altri problemi collegati al sonno.
  2. Nervosismo.
  3. Irritabilità.

Durante l’allattamento il piccolo può ricevere dal 7 al 10% della quantità consumata giornalmente dalla madre.”

A questo bisogna aggiungere che ci sono bambini più sensibili agli effetti della caffeina. Perciò le conseguenze possono essere più acute in alcune neonati. Inoltre, non dimenticate che la caffeina rimane per molto tempo all’interno del sistema del piccolo perché non è ancora in grado di smaltirla.

effetti della caffeina

Studi sugli effetti della caffeina e l’allattamento

Un recente studio sugli effetti della caffeina nel bebè, pubblicato dalla rivista Pediatrics, conclude che se la madre consuma della quantità controllate di caffè il piccolo non subirà conseguenze né nell’umore né nel sonno. Lo studio è stato realizzato in Brasile ed è stato compiuto tramite un’intervista a 900 donne che si trovavano nel periodo dell’allattamento.

Lo studio condotto da Ina Santos dell’Università di Pelotas, sempre in Brasile, si basa sulla testimonianza di 885 madri e in particolare analizza la quantità di caffè ingerita e la qualità del sonno dei loro piccoli.

Gli studiosi non hanno trovato una correlazione diretta tra il consumo di caffeina e i problemi del sonno dei neonati. Ugualmente evidenziano che il consumo moderato di caffè durante la gravidanza e l’allattamento porta benefici sia nella madre che nel piccolo.

“Il consumo eccessivo di caffeina durante la gravidanza può riversarsi velocemente nel latte materno.”

Quanto caffè assumere durante l’allattamento?

Si possono assumere 100mg di caffeina al giorno per non nuocere alla produzione di latte materno. Gli esperti raccomandano assumere queste quantità: per le mamme 300mg di caffè vale a dire 2 o 3 tazzine massimo. Tenendo conto del caffè che si usa e della grandezza della tazzina.

effetti della caffeina

Se si rispettano queste quantità non andrete ad intaccare il sonno o l’umore del bebè. Questo tipo di problema succede generalmente con il caffè ma anche altre sostanze contengono caffeina, per questo bisogna sempre prestare attenzione agli ingredienti di determinati alimenti già pronti e calcolare per bene l’assunzione quotidiana di caffeina.

L’organismo del bebè è molto delicato e ricevere caffeina in eccesso può causargli diversi problemi. Curate la vostra salute e quella del bebè moderando la vostra assunzione. Può sembrarvi complicato, ma si tratterà solo di alcuni mesi. Tutto quello che ci piace ci porta a dover soffrire un pochino. Fatelo per il vostro piccolo, che lo merita davvero.

 

 

Guarda anche