Che fare in caso di gravidanza non programmata?

· 22 settembre 2018
Una gravidanza non programmata può essere una doccia gelata. Ma può anche essere una grande opportunità di crescita, in qualunque momento della vita.

Uno dei momenti migliori che possa vivere una donna è quello in cui viene a sapere di essere in attesa di un bebè. Che cosa accade, però, quando si tratta di una gravidanza non programmata e la notizia ci cade addosso come una doccia gelata?

Nelle righe che seguono vi daremo alcune raccomandazioni per accogliere con serenità questo regalo dalla vita e per prepararvi agli inevitabili cambiamenti che ne seguiranno. Una gravidanza non programmata non è la fine del mondo. Al contrario, essere incinta è l’inizio di una nuova vita che ci trasformerà in ciò che chiamiamo “mamma”. Naturalmente, questo solo se volete il bambino. Ricordatevi che non siete obbligate ad averlo.

Respirate e pensate positivamente

Se siete incinta, non dovete abbandonarvi al panico. Respirate profondamente e immaginate che, nel giro di pochi mesi, terrete tra le braccia una personcina che amerete senza alcuna riserva né condizione.

Certo: anche se la gravidanza non programmata vi ha colto di sorpresa, avete ancora alcuni mesi a disposizione per organizzare l’arrivo del bebè, insieme a ciò di cui avrà bisogno per i suoi primi mesi di vita.

Approfittate della gravidanza per organizzare poco a poco tutto ciò che vi serve e dare il benvenuto al bebè.

Dovete farvi coraggio e accettare il fatto che un figlio è un regalo della vita, che non c’è alcun motivo per preoccuparsi. Che siate in coppia oppure single, dovete avere la certezza che tutto andrà bene.

Se siete sposata e siete incinta

Se voi e il vostro sposo avevate programmato di aspettare un po’ di tempo prima di concepire un figlio, perché volevate concludere le vostre carriere universitarie, conseguire un master o fare un viaggio intorno al mondo, non avete alcun motivo per spaventarvi.

Avere un figlio non vi obbliga a mettere da parte tutti i vostri piani. Naturalmente, le priorità cambiano e si concentrano sul nuovo membro della famiglia. Poco a poco, però, potrete raggiungere le mete che avevate deciso di conquistare prima della sua nascita.

Un figlio è un regalo che riceviamo dalla vita

Insieme al vostro partner, potete dedicarvi a parlare di tutti i sogni che nutrite nei confronti della nascita del bebè, e valutare i presupposti di entrambi per sapere quali di questi possono trasformarsi in realtà.

L’ansia che potete sentire può essere l’alleato perfetto per occuparvi del miglior progetto delle vostre vite: la genitorialità.

L’entusiasmo e il nervosismo serviranno a unirvi ancora di più. Approfittate di quest’ultimo periodo in cui siete ancora solamente una coppia, prima di trasformarvi in una famiglia, per dedicare del tempo l’uno all’altra, e per rafforzare il vostro amore con attenzioni e gentilezze.

Ricordate che nel giro di poco tempo il bebè diventerà il centro dell’universo e il tempo dedicato alla coppia si ridurrà drasticamente.

Gravidanza non programmata da single

Se siete single e rimanete incinte, non disperatevi. I tempi sono cambiati e non è più come una volta, quando una madre single era bollata come una peccatrice per l’eternità.

Una gravidanza non programmata può essere accettata come un’opportunità fondamentale per la vostra vita.

La vostra famiglia e i vostri amici saranno la vostra fortezza, in questa fase così bella. In questi casi, l’aiuto dei vostri cari risulta fondamentale.

Una gravidanza non programmata non è la fine del mondo, ma l'inizio di una nuova vita

È possibile che la vostra famiglia, quando viene a conoscenza della notizia, manifesti una certa sfiducia e che, perfino, emetta qualche protesta. Questo turbamento, però, passerà in fretta, e, non appena vedrà come cresce la vostra pancia, si sforzeranno per viziarvi e, una volta che sarà nato il bebè, lo ameranno e se ne prenderanno con dedizione.

Il vostro baluardo, quindi, sarà rappresentato dai vostri familiari e dai vostri amici più intimi. In nessun momento potete permettervi di sentirvi indifesa o sventurata.

Dovete affrontare la maternità con gioia, perché il vostro stato emotivo influenza direttamente il bebè che cresce nella vostra pancia. Se la vostra situazione economica è molto delicata, non esitate ad accettare la culla che può prestarvi vostra zia o il corredino per neonati della vostra migliore amica.

Dovete accettare tutto ciò che viene messo a vostra disposizione, mettendo da una parte qualunque senso di vergogna. La chiave consiste nel pensare al benessere del vostro bebè.

Dovete accettare il fatto che non c’è nessuna marcia indietro. Siete incinta: quindi, non sprecate le vostre energie pensando a come avrebbe potuto essere la vita senza figli che non avrete più. Concentratevi nello sforzo di intravedere tutto ciò che potete fare per questo nuovo amore e cogliete questa gravidanza non programmata come un’opportunità di crescita.

Cercate di trovare informazioni su internet, partecipare a corsi prenatali o chiedere aiuto psicologico, se credete di averne bisogno. Ricordatevi che non c’è nulla di male a chiedere aiuto, anzi è un comportamento responsabile e altruista nei confronti del vostro bambino.