Caviglie gonfie in gravidanza: cause e rimedi

L'edema alle gambe e ai piedi è un sintomo abbastanza comune durante la gravidanza. Tuttavia, quando appare è conveniente controllarlo. Ti diciamo come farlo.
Caviglie gonfie in gravidanza: cause e rimedi
Maria del Carmen Hernandez

Scritto e verificato da la dermatologa Maria del Carmen Hernandez.

Ultimo aggiornamento: 15 dicembre, 2022

Le caviglie gonfie sono una condizione comune durante la gravidanza, spesso accompagnata da edema delle gambe e dei piedi. Sebbene sia più evidente alla fine della giornata, può essere osservata per tutto il giorno.

Questo sintomo peggiora con il progredire della gravidanza e di solito non è dannoso per la madre o il bambino. Ma in alcune occasioni, l’edema degli arti inferiori può essere un’indicazione di una complicazione gestazionale.

Successivamente, vi diciamo tutto ciò che dovete sapere al riguardo.

Cause delle caviglie gonfie in gravidanza

Il gonfiore delle caviglie indica che il corpo della donna trattiene più liquidi del solito e questo è prevedibile durante la gravidanza.

Secondo una pubblicazione di Pregnancy, Birth & Baby, durante la gravidanza il volume del sangue materno è maggiore, per soddisfare i bisogni del bambino. A loro volta, gli ormoni della gravidanza provocano un aumento della dilatazione delle vene del corpo materno, che predispone alla ritenzione di acqua nei tessuti.

In generale, i liquidi in eccesso tendono ad accumularsi nelle zone inclinate (o inferiori) del corpo, soprattutto quando si passa molto tempo in piedi o fa caldo.

Un’altra causa di edema alle gambe e alle caviglie è la pressione esercitata dall’utero sui grossi vasi addominali, come la vena cava inferiore. Questo provoca una maggiore resistenza al flusso di sangue che ritorna al cuore e favorisce l’accumulo di liquidi nelle zone più basse, come i piedi.

la donna incinta prende i crampi doloranti ai piedi gonfi

Preeclampsia, una pericolosa causa delle caviglie gonfie

La preeclampsia è una complicazione della gravidanza, che è caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna della donna incinta, tra gli altri problemi. Sebbene i sintomi iniziali di questa condizione siano sottili, è potenzialmente grave per la madre e il bambino.

Una delle prime manifestazioni della preeclampsia è l’improvviso gonfiore delle caviglie o dei piedi. Pertanto, quando compare l’edema , è necessario consultare il medico il prima possibile.

Man mano che il quadro avanza, iniziano ad apparire altre manifestazioni che devono essere curate immediatamente:

  • Mal di testa intenso
  • Improvviso peggioramento del gonfiore alle mani, ai piedi o al viso
  • Problemi di vista (lampi intermittenti o visione offuscata)
  • Punti al di sotto della regione costale

Sebbene i suddetti sintomi siano altamente indicativi di preeclampsia, un improvviso gonfiore alle gambe o alle caviglie può essere dovuto anche ad altre cause. Ad esempio, quando appare all’improvviso e su un solo lato del corpo, potrebbe essere un segno di trombosi venosa profonda.

Misure per ridurre le caviglie gonfie in gravidanza

Il gonfiore delle gambe può verificarsi in qualsiasi momento durante la gravidanza, ma è più comune dopo il quinto mese. Ancora di più nell’ultimo trimestre di gravidanza.

In generale, questo edema tende ad aumentare gradualmente, quindi è possibile mettere in pratica alcune misure per prevenirlo o migliorarlo:

  • Evitare di stare in piedi per lunghi periodi
  • Riposare con le gambe sollevate (pochi centimetri sopra l’altezza del cuore)
  • Scegliere scarpe comode, senza cinturini che stringono troppo il collo del piede
  • Bere molta acqua. Contrariamente a quanto si crede, una sufficiente idratazione aiuta ad eliminare l’acqua in eccesso dal corpo.
  • Fate passeggiate o attività fisica regolarmente.

Esercizi per caviglie gonfie durante la gravidanza

Un’altra alternativa efficace per migliorare il gonfiore delle caviglie è l’esercizio fisico, che può essere svolto in piedi o da sedute. Tutti i movimenti contribuiscono a migliorare la circolazione sanguigna, ridurre gli edemi locali e prevenire i crampi muscolari.

Ecco alcune semplici tecniche:

  • Flettere ed estendere il piede su e giù per diverse ripetizioni. Come se si stesse premendo il pedale dell’auto per poi rilasciarlo.
  • Disegnare cerchi immaginari con il movimento del piede. Idealmente, con le gambe alzate e ferme. Bisogna farlo prima in una direzione e poi nell’altra.

Infine, evitare gli indumenti che aderiscono troppo all’addome, alle gambe o alle caviglie, poiché limitano il corretto flusso sanguigno e favoriscono la ritenzione idrica.

Alimentazione controllata

Mantenere una dieta equilibrata e sana durante la gravidanza è essenziale per gestire il gonfiore della caviglia. Inoltre, garantisce un apporto sufficiente di nutrienti per la corretta crescita del bambino.

Alcuni dei principali suggerimenti a questo proposito sono i seguenti:

  • Ridurre l’assunzione di sale
  • Evitare insaccati e cibi ultra lavorati o confezionati
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno
  • Evitare cibi piccanti

Riposo adeguato

caviglie gonfie

Si consiglia di dormire su un fianco, sul lato sinistro del corpo, il più a lungo possibile. Questa posizione aiuta a mantenere libera la vena cava inferiore, che è responsabile del “ritorno” del sangue dal corpo al cuore.

Inoltre, si raccomanda di sollevare le gambe quando la gestante è sdraiata per favorire il drenaggio dei liquidi accumulati.

Massaggi linfatici

Una delle opzioni terapeutiche più indicate dagli specialisti è il drenaggio linfatico. Questo può essere fatto attraverso massaggi o anche attraverso la fisioterapia ostetrica.

Le calze a compressione sono anche un’opzione accettabile da indossare durante il giorno, poiché sono progettate per mantenere il flusso sanguigno nelle gambe il più attivo possibile.

L’evoluzione del gonfiore alle caviglie in gravidanza

In conclusione, la maggior parte delle donne sperimenta caviglie e piedi gonfi ad un certo punto durante la gravidanza, che è una condizione normale.

Tuttavia, in determinate occasioni, questo edema è accompagnato da altri sintomi e segni e questo potrebbe far pensare a qualcosa di più serio. Per questo motivo, ogni volta che appare o peggiora, è raccomandabile consultare il medico.

Potrebbe interessarti ...
Gonfiore in gravidanza: consigli e rimedi per ridurlo
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Gonfiore in gravidanza: consigli e rimedi per ridurlo

Il gonfiore in gravidanza è un problema che affligge molte donne. Man mano che la pancia cresce, è normale che il corpo della donna si trasformi.



  • Rana S, Lemoine E, Granger JP, Karumanchi SA. Preeclampsia: Pathophysiology, Challenges, and Perspectives. Circ Res. 2019 Mar 29;124(7):1094-1112. doi: 10.1161/CIRCRESAHA.118.313276. Erratum in: Circ Res. 2020 Jan 3;126(1):e8. PMID: 30920918.
  • Swelling during  pregnancy. [Internet] Disponible en: https://www.pregnancybirthbaby.org.au/swelling-during-pregnancy
  • Cooper DB, Yang L. Pregnancy And Exercise. 2021 Apr 26. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 Jan–. PMID: 28613571.
  • Allegra C, Antignani PL, Will K, Allaert F. Acceptance, compliance and effects of compression stockings on venous functional symptoms and quality of life of Italian pregnant women. Int Angiol. 2014 Aug;33(4):357-64. PMID: 25056167.

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.