Cioccolato in gravidanza, alleato o nemico?

· 9 Dicembre 2018
Il cioccolato in gravidanza fa bene o male? Come dobbiamo comportarci con le famose e irresistibili voglie?

Quando siamo incinte, le voglie sono all’ordine del giorno. E speso ci buttiamo su cioccolatini e altre delizie a base di cacao. Ma il cioccolato in gravidanza fa bene o male? Ve lo diciamo qui.

Il cioccolato, oltre al suo sapore divino, ha benefici importanti che dobbiamo conoscere.

Moltissime consistenze e sapori si possono estrarre dal cacao e il cioccolato è uno di quelli. E possiamo trovarlo in diverse presentazioni e con diversi ingredienti.

Questo alimento è diventato il preferito di molte donne. Ed è la prima scelta quando si desidera deliziare una persona.

Durante la gravidanza, pensiamo che mangiare cioccolato sia controindicato, per problemi come il diabete gestazionale. E magari è considerato un alimento che può incidere sul bambino.

Il consumo di cioccolato in gravidanza , così come di qualsiasi altro prodotto, deve essere moderato e senza eccesso. Solo così sarà un alleato perfetto.

Il cioccolato in gravidanza, molto spesso, aiuta a controllare lo stato d’animo, che è molto mutevole a causa degli ormoni a fior di pelle. Riesce a renderci felici e soddisfatte.

A differenza di altri alimenti dolci, il cioccolato è considerato uno dei più sani. Da tenere conto, comunque, che quello più raccomandato è il fondente, che ha meno zuccheri e grassi.

I benefici del cioccolato in gravidanza

Cioccolato in gravidanza

Possiamo citare alcuni benefici del cioccolato, non solo quando siamo incinte, ma anche quando lo consumiamo in qualsiasi momento delle nostre vite.

  • Al cioccolato sono stati attribuiti alcuni effetti terapeutici, come la riduzione della pressione arteriosa o la sua stabilizzazione grazie ad una sostanza che possiede, chiamata teobromina, che agisce dilatando o aumentando la tensione, a seconda del caso.
  • La preclamsia è considerato uno dei rischi più temuti in gravidanza. La teobromina sopra citata eviterà anche quei picchi di tensione alta. Quindi, un po’ di cioccolato di tanto in tanto aiuterà a proteggerci.
  • Grazie alla feniletilamina, contenuta nel cioccolato, che è un inibitore neurologico che si produce anche nel cervello, consumare cioccolata ci dà una sensazione di allegria.
  • Ci libera da stress e ansia, dato che aumenta la produzione di serotonina e endorfine, generando una sensazione di benessere e felicità.
  • Se optiamo per il cioccolato fondente, può aiutarci a ridurre il colesterolo.
  • Apporta ferro e magnesio, che sono nutrienti super importanti in gravidanza.

Lo studio che è stato pubblicato sulla rivista “New Scientist”, ha dimostrato che mangiare cioccolato riduce gli effetti negativi delle tensioni e della stanchezza in gravidanza

Nel consumarlo dobbiamo fare attenzione a:

  • Non consumarlo in eccesso, dato che contiene grassi saturi e zucchero, e questo può comportare l’aumento del peso.
  • Tra i suoi componenti, c’è la caffeina, che, senza dubbio, se presa in eccesso, può alterare il battito cardiaco del bambino, e inoltre causa il rischio di aborto, di parto prematuro e di peso ridotto dei bambini.
  • In alcune donne può causare acidità di stomaco. La migliore decisione sarà di eliminarlo per un po’ di tempo, dato che questo malessere è piuttosto fastidioso.

Come scegliere il miglior cioccolato in gravidanza?

Se parliamo di sapori, ogni cioccolato è delizioso. Quanto a qualità e marca, ne esistono alcuni con procedimenti di lavorazione che danno un sapore migliore e squisite combinazioni.

Tuttavia, in gravidanza dobbiamo provvedere a scegliere le opzioni più sane e che siano raccomandate dal nostro medico.

Generalmente, si consiglia di consumare il cioccolato fondente. Il suo sapore è un po’ amaro, non contiene latte, né è prodotto con alti livelli di zucchero. Forse non è la prima scelta di tante, ma è quello che va meglio in questa fase.

Questo non vuol dire che, di tanto in tanto, non possiamo mangiarne uno diverso. I cioccolati al latte non sono dannosi, ma bisogna equilibrarli e non abusarne.

In questo modo, ci curiamo fisicamente, non aumentiamo troppo di peso e il bambino ne godrà quanto noi, senza alcun tipo di rischio.

Godersi un ricco cioccolato ci farà sentire bene. E potremo goderci queste cose che ci piacciono tanto. Inoltre, è dimostrato che i bambini nascono felici e più sorridenti. Alla fine, siamo noi a decidere se il cioccolato è nostro nemico o nostro alleato.