Cos’è l’oligoidramnios e quali complicazioni può avere?

· 19 Maggio 2019
Scoprite le conseguenze di una quantità insufficiente di liquido amniotico

Avete mai sentito parlare di “oligoidramnios”? L’oligoidramnios è il termine usato per indicare bassi livelli di liquido amniotico, il liquido essenziale per la vita del bambino quando di trova nell’utero. È lo strato protettivo del suo corpo e, inoltre, aiuta anche i muscoli, l’apparato respiratorio e il sistema digestivo a svilupparsi correttamente.

Si comincia a produrre da 12 giorni dopo il concepimento e la sua composizione cambia con la crescita del bambino.

“Il liquido amniotico è un liquido che circonda e protegge l’embrione e più tardi il feto in via di sviluppo all’interno del sacco amniotico. Permette al feto di muoversi all’interno dell’utero senza che le sue pareti si adattino troppo al suo corpo, oltre a fornire un supporto idraulico”.

-José Luis García e Claudia García-

Con le settimane, il bambino comincerà a muoversi con l’aiuto del liquido amniotico ed è per questo che è importante che si mantenga a livelli sani.

Se la quantità è troppo alta o troppo bassa, possono verificarsi alcuni inconvenienti nello sviluppo del bambino. Il basso livello di questo liquido è noto come oligoidramnios e, se è troppo alto, viene chiamato polidriamnios. 

Cos’è l’oligoidramnios e come si diagnostica?

Come avete già letto, si tratta della carenza di liquido amniotico nella pancia. La misurazione viene effettuata attraverso diversi metodi, tra i quali l’ecografia. Può realizzarsi in diverse fasi della gravidanza e può ripetersi per stabilire misure di controllo e trattamento.

Quali sono le cause della bassa quantità di liquido amniotico?

  • Disturbi in gravidanza, come la preeclampsia, la separazione della placenta e gli alti livelli di pressione sanguigna.
  • Effetti collaterali di altri farmaci ingeriti dalla donna incinta. Alcuni di essi potrebbero essere i FANS.
Donna incinta con oligoidramnios

  • Gravidanza prolungata o post-termine, che si estende oltre il limite di 40 settimane di gestazione.
  • Qualsiasi tipo di condizione del feto che comporta uno scarso sviluppo delle funzioni urinarie.
  • Problemi di crescita e sviluppo del feto all’interno dell’utero. Questa condizione è nota come restrizione della crescita intrauterina.
  • Alterazioni nella conformazione dei cromosomi.

Quali sono i segni e i sintomi di oligoidramnios?

In termini generali, questa condizione non presenta sintomi particolari percepibili facilmente. Tuttavia, la madre potrebbe cominciare a pensare di soffrire di questo problema se si riducono improvvisamente i movimenti fetali. Un altro segno di oligoidramnios è la scarsa crescita della pancia se vengono presi come riferimento gli standard normali.

Quali sono le conseguenze del basso livello di liquido amniotico?

Se l’oligoidramnios viene diagnosticato durante la prima metà della gravidanza, i rischi più gravi sono:

  • Difetti al momento della nascita. L’oligoidramnios può avere conseguenze come la compressione degli organi del bambino e causare lesioni prenatali.
  • Aumento del rischio di aborto e morte fetale.

Se viene diagnosticato nella seconda metà della gravidanza, alcune conseguenze negative potrebbero essere:

  • Crescita ridotta all’interno dell’utero e, quindi, carenze nelle sviluppo degli organi.
  • Alte probabilità di avere un parto prematuro.
  • Complicazioni durante il parto, come la compressione del cordone ombelicale, il meconio o la necessità di un parto cesareo.

Quali sono i trattamenti per l’oligoidramnios?

  • Amnioinfusione durante il parto. In questa procedura si introduce siero nella cavità intrauterina attraverso un catetere. Con questa tecnica, si elimina il deficit di liquido amniotico e si decomprime il cordone ombelicale. Ciò ridurrà la probabilità di avere un parto cesareo.
  • Iniezioni di liquido e amniocentesi. È simile alla procedura precedente, ma viene eseguita prima del parto. È importante chiarire che il liquido iniettato resta nella pancia solo per una settimana. Si tratta di una misura temporanea che aiuta i medici a effettuare un controllo fetale e e a verificare che il corpo del bambino si stia sviluppando correttamente.
Medici effettua amniocentesi

  • Reidratazione della madre. La somministrazione di liquidi per via endovenosa o la somministrazione orale aiuta anche ad aumentare i livelli di liquido amniotico nell’utero.

È essenziale identificare se i livelli di liquido amniotico sono normali affinché i bambino cresca e si sviluppi pienamente. Ricordate che questo liquido rappresenta la casa di vostro figlio per molte settimane e deve essere di qualità. Se sospettate di soffrire di oligoidramnios, è giunto il momento di consultare un medico ed eseguire le analisi necessarie per diagnosticare il problema.