Nomi baschi per bambine: 23 opzioni interessanti

25 novembre, 2018
Siete alla ricerca di un'idea originale per il nome di vostra figlia? Date un'occhiata a questi bellissimi nomi baschi per bambine.

Scegliere il nome per il proprio figlio non è certo facile. Le possibilità sono tantissime, e scegliere come chiamare il prossimo figlio può essere una vera sfida. Ma se volete qualcosa di originale, i nomi baschi per bambine possono essere una buona opzione.

Ormai sono di moda nomi poco frequenti, originali e soprattutto in lingue straniere. Come inglese, giapponese, italiano, greco o arabo. Seguendo questa tendenza, i nomi baschi per bambine hanno occupato un posto privilegiato in tutta Europa. Inoltre, guadagnano popolarità ogni giorno.

Durante la ricerca di un nome basco per vostra figlia, avrete l’opportunità di conoscere un po’ di più questa cultura e civiltà enigmatica, ricca di leggende e misteri.

I baschi sono una popolazione che vive a cavallo dei Pirenei. La loro origine non è chiara, ma si pensa che siano una popolazione che discende dai primi abitanti dell’Europa Occidentale, motivo per cui la loro lingua è “isolata” rispetto alle altre lingue indoeuropee.

Di sicuro, questa cultura cela bellissimi nomi che le bambine possono portare con molto orgoglio, dato che sono unici e hanno magnifici significati. Dunque, se quello che volete è uscire dalla tradizione, i nomi baschi per bambine sono sulla linea giusta per farlo.

Nomi baschi per bambine

Date un’occhiata alle seguenti opzioni, che di sicuro vi alletteranno:

  • Ainara: significa “ave” (uccello). Più precisamente “rondine”, e rappresenta l’arrivo della primavera. Questo appellativo derivò dalle tradizioni cristiane.
  • Alaitz: proviene dal nome di una catena montuosa di Navarra. Può anche essere la derivazione di “alai”, che significa “allegria” in basco.
Nomi baschi per bambine

  • Aliza: significa “felicità, giubilo” e “onesta, fedele”. Le bambine che portano questo nome appaiono sempre piene di allegria.
  • Amaya: viene dalla parola “amaia”, che significa “il principio della fine”. Amaya vuol dire “quella figlia desiderata”. Le portatrici di questo nome sono persone sicure di sé, alle quali piace richiamare l’attenzione.
  • Arantza: per la sua grande devozione alla Vergine di Arantzazu, un tempo fu eretta ad Ainhoa una cappella chiamata Arantza.
  • Domeka: questo nome è l’equivalente del basco “Domenica”, che significa “del signore”. Deriva dall’appellativo “di domenica”, che si riferisce alla frase “la casa del signore”.
  • Edurne: nome basco che significa Nostra Signora delle Nevi. “Edur” significa “neve”, proprio delle lingue basche occidentali.
  • Eider: significa “bella”, “affascinante”. È l’adattamento basco del nome gaelico Eideard e fa riferimento a una donna bella, affascinante, che risplende ovunque si trovi.
  • Eskarne: questo nome deriva da “eskar”, che significa “grazia, gratitudine, mercé”.
  • Hegoa: secondo la mitologia basca, Hegoa è la figlia del vento di nordest e sposa del vento del sud, Hegoi.

Altri nomi baschi per bambine

  • Iraide: equivalente basco di “Iraida”, che proviene da Era, nome della dea greca del matrimonio.
  • Itsaso: questo bel nome ha per significato “il mare e la terra”. Questi sono fonti di vita e, di conseguenza, ammirati nella cultura basca.
  • Izar: nome dei begli astri che brillano nella notte limpida, che significa “stella”.
  • Itziar: nome derivato dal protobasco: formato da “iz” (“mare”), “i” (che significa “punta”) e “ar” (che vuol dire “in alto”).
  • Izaskun: dal protobasco “izatz”, che significa “reclama”. Avocazione basca della Vergine Maria.
  • Maitane: nome di origine basca che significa “amata” o “amore”. Le donne che hanno questo nome si caratterizzano per essere sensibili e affettuose.
  • Malen: questo nome è il diminutivo di “Madelen”, equivalente basco di Maddalena. Donna misteriosa, riservata, dinamica e amante della natura e della libertà.
  • Naroa: aggettivo basco a cui è stato designato il significato di “abbondante, tranquillo o persona tranquilla”.
  • Nerea: questo nome deriva da “nao” (“nuotare”), il cui significato è “quella che comanda nel mare”. Appellativo mitologico con cui si chiamavano le figlie dei Dio del Mare greco, Nereo.
  • Nekane: è la forma basca per Dolores. Proviene dal basco “neké”, che significa “pena, dolore”. È uno dei nomi più usati.

  • Zohardi: questo nome significa “cielo sereno”. Le donne con questo pseudonimo si caratterizzano per essere calme e trasmettere parole che rilassano chi le ascolta.
  • Zorione: Creato dalla parola “zorion”, che significa “felicità”.
  • Zuri: nome femminile di origine basca che significa “bianco”. Chi possiede questo appellativo è di solito indipendente, autosufficiente, trasparente nelle parole e nelle azioni, sincera e fedele.