Ostetrica, un lavoro che va oltre al parto

9 Marzo 2019
L'ostetrica con la sua saggezza ed esperienza, può aiutare le donne anche durante la gestazione e dopo la nascita del bambino

L’ostetrica esiste da tempi immemorabili e generalmente viene associata al momento del parto. Ma lei, con la sua saggezza ed esperienza, può aiutare le donne anche durante la gestazione e dopo la nascita del bambino. Infatti spesso è lei che si occupa dei corsi preparto nei centri specializzati. Tutti sanno benissimo quanto sono preziosi i suoi consigli nella fase dell’allattamento.

In epoche passate l’ostetrica o levatrice era una donna specializzata ad aiutare a partorire. Questa specializzazione le arrivava esclusivamente dall’esperienza. Generalmente questa esperienza era fatta di saggezza popolare, di credenze leggendarie e di fattori naturali.

Con il passare del tempo la sua importanza non è stata sminuita e c’è stata una specializzazione sia dal punto di vista scientifico che sociale: non è più solo una signora che sa molte cose sul parto. Ed è per questo che molte madri possono rivolgersi a lei per chiarire i propri dubbi ed essere aiutate in vari modi durante e dopo la gravidanza.

Ostetriche: consulenti per l’allattamento

ostetrica aiuta una mamma

L’International Board Certified Lactation Consultants, IBCLC (Consulente Professionale in Allattamento Materno) certifica ogni anno centinaia di infermiere ostetriche. Questa certificazione consente ad un numero sempre maggiore di donne di potersi affidare a persone specializzate nell’allattamento. Nonostante l’allattamento sia un processo naturale ed istintivo, ci sono situazioni in cui c’è bisogno di una certa stimolazione e di adattamento, sia da parte della mamma che del bambino.

Le ostetriche professionali specializzate in allattamento insegnano alle madri primipare i segreti di questo meraviglioso processo e danno consigli sui meccanismi che migliorano i primi momenti con il bimbo. Questi preziosi consigli si possono ricevere sia prima che dopo la gravidanza, negli appositi corsi o chiedendo un supporto personalizzato.

Una donna che allatta per la prima volta ha bisogno di sostegno ed aiuto sotto vari aspetti. Invece, chi ha già avuto esperienza con un bimbo, può trovarsi ad affrontare situazioni diverse. Anche se nella maggior parte dei casi il processo decorre in maniera naturale, alcune donne possono trovarsi in difficoltà ed aver bisogno dell’intervento di un esperto.

Le ostetriche possono aiutare a correggere errori nell’allattamento. Ci sono mamme che hanno problemi di salute o dei dubbi su come è meglio fare. È anche possibile che sia il bimbo ad aver bisogno di un aiuto per adattarsi a questo nuovo metodo di alimentazione.

Durante l’incontro con le ostetriche, le madri danno tutte le informazioni necessarie per capire qual’è il problema. Gli incontri durano almeno un’ora o tutto il tempo necessario a capire come migliorare la situazione. Le ostetriche possono anche andare a casa quando richiesto.

Quando è necessario l’intervento di un’ostetrica?

il lavoro dell'ostetrica

Nella maggior parte dei casi, i problemi vengono risolti in casa con l’aiuto della madre e dei familiari. Ma ci sono anche situazioni in cui c’è bisogno dell’intervento di personale specializzato. Anche se molti di questi possono essere risolti dal ginecologo, in molti casi si tratta di situazioni che hanno bisogno di metodi naturali, molta pazienza e complicità per essere superate brillantemente.

Molte ostetriche specializzate possono aiutare durante i corsi preparto: insegnano come affrontare le varie situazioni che la futura madre neppure immagina può trovarsi a dover affrontare ed orientano a comprendere ciò che sta accadendo fin da subito. Non tutti i cambiamenti che avvengono durante la maternità possono essere chiariti e spiegati in pochi incontri. Le ostetriche avvisano anche che molte delle informazioni ricevute si dimenticano in quanto le donne, durante questi incontri, sono maggiormente concentrate ad affrontare il momento del parto.

In ogni caso, gli incontri tendono a chiarire e spiegare il momento dell’allattamento. Nei i principali corsi riferiti a questo tema si parla di:

  • dolore durante l’allattamento, ragadi nei capezzoli, ostruzione dei condotti o mastite
  • difficoltà a far attaccare il bimbo
  • rifiuto del bimbo a succhiare
  • problemi causati da interventi, scarsa produzione di latte, perdita di peso
  • dubbi sull’estrazione
  • necessità di un allattamento esclusivo o misto
  • allattamento di gemelli o tandem (allattare bambini di età diverse)
  • bambini con problemi fisici (sindrome di Down, fessura labiale, alterazioni neurologiche, fessura palatina)
  • nascita prematura
  • reflusso
  • svezzamento.

Come potete vedere, il ruolo dell’ostetrica va ben oltre quello che si immagina e comprenderlo vi faciliterà le cose nel caso ce ne fosse bisogno.