Allattamento al seno e steroidi: cosa dovreste sapere

Le mammelle sono molto soggette a lesioni durante l'allattamento al seno e in più di un'occasione richiedono alcuni trattamenti farmacologici.
Allattamento al seno e steroidi: cosa dovreste sapere

Ultimo aggiornamento: 27 gennaio, 2022

Il latte materno è un fluido vivo che fornisce molti nutrienti ed elementi benefici al bambino. Tuttavia, l’allattamento al seno può anche essere il punto di ingresso di alcune sostanze potenzialmente tossiche per il piccolo.

Per questo motivo in questa fase è necessario eseguire solo quei trattamenti che si sono dimostrati sicuri. Ti diciamo tutto sull’uso di creme steroidee durante l’allattamento.

A cosa servono le creme steroidee?

Gli steroidi o i corticosteroidi sono medicinali ampiamente utilizzati in medicina, per il loro grande potere antinfiammatorio. Tanto che è una strategia molto efficace per il trattamento locale (o topico) di alcune malattie della pelle.

Esistono molte creme che contengono questo farmaco tra i suoi componenti, ma non tutte sono uguali o hanno gli stessi scopi.

Una delle principali differenze tra le creme è il potere dell’effetto dello steroide, noto anche come potenza . Questa qualità è determinata dal tipo di molecola di corticosteroide e anche dalle sostanze che la veicolano nel prodotto.

Pertanto, il betametasone non è lo stesso dell’idrocortisone (entrambi gli steroidi), così come l’uso di una lozione non è lo stesso dell’uso di una crema.

In dermatologia clinica, l’uso di steroidi topici è diffuso e studiato. Grazie all’affinità di questi farmaci per i grassi, vengono facilmente assorbiti negli strati della pelle e questo produce un effetto terapeutico in breve tempo.

Un altro dei vantaggi è che si degradano rapidamente e questo impedisce loro di passare nel sangue e di generare effetti sistemici (in tutto il corpo).

Eczemi sulla pelle.

Allattamento al seno e creme steroidee

Come accennato in precedenza, l’uso di steroidi topici è un ottimo alleato dei trattamenti per le condizioni della pelle. Ma come suggeriamo con qualsiasi farmaco, è necessario verificarne la sicurezza prima di utilizzarlo durante la gravidanza e l’allattamento.

In generale, le creme a base di corticosteroidi sono sicure per l’allattamento al seno, poiché il rischio di danni al bambino è piuttosto basso.

Da un lato, come già spiegato, l’assorbimento nella pelle è buono e il suo passaggio nel sangue è scarso. Questo aiuta a prevenire la contaminazione del latte materno con questa sostanza.

D’altra parte, nel caso in cui sulla pelle del seno rimanga un residuo di crema steroidea che il bambino può ingerire accidentalmente, la possibilità che venga assorbita nello stomaco del bambino è trascurabile.

Quindi, se il trattamento viene eseguito correttamente, la madre ne trae beneficio senza danneggiare il suo piccolo.

Raccomandazioni per l’uso corretto delle creme steroidee durante l’allattamento

Per ridurre i rischi di tossicità per il bambino, è importante prendere in considerazione alcune precauzioni quando si utilizzano questi prodotti:

  • Seleziona corticosteroidi a bassa potenza.
  • Opta per le formulazioni in crema.
  • Applicare sempre sulla zona lesa e non su tutto il seno.
  • Evita di posizionarlo sull’areola e sul capezzolo, quando possibile.
  • Utilizzare sulla pelle asciutta, una volta terminato l’allattamento.
  • Prima di riattaccare il bambino al seno, pulire adeguatamente l’area.
  • Non utilizzare per più di 5 giorni.

Creme steroidi sul capezzolo

È abbastanza comune che nelle fasi iniziali dell’allattamento compaiano delle lesioni nella zona vicino al capezzolo, con secchezza o irritazione.

Quando le misure non farmacologiche non bastano, è importante che il medico valuti l’opportunità di procedere con qualche trattamento farmacologico topico. In questo senso, le creme steroidee possono essere una buona opzione.

Alternative naturali per i problemi della pelle associati all’allattamento al seno

Mentre gli steroidi sono farmaci sicuri, non sono l’unica alternativa possibile durante l’allattamento.

Come linea guida generale, si consiglia di attuare alcune routine di cura della pelle, per prevenire la secchezza delle aree sensibili. Alcune delle strategie di inumidimento del seno sono le seguenti:

  • Usa creme idratanti per il corpo, senza profumi, alcool o parabeni.
  • Applicare alcune gocce di olio d’oliva sui capezzoli e sulle areole.
  • Inumidisci la zona del capezzolo con il tuo latte materno, dopo ogni poppata.
  • Arieggiare il seno tra una poppata e l’altra.

Quando si tratta di trattare crepe nel capezzolo o traumi causati dalla bocca del bambino, esistono anche alternative naturali. Ad esempio, i prodotti a base di lanolina, il dexpantenolo (provitamina B5) e l’enzima collagenasi, si sono dimostrati molto efficaci.

Allattamento al seno e steroidi.

Informazioni sui trattamenti medici durante l’allattamento

Prima di iniziare qualsiasi trattamento in questo periodo della tua vita, dovresti consultare il tuo medico o il tuo consulente per l’allattamento. Se hai solo bisogno di una crema per la pelle, dovresti cercare l’approvazione di professionisti per non mettere a rischio la salute del tuo bambino.

Allo stesso modo, scopri quali misure precauzionali dovresti prendere in caso di malattia e non smettere di allattare solo perché.

Attualmente, la maggior parte dei trattamenti farmacologici è compatibile con l’allattamento al seno e c’è un modo per corroborare il potenziale rischio di ciascun farmaco. Tieni presente che molte alternative naturali sono anche potenzialmente dannose per il piccolo, quindi dovresti cercare la guida di specialisti.

Potrebbe interessarti ...
5 verità sull’alimentazione a base di latte artificiale
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
5 verità sull’alimentazione a base di latte artificiale

L'alimentazione a base di latte artificiale è circondata da una quantità di miti e leggende. Scopriamo quali sono e vediamo cosa c'è di vero e cosa...