Figlio unico: vantaggio o svantaggio amministrativo?

18 Dicembre 2019
Per alcuni motivi o per altri, ci sono molte famiglie oggi che hanno un solo figlio. Questa scelta, oltre alle questioni pratiche, comporta alcuni vantaggi a livello amministrativo. Vediamo insieme quali sono.

Al momento, ci sono molte famiglie che decidono di avere un solo figlio. Le cause sono varie e vanno oltre le motivazioni culturali o religiose. In realtà, entrano in gioco altri fattori come quello economico, il tempo a disposizione e gli impegni lavorativi. Non bisogna dimenticare che avere dei figli è una responsabilità che implica una dedicazione e un sacrificio continui. In questo articolo, cercheremo di capire se avere un figlio unico è un vantaggio o uno svantaggio amministrativo.

Ogni madre, padre o partner sceglie come sperimentare questo processo. La scelta del numero di figli definisce ampiamente altre questioni amministrative che potrebbero non essere pianificate in anticipo. Il tipo di istruzione offerto, le procedure relative all’istruzione o alla salute e persino l’eredità dei beni familiari vengono notevolmente modificate.

Vantaggi amministrativi del figlio unico

Ci sono alcuni benefici familiari quando si decide di avere un figlio unico: dalle questioni più semplici e di routine alle questioni più importanti, come l’eredità.

Organizzazione del tempo

I genitori che hanno un figlio unico hanno certamente possono organizzare meglio il loro tempo e creare un equilibrio tra le attività svolte. Le procedure burocratiche relative all’educazione di un solo figlio richiedono meno tempo per essere organizzate: salute, istruzione, attività extra, viaggi, tutto sarà più facile.

Famiglia con genitori e figlia unica

Il fatto di dover dedicare meno tempo all’organizzazione delle attività quotidiane si traduce in una maggiore possibilità di trascorrere del tempo insieme. Ciò rafforza il legame, favorendo un’infanzia allegra con forti benefici per l’autostima dei bambini. Le esperienze che bambini e genitori condividono sono i grandi pilastri di uno sviluppo emotivo adeguato.

Maggiori investimenti nell’istruzione

Il denaro destinato all’istruzione, alle attività extracurricolari e persino all’intrattenimento sarà maggiore. Infatti, con un figlio unico,le risorse materiali disponibili non devono essere suddivise tra più fratelli, quindi il vantaggio è evidente. Un figlio unico ha maggiori possibilità di accesso all’istruzione privata, alle lezioni extra scolastiche di lingua straniera e allo sviluppo professionale.

Alcuni studi rivelano che i figli unici ottengono risultati accademici migliori. Da un lato, ciò è dovuto alla migliore capacità di organizzarsi e avere un metodo di studio efficace. Stare da soli, senza fratelli intorno, e quindi senza distrazioni, consente di concentrarsi meglio per studiare.

D’altra parte, i genitori possono offrire tutto il sostegno finanziario a disposizione per coprire le spese educative. I figli unici hanno maggiori possibilità di effettuare scambi culturali o accedere a università all’estero. Gli scambi culturali di solito vengono favoriti dalle politiche demografiche di ciascun paese.

L’unico erede

L’eredità è un argomento che comporta numerose controversie quando si tratta di un grande gruppo familiare. Nelle famiglie con un solo erede, i vantaggi amministrativi sono evidenti. Le procedure e i costi associati alla gestione dell’eredità diminuiscono considerevolmente.

Il fatto che nulla debba essere condiviso con dei fratelli semplifica la procedura. Non è necessario realizzare degli atti, poiché l’erede dovrà auto amministrare la sua proprietà.

La politica del figlio unico

La Cina è il primo paese che ha attuato la politica del figlio unico, nonostante la questione sia piuttosto controversa. L’obiettivo di questa politica statale è controllare il tasso di natalità per evitare gli effetti della sovrappopolazione.

Padre e figlia giocano a basket

L’applicazione di questa legge si è verificata con maggiore enfasi nelle aree urbane, con un controllo più mite negli ambienti rurali. In quest’ultimo caso, un secondo figlio è ammesso quando il primo è disabile o di sesso femminile. Chi non rispetta questa legge, verrà penalizzato con una multa.

Per molti anni la politica del figlio unico è stata messa in discussione, soprattutto per i metodi utilizzati per la sua attuazione. A partire dal 2013, sono iniziate le revisioni della legge e, dopo varie deliberazioni, è stata annullata. Nell’ottobre 2015, la politica dell’unico figlio in Cina è stata abbandonata e il limite massimo è aumentato a due figli per famiglia.

Altre informazioni

È stato dimostrato che i bambini che crescono senza fratelli presentano un maggiore sviluppo della creatività e sono considerati in grado di raggiungere la maturità molto prima. Questo può generare alcuni problemi quando interagiscono con i propri colleghi o si lavora in gruppo. Tuttavia, è l’educazione ricevuta dai genitori a stabilire il loro comportamento sociale in futuro.