Tredicesima settimana di gravidanza

· 26 Aprile 2018
La tredicesima settimana di gravidanza segna la fine dei controlli medici del primo trimestre e il momento in cui la pancia inizia a essere evidente

Inizia un nuovo trimestre e una nuova fase del processo di gestazione di questa piccola creatura che vive nel vostro utero. Alla tredicesima settimana di gravidanza, misura tra i 6,5 e i 10 centimetri e il suo peso oscilla dai 13 ai 20 grammi. Il suo viso inizia ad assumere i suoi particolari lineamenti e si verificano ulteriori cambiamenti che ripassiamo a seguire. È incredibilmente emozionante!

Gli occhi, prima molto separati tra loro, e le orecchie, che fino alla settimana precedente si trovavano molto più indietro, assumono la loro posizione definitiva. Oltre a ciò, vi è un dettaglio davvero affascinante: le sue impronte digitali si sono già formate.

Poiché in questo momento il cervello è una delle parti più sviluppate del feto, oltre alle strutture che sostengono e ricoprono gli organi, la testa costituisce la metà delle dimensioni totali del feto.

Dalla tredicesima settimana di gravidanza in poi, il suo corpo inizierà a crescere in modo più svelto per “raggiungere” la testa e ottenere un corpo proporzionato. Al momento della nascita, infatti, quest’ultima rappresenta solo un quarto delle dimensioni totali. In questa fase, inoltre, si verificano alcuni processi importantissimi relativi all’organismo del feto e alla sua futura nascita.

 

Il primo riguarda la produzione dei globuli rossi che trasportano l’ossigeno ai tessuti del corpo. Adesso vengono prodotti soprattutto nel fegato. Nei bambini e negli adulti, invece, vengono prodotti dal midollo.

Allo stesso modo, alla tredicesima settimana di gravidanza il feto dispone già del suo sistema immunitario. È in procinto di potersi difendere dagli organismi esterni. Logicamente, non gli è possibile farlo come un neonato già sviluppato, perché tale sistema deve ancora maturare e imparare a riconoscere le minacce.

In questa fase si verificano alcuni processi importantissimi relativi all’organismo del feto. Da una parte, gli anticorpi della madre lo proteggeranno dalle infezioni. Dall’altro, il fegato secerne bile, il pancreas produce insulina e i reni formano l’urina per eliminare gli scarti (nel liquido amniotico).

Gravidanza alla tredicesima settimana

Tredicesima settimana di gravidanza: cosa succede al corpo della madre?

Come nella settimana precedente, si producono alcuni sintomi di sollievo per la futura madre. Alcune donne considerano questo secondo trimestre come la “luna di miele” della gravidanza, ovvero la fase in cui godersi il processo. A seguire elenchiamo alcuni cambiamenti che sperimenterà il corpo della donna in dolce attesa:

  • Nausea, stanchezza, malessere generale e capogiri frequenti sono ormai un lontano ricordo. La vitalità aumenta e si recupera il sonno perso in precedenza.
  • L’utero inizia a ingrossarsi in modo considerevole.
  • Possono presentarsi fastidi causati da “strappi” nella zona dei muscoli addominali o a causa di disturbi intestinali. Gli specialisti spiegano che la gravidanza rilassa la muscolatura liscia, composta dai muscoli che non controlliamo e che fanno muovere stomaco, vescica e intestino.
  • Il transito intestinale rallenta in seguito ai motivi appena esposti. Questo produce digestione lenta che può causare pesantezza, meteorismo o stipsi qualora non se ne soffra già.
  • Si soffre spesso di congestione nasale, poiché le mucose producono secrezioni più abbondanti.

Ecografia tredicesima settimana

Controlli corrispondenti a questa fase

Alla tredicesima settimana di gravidanza è ancora possibile realizzare, se non è stata ancora fatta, l’ecografia della fine del primo trimestre. È il passo finale dei controlli a cui bisogna sottoporsi appena si scopre di essere in attesa. È il momento nel quale si conclude la valutazione del primo trimestre e si potrebbe dire che la parte più difficile e angosciante (soprattutto per le primipare) è ormai passato.

Da questo momento in poi, vi è una pausa, seppur breve, dei controlli medici. Sono richiesti controlli periodici o mensili per essere certi che il feto si stia sviluppando in modo corretto e che la madre non presenti alcun inconveniente.

Consigli per la tredicesima settimana di gravidanza

Prima di tutto, munitevi di indumenti comodi, poiché a mano a mano che la gravidanza procede i vostri pantaloni di sempre diventeranno troppo stretti. Evitate in tutti indumenti attillati, calzature scomode e accessori molto pesanti.

Anche se può sembrare un aspetto di poco conto, questi elementi possono incidere negativamente sul vostro benessere e provocare dei disturbi.

D’altro canto, godetevi l’energia rinnovata che avvertirete dopo la scomparsa di nausea e capogiri. Approfittate di questa vitalità per ritrovare l’intimità con il vostro partner e realizzare altre attività piacevoli. È il momento ideale per iniziare a sfoggiare con orgoglio la vostra pancetta!