Cosa influenza la genetica del bambino?

28 Gennaio 2019
Quali sono i fattori che influenzano la genetica del bambino? Cosa farà sì che vostro figlio abbia gli occhi verdi o blu? Ve lo spieghiamo qui.

A tutti i genitori piacerebbe sapere come sarà il figlio che sta per nascere. Avrà gli occhi blu, verdi o marroni? Sarà alto o basso? Prenderà la vivace personalità di uno dei nonni?  O corre il rischio di ereditare una malattia tipica della famiglia? Le domande che vi porrete prima della sua nascita sono davvero moltissime. In questo articolo, vi spiegheremo quali sono i fattori che possono davvero influenzare la genetica del bambino.

Influenze genetiche e ambientali

L’espressione “genetica del bambino” è determinata da una formula che afferma quanto segue:

Fenotipo = Genotipo + Ambiente + (Genotipo*Ambiente)

L’espressione genetica, chiamata fenotipo (che si riferisce al colore degli occhi, dimensioni, peso…), è determinata da fattori genetici, fattori ambientali e l’interazione tra loro. Tuttavia, deve essere compreso che l’ambiente non può modificare o alterare in alcun modo la maniera in cui alcuni geni si manifestano, come quelli che hanno a che fare con l’aspetto fisico. Cioè, se il bagaglio genetico fornito dai genitori determina che il colore degli occhi sarà verde, non importa se il bambino nasce in Cina, Senegal o Argentina. Il colore sarà certamente quello.

padre, madre e bimbo dormono assieme

Tuttavia, l’importanza di alcuni geni può essere modificata nel tempo o a causa dell’ambiente. Ma non necessariamente finiscono per prevalere. Infatti, l’elemento ambientale influenza maggiormente l’espressione di alcuni geni che intervengono più a livello della personalità del vostro bambino. Alcuni, ad esempio, possono predisporre al fumo o al consumo di alcol, o alla violenza o ad altri comportamenti che, comunque, nel corso della vita possono essere gestiti e controllati.

Il registro dei geni

La genetica del bambino è determinata da entrambi i genitori. L’unione dei loro geni è ciò che modellerà la forma degli occhi, il naso, le dita, le dimensioni del piede, lo spessore dei capelli…. Tutto è registrato lì, come nella memoria di un hard disk. Come forse sapete, i cromosomi che vengono ceduti alla prole, sono veri e propri dispositivi di memorizzazione.

Il “gene” è quella unità che contiene tutte le informazioni di una persona. Ogni essere umano ne possiede moltissimi, oltre 20.000.

Generalmente, le persone condividono 23 paia di cromosomi. Padre e madre contribuiscono ognuno con 23 cromosomi e ogni bambino è dunque il risultato dell’unione di due metà. Ora, perché a volte somiglia più a uno o non all’altro? Ogni gene è composto dalla parte ereditata dalla madre e quella che viene dal padre. E, come si capisce, la caratteristica prevale nel neonato è quella che ha la caratteristica dominante.

In un articolo pubblicato sul prestigioso portale sulla salute Medline Plus si legge quanto segue: “Ogni cromosoma della coppia offre fondamentalmente la stessa informazione, cioè gli stessi geni. A volte, ci sono lievi variazioni e tali anomalie si verificano in meno dell’1% della sequenza del DNA. I geni che hanno queste variazioni sono chiamati alleli“.

un neonato sorride davanti allo specchio

Come sapere il colore degli occhi del bambino?

Per un po’ di tempo si è ritenuto che solo due geni determinassero il colore degli occhi di una persona. Ma, dato che i progressi della tecnologia hanno permesso di approfondire gli studi sul genoma umano, ora è noto che almeno 8 geni sono coinvolti nel determinare il colore dell’iride oculare.

Rispetto alle varie combinazioni possibili, tenete presente che il marrone è dominante sul verde o sul blu e che il verde domina sul blu.

Geni dominanti e geni recessivi

I primi sono quelli che vengono considerati più “forti” o resistenti. Il che significa che sono più propensi a far prevalere le loro determinate caratteristiche. Al contrario, i geni recessivi, sebbene siano più deboli, non scompaiono affatto. Anzi,  rimangono presenti ed è per questo motivo che possono ritornare in futuro, riapparendo alcune generazioni dopo.

Di che colore saranno i capelli di vostro figlio?

Il discorso relativo a questa parte del corpo è piuttosto curioso. Alcuni anni fa sono stati definiti 12 geni diversi che intervengono nel colore dei capelli. Tutti loro hanno circa 45 variazioni di colore, forma e tipo. Ciò che è ovvio è che i capelli scuri hanno una caratteristica dominante, al contrario di quelli chiari. Per quanto riguarda i bambini che hanno i capelli rossi, questa manifestazione è alquanto rara, dal momento che è il risultato della cessione di due geni, uno per genitore, con questa caratteristica.

Cosa influenza maggiormente la genetica del bambino?

L’ambiente a cui è esposto un neonato è molto importante per determinare i geni che alla fine prevalgono e vengono espressi. Ad esempio, un bambino può avere una predisposizione genetica ad essere alto e corpulento, ma se non mangia bene durante la sua infanzia, potrebbe non arrivare mai al pieno sviluppo fisico.

Quindi, l’ambiente esterno può favorire o ostacolare l’espressione potenziale del carico genetico di ogni individuo. Fa parte del vostro lavoro di genitori aiutare il piccolo a crescere forte e sano, in modo che possa sfruttare appieno i geni che gli avete trasmesso.

  • Genética: MedlinePlus enciclopedia médica [Internet]. Medlineplus.gov. 2018. Disponible en: https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/002048.htm
  • Yashon, R. K., & Cummings, M. R. (2010). Genética humana y sociedad. Cengage Learning Editores
  • Romeo, C. M. (1995). Genética humana: fundamentos para el estudio de los efectos sociales de las investigaciones sobre el genoma humano. Bilbao, España: Universidad de Deusto