Qual è il peso ideale delle donne durante la gravidanza?

11 Marzo 2020
Mantenere il peso ideale durante la gravidanza dipende dal peso che si aveva prima di rimanere incinta e dalle caratteristiche di ogni donna. Sia un eccesso che un difetto di peso possono essere dannosi.

Mantenere il peso ideale durante la gravidanza è uno di quei problemi che ossessionano le donne. Gli attuali stereotipi di bellezza spingono le donne in gravidanza a porsi questo problema. Spesso, una donna incinta si chiede quale sia il peso ideale delle donne in gravidanza e quale debba essere il peso medio da mantenere per rimanere in salute.

Durante la gravidanza l’aumento di peso che una donna può avere è molto variabile. Lo stesso vale anche per la sensazione di fame dalla quale dipende l’aumento di peso.

Prendiamo in considerazione il peso di una donna prima di rimanere incinta. Gli esperti considerano normale un aumento di peso in gravidanza compreso tra 11,5 kg e 16 kg.

Ma questo aumento varierà a seconda dell’indice di massa corporea (IMC) della madre all’inizio della gravidanza:

  • Con un IMC inferiore a 19,8, l’aumento di peso raccomandato va da 12,5 a 15 kg.
  • Se si ha un IMC compreso tra 19,8 e 26, l’aumento di peso raccomandato va da 12,5 a 15 kg.
  • Con IMC compreso tra 26 e 29, l’aumento di peso raccomandato va tra i 7 e i 10,5 kg.
  • Se il vostro incide di massa corporea è maggiore di 29, l’aumento di peso deve assestarsi intorno ai 7 kg.

Si dovrebbe aumentare 1 chilogrammo al mese?

Esiste un modello di riferimento in base al quale una madre in gravidanza dovrebbe aumentare di un chilo al mese. In base a questo modello, durante la gravidanza, la madre dovrebbe avere un aumento di peso pari a 9 chilogrammi. Ma ci sono madri che arrivano ad aumentare anche di 18 chilogrammi, cioè due chili al mese.

Tutto dipende dal corpo di ogni persona e dalle sue abitudini (cibo, esercizio fisico, ecc.). Inoltre, se si soffre di una condizione fisica che fa aumentare o perdere il peso, questo si rifletterà sul peso che andremo ad avere in gravidanza.

La cosa importante è non smettere di nutrirsi. Se avete delle voglie, mangiate. Certo, non dovete esagerare e moderare l’assunzione di dolci e carboidrati. Ma finché siete in salute, non c’è motivo patire la fame durante la gravidanza.

L’importante è fare attenzione a degli aumenti di peso eccessivi perché potrebbero essere associati ad anomalie come la glicemia materna, disturbi ipertensivi e possibili complicazioni alla nascita.

donna che si pesa sulla bilancia

Sebbene i media e la società ci trasmettano un modello estetico diverso, non bisogna lasciarsi influenzare. Seguite il vostro ritmo, rispettate i cambiamenti del vostro corpo e abbiate cura della vostra salute.

In nessun caso dovete smettere di mangiare. Questa misura è totalmente controindicata in gravidanza perché quando si mangia poco, non si bruciano i grassi e si generano i cosiddetti corpi chetonici, che possono raggiungere il bambino. Questi sono tossici e possono danneggiare il suo sistema nervoso.

Il peso ideale e la giusta alimentazione

È importante che le donne in gravidanza non si limitino nel mangiare. Non è questo il momento per farlo. Piuttosto bisogna scegliere bene cosa mangiare.

L’ideale è mangiare principalmente alimenti a base vegetale come frutta e verdura senza abusare delle carni rosse. Le carni bianche sono più consigliate.

È anche necessario assumere latte scremato, olio d’oliva, legumi, cibi integrali come pane, cereali e riso ed evitare le farine raffinate e gli alimenti di cui non avete bisogno come il cibo spazzatura.

La donna non deve essere ossessionata dall’aumento di peso in gravidanza e non deve mangiare di meno. Tuttavia, c’è anche chi pensa che, dato che sta per ingrassare, gli eccessi non contano.

Ci sono donne che usano l’aumento di appetito per mangiare cose che non sono indicate per loro e per il bambino. Quando una persona mangia più di quello di cui ha bisogno, gli adipociti diventano sempre più grandi facendo aumentare anche il volume della persona.

donna incinta che si pesa

Se si è in grado di mangiare quattro chili di cibo per pasto, non solo aumenteranno le dimensioni degli adipocidi, ma se ne creeranno di nuovi.

Ovviamente, maggiore è il peso che si acquisisce mangiando in eccesso, più difficile sarà ritornare al peso di partenza.

Il peso ideale delle donne in gravidanza: aumento di peso per trimestre

  1. Nel primo trimestre di gravidanza, l’aumento di peso è lieve. In genere, tra 0,5 e 1,5 chilogrammi. Ci sono donne che non ingrassano o addirittura perdono peso a causa della presenza di nausea e vomito.
  2. Nel secondo trimestre, l’aumento di peso è tra 3,5 e 4 kg.
  3. Il terso trimestre è quello in cui avviene il maggior aumento di peso. Questo è dovuto al fatto che in precedenza il feto si stava ancora sviluppando, ma non stava aumentando di peso. In genere, si registra un aumento da 5 a 5,5 kg, ovvero circa 400 grammi a settimana.

Se mangio poco, il mio bambino sarà più piccolo?

La risposta è sì. Se la madre limita molto l’assunzione di cibo e di nutrienti, può succedere che il bambino pesi poco alla nascita. Per questo motivo, si consiglia di non mangiare poco e di assumere le giuste quantità di cibo in modo equilibrato.

In passato si credeva che una donna incinta dovesse mangiare per due persone. Sicuramente deve mangiare per lei e per il suo bambino, ma questo non significa che il cibo debba essere moltiplicato per due. Se una madre decide di mangiare molto perché pensa di far nascere un figlio più grande, deve sapere che chi aumenterà di peso tra i due è lei e non il bambino.

Pertanto, il peso ideale durante la gravidanza deve essere stabilito insieme al medico perché può variare da una donna all’altra.

  • Herring, S. J., & Oken, E. (2010). Ganancia de peso durante el embarazo: Su importancia para el estado de salud materno-infantil. Annales Nestlé (Ed. española)68(1), 17-28.
  • Rodríguez Domínguez, P. L., Hernández Cabrera, J., & Reyes Pérez, A. (2005). Bajo peso al nacer: Algunos factores asociados a la madre. Revista cubana de obstetricia y ginecología31(1), 0-0.
  • Alimentación y nutrición. Ediciones Roble, S.L