Il vostro compagno vi può aiutare mentre allattate

· 1 novembre 2018
Quando pensiamo all'allattamento lo consideriamo come un compito solo di noi mamme, ma perché non coinvolgere anche il papà? Ecco come il vostro compagno vi può aiutare mentre allattate il bambino.

L’allattamento al seno è un ottimo modo per assicurarvi che vostro figlio si affacci alla vita con tutto il nutrimento di cui ha bisogno. È allo stesso tempo una forza di unione e connessione, ma l’amore tra padre, madre e figlio è qualcosa che si rafforza ogni giorno. L’allattamento materno può anche essere molto complicato, perché anche se è un comportamento naturale bisogna imparare a farlo. Il vostro compagno vi può aiutare mentre allattate il bambino?

I primi giorni, le prime settimane e a volte persino i primi mesi possono essere dolorosi. Vi potete sentire confuse e potreste anche arrivare a piangere perché vi sentite impotenti. Anche se allattare significa nutrire il vostro bambini ed è una cosa che fa la madre personalmente, ci sono molti modi in cui il vostro compagno vi può aiutare in questo processo. In modo che anche lui sia partecipe di una cosa così speciale come l’allattamento al seno.

Perché un uomo dovrebbe imparare tutto sull’allattamento al seno

Molti uomini danno per scontato che l’allattamento al seno sia una cosa che coinvolge solo le donne e i bambini, per cui non si preoccupano di cos’è e come funziona. Semplicemente sanno che è il momento di allattare e che loro non hanno nulla a che vedere con questo, ma non deve essere così.

Come compagni è necessario che vi prendiate il tempo necessario per imparare tutto sull’allattamento al seno. E che in questo modo ne possiate parlare con la futura madre, condividere le sue preoccupazioni senza che lei vi debba spiegare sempre tutto. Prima che nasca il bambino, potreste leggere alcuni articoli sull’allattamento materno precoce perché sappiate così di che cosa si tratta, dal colostro ai copricapezzoli.

Allattamento al seno

L’importanza di un sostegno durante l’allattamento

Prima di iniziare l’allattamento al seno è importante stabilire degli obiettivi. Il vostro obiettivo potrebbe essere di allattare il bambino fino a che lui vuole, per sei mesi, per due anni Quello che pensate sia meglio per il vostro bambino, ma è necessario che il vostro compagno sia a conoscenza di questo obiettivo in modo che possa esserne partecipe.

Se il vostro compagno non sa che volete allattare vostro figlio per un anno e perché, non saprà quello che desiderate realmente e non sarà in grado di capire perché non utilizzare latte in formula quando le cose diventano in qualche modo complicate. Dall’altro lato, se il vostro obiettivo è di dargli il seno solo per alcuni mesi, non ci sarà confusione quando arriverà il momento di passare al latte in formula.

Il vostro compagno vi può aiutare mentre allattate se sta attento a ciò di cui avete bisogno

La maggior parte degli uomini vogliono davvero essere d’aiuto mentre state allattando, ma a volte non sanno bene come fare. Pensate a cosa potrebbe fare per far sì che l’allattamento sia più facile per voi. È chiaro che non può allattare lui, ma può invece prendere in considerazione molte altre cose:

  • Dare il biberon con il latte materno quando è necessario perché la mamma possa riposare o quando non può dare il seno al bambino per qualsiasi ragione.
  • Offrire acqua o lasciare una bottiglia d’acqua a portata di mano della donna mentre sta allattando il bambino.
  • Mettere un po’ di musica per farvi rilassare. Creando così un momento di massimo comfort.
  • Offrire tutti i cuscini necessari perché sia la madre che il bambino siano comodi e ben accuditi.

Lasciate che il vostro compagno sappia ciò di cui avete bisogno per fare in modo che l’allattamento al seno sia più comodo per voi. E in questo modo potrete chiedergli di aiutarvi a preparare tutto ciò di cui avete bisogno per stare comode tutto il tempo che starete allattando il neonato.

Biberon

Può assumersi altri compiti

Se voi state allattando il bambino passerete per forza di cose molto tempo con lui, per cui è difficile fare altre cose. Il vostro compagno vi può aiutare assumendosi altri compiti per la cura del bambino che realizzi solo lui, così da poter avere un momento di contatto unico con il bambino. Ad esempio, può fargli il bagnetto, cantare per farlo dormire, aiutarlo a fare il ruttino o anche solo cullarlo per farlo rilassare.