Gli acchiappasogni, un oggetto per proteggere il sonno dei bambini

Oggi vogliamo parlarvi di oggetti mistici, che provengono da antiche tradizioni e che oggi vanno molto di moda: gli acchiappasogni. Un amuleto nato per proteggere il sonno dagli incubi.
 

Sapevate che esiste un oggetto ideato appositamente per proteggere il sonno dei bambini? Si tratta dell’acchiappasogni. Questi oggetti mistici di origine antica furono inventati soprattutto per proteggere i sogni notturni dei bambini.

Gli acchiappasogni sono un incantesimo contro gli spiriti maligni. Mirko Badiale disse: su ogni bambino bisognerebbe mettere un cartello con su scritto: attenzione, contengo sogni. Proprio per questo oggi vogliamo parlarvi dell’importanza del prendersi cura del sonno dei vostri figli, in particolare con questo oggetto mistico.

Oggi gli acchiappasogni sono diventati particolarmente famosi. Questi begli oggetti della tradizione vengono realizzati in modo artigianale, con fili colorati, piume, intrecci, rametti di salice o di cedro e con un cerchio. Proprio per le sue finalità, veniva posizionato sulla culla dei più piccoli.

Le celebrità che amano lo stile bohemien hanno aderito alla tendenza di collocare acchiappasogni in casa propria. Hilary Duff, la famosa cantante, attrice e stilista, modella e madre del piccolo Luca, ha aderito a questa moda, posizionando un delizioso acchiappasogni di dimensioni enormi in camera del bambino, proprio prima della sua nascita. Che lo scopo fosse puramente decorativo o che fosse simbolo di una convinzione, il risultato è stato comunque un gesto grazioso.

 

Le origini dell’acchiappasogni

Per i nativi americani gli acchiappasogni hanno più di un significato. Ad esempio per gli Ojibwa simboleggiano il movimento del sole. Per i Lakota sono cerchi con funzioni protettive, perché rappresentano i cicli della vita.

Altri popoli, come i Sioux attribuiscono un altro significato alla loro “magia”. Credono che nella rete centrale restino intrappolate tutte le cose brutte e i brutti sogni. Attraverso le piume e le trame della parte inferiore, invece, si diramano i bei sogni che si fermano nella mente dei bambini.

Negli anni tra i 60 e i 70 divennero popolari souvenir. Divennero persino un elemento di identificazione culturale dietro al quale si riunivano diverse popolazioni indigene del Nordamerica.

Gli acchiappasogni servono per proteggere il sonno dagli incubi

La leggenda

Alle origini del mondo, gli umani vivevano ancora a contatto con gli dei. Uno dei popoli che più spesso era solito mantenere viva una comunicazione con il mondo spirituale era la tribù dei Lakota.

Una mattina, il leader spirituale della tribù ebbe una visione di Iktomi, il maestro della saggezza. Sotto forma di ragno, egli parlò in un linguaggio sacro, che solo i Lakota potevano comprendere.

 

Mentre Iktomi parlava, raccoglieva piume, capelli, trame colorate e altre offerte. Gli parlò del ciclo della vita e dell’importanza di prendersi cura dell’infanzia.

Iktomi spiegò che l’infanzia determina la vita adulta e che quindi bisogna tessere in questo periodo delle forti alleanza, rafforzare le conoscenze e rendere solide le radici. Guarda la mia tela e collocala sulla culla dei tuoi figli da adesso in poi, aggiunse il maestro, sotto forma di ragno.

La vita è fatta di cicli e in essi possono esserci cicli brutti e belli. Se rimaniamo intrappolati nelle fasi negative proveremo un grande dolore, per questo bisogna chiudere bene ogni ciclo e iniziare con periodi più belli e più luminosi da vivere con saggezza.

-Guarda, vecchio- gli disse mentre tesseva l’oggetto sacro-. Questa rete forma un cerchio perfetto, ma c’è un buco al centro di esso. Tutto passerà attraverso di esso, tuttavia a rimanere saranno solo le cose nobili. Quando giungerà l’alba, il male si brucerà al primo raggio di sole. Sparirà per sempre.

Iktomi consegnò quindi l’acchiappasogni all’anziano leader e gli ordinò di realizzarne altri e di fare in modo che ogni bambino dormisse con uno di questi sulla testa. Fatto questo, gli chiese di diffondere questo consiglio tra la gente e tra gli altri popoli.

 

Gli acchiappasogni e i bambini

Oggi gli acchiappasogni possiamo trovarli solitamente appesi sull’uscio di casa. Ma vengono anche posizionati sulle finestre. Molte donne ritengono che simbolizzino il “confine”. Quel punto a partire dal quale passiamo dal mondo della ragione allo scenario onirico, laddove si estendono i limiti tra casa nostra e il mondo esterno. Altre li considerano simboli di protezione.

C’è persino chi pensa che gli acchiappasogni siano un modo per motivarci a sognare in grande, a perseguire i nostri sogni e a realizzarli in vita. Questo approccio in particolare risulta essere estremamente d’ispirazione.

Feste per bambini

Nel rispetto della tradizione vanno collocati sopra la testiera della culla o del letto dei nostri figli, ma non direttamente sulla testa dei nostri figli. Sempre meglio appenderli alla parete, fissando una distanza di sicurezza. Non è di troppo ricordare che vanno istallati in modo tale che non cadano.

Infine vogliamo darvi un’idea: create il vostro acchiappasogni fai-da-te in compagnia dei vostri figli. Questo lavoro manuale va di moda, ultimamente, per le feste per bambini o per una riunione in casa.

È sempre bello che i nostri figli possiedano uno di questi oggetti realizzati da noi e, perché no, preparati con il loro aiuto, se l’età gioca a loro favore. L’esperienza sarà affascinante e speciale.