Storie della buonanotte per bambine ribelli

04 marzo, 2020
Le fiabe non sono più quelle di una volta. "Storie della buonanotte per bambine ribelli" va contro diversi stereotipi grazie alle vite delle donne che hanno lasciato il segno nella storia. 
 

Sin da piccole le bambine vengono esposte alle fiabe, sia in formato cartone animato sia come libri. In genere, queste storie hanno una struttura simile, in cui la donna è rappresentata da una principessa che deve sempre aspettare di essere salvata dal principe. Non è così, invece, in Storie della buonanotte per bambine ribelli

I tempi, infatti, sono cambiati e con essi evolve anche tutto quello che accade attorno a noi. Al giorno d’oggi le fiabe per bambini sono cambiate e migliorate in nome della volontà di trasmettere sin dall’infanzia il valore dell’uguaglianza tra uomini e donne.

Nel mondo attuale in cui viviamo, è essenziale insegnare ai nostri figli, sin da piccoli, valori quali il rispetto o l’uguaglianza. Questo perché si tratta dell’unico modo per far sì che, sin da subito, donne e uomini godano delle medesime condizioni in tutti gli aspetti della vita.

L’uguaglianza di genere nella letteratura infantile

L’emancipazione della donna e il bisogno di un’uguaglianza di genere sono giunti persino nel mondo della letteratura per bambini. Questo strumento è idoneo per mostrare la realtà dell’uguaglianza e inculcare una serie di valori essenziali in tal senso.

Mamma che legge una fiaba ai figli
 

In questo articolo desideriamo presentarvi un libro che è stato, e continua a essere, un successo di vendite per via della semplicità con cui tratta un tema così importante come l’uguaglianza di genere. Stiamo parlando di Storie della buonanotte per bambine ribelli.

Storie della buonanotte per bambine ribelli

Scritto da Elena Favilli e Francesca Cavallo, questo libro ha ottenuto un tale successo da essere stato tradotto in più di 40 lingue e sono state vendute oltre un milione di copie in tutto il mondo. Nelle sue pagine ci imbatteremo in 100 storie di 100 donne note nel mondo per i risultati ottenuti o le imprese personali e lavorative.

Accompagnati dalle loro storie, narrate in forma di racconti che iniziano tutti con “C’era una volta…”, i bambini scopriranno la vita di 100 donne completamente diverse tra loro, ma accomunate dal fatto di aver lottato e avverato i propri sogni.

Questi fantastici testi in forma di racconti per bambini sono accompagnati dalle illustrazioni delle protagoniste, disegnate da sessanta illustratrici provenienti da diverse parti del mondo.

Principesse? No, bambine che volevano arrivare su Marte

Astronaute, tenniste, giudici, cuoche o scienziate sono alcuni dei profili di donne che si trovano nelle pagine di questo libro. Frida Kahlo, Nina Simone, Coco Chanel o Wangari Maathai sperano che le loro storie vengano lette dai più piccoli di casa così da sensibilizzarli sulla loro emancipazione.

Un libro ideale, come ben indica il suo titolo, da leggere prima di addormentarsi, poiché la sua struttura permette di leggere una storia ogni sera.

 
Mamma e figlia che leggono insieme

I valori trasmessi dal libro

Tutte le storie di donne incluse in questo libro hanno un unico scopo: che ogni bambina che le legga abbia forze a sufficienza per lottare per i suoi sogni e avverarli. Grazie alla varietà di profili che vengono presentati, le bambine troveranno senz’altro un nome in cui identificarsi e scoprire, così, che nulla è impossibile.

Sebbene sia consigliato per bambine tra i sei e i dodici anni, è un libro che può essere letto a di tutte le età; anche dalle giovani adolescenti, dato che i valori e le vicissitudini che vengono trasmesse sono essenziali in qualsiasi tappa della vita.

Si tratta di un libro rivolto principalmente alle bambine, per via della disuguaglianza che in varie occasioni il genere femminile subisce a causa di una serie di fattori. Nonostante ciò, è un ottimo libro per lavorare in classe anche con i bambini. In questo modo, anche loro saranno consapevoli del trattamento, del rispetto e dell’uguaglianza che bisogna riservare alle donne.

Storie della buonanotte per bambine ribelli 2

Il primo libro di cui abbiamo parlato ha riscosso un tale successo da aver ispirato la fondazione di una comunità chiamata Ragazze ribelli, in riferimento al titolo del primo volume. Da questa comunità e dai contributi di queste donne sono nate 100 nuove storie di donne che sono state incluse in questo secondo volume.

 

Beyoncé, J.K. Rowling o Nefertiti sono alcuni esempi di protagoniste che possiamo scoprire in questa seconda parte. Anche in questo caso il successo del libro è stato spettacolare. Mantiene la stessa struttura del volume precedente e anch’esso presenta illustrazioni realizzate da cinquanta illustratrici di tutto il mondo.

  • Favilli, E & Cavallo, F. (2017). Cuentos de buenas noches para niñas rebeldes. Destino.
  • Favilli, E & Cavallo, F. (2018). Cuentos de buenas noches para niñas rebeldes 2. Destino.