La magia del rapporto padre-figlia

· 28 settembre 2017

Il rapporto padre-figlia è tra i più teneri e intensi, soprattutto quando il padre è presente e si dedica con amore alla sua piccola principessa. Senza dubbio, tale rapporto cela qualcosa di magico e inspiegabile.

Non c’è da meravigliarsi! Oltre ad essere un modello a cui ispirarsi, è il primo uomo della sua vita.

La figura paterna comincia a costituirsi dall’infanzia, grazie a una iniziale e profonda influenza maschile nella quotidianità della bambina.

Noi di Siamo Mamme vogliamo offrire una serie di consigli ai padri che hanno una figlia. In questo modo potrete costruire uno dei legami più incredibili e significativi.

Rapporto padre-figlia: il padre suona la chitarra e la bimba canta.

Come rafforzare il magico rapporto padre-figlia

Dimostrate alla piccola il vostro amore profondo e incondizionato verso la mamma. Così saprà che potrà ricevere lo stesso tipo di affetto. Ricordate che il rapporto padre-figlia influenza tutte le relazioni che avrà con gli uomini in futuro.

Grazie a questa dimostrazione d’amore, la bambina desidererà avere lo stesso tipo di legame quando, da adulta, cercherà la sua anima gemella.

Allo stesso modo, la figura paterna aiuta la figlia ad acquisire e sviluppare la propria femminilità e la personalità. Ditele parole dolci, fatele sapere che è bella e intelligente in modo che si senta amata, apprezzata e guadagni autostima e sicurezza.

Destate ammirazione nella piccola dedicandole delle attenzioni, perché cresca con la vostra presenza paternaNon aspettate che sia adolescente per trascorrere del tempo insieme. A quel punto sarà troppo tardi.

Godetevi insieme le cose che la rendono felice.

Braccio di ferro tra padre e figlia.

Il rapporto padre-figlia, un legame a prova di tempo

Vivete il momento. Falle il bagnetto, perché poi crescerà e non potrete più farlo. Cantatele qualcosa. Siate il primo uomo ad averle dedicato una serenata, prima che lo faccia qualcun altro. Approfittate del tempo che avete a disposizione per stare con lei: giocate, portatela a passeggio, fatela sentire importante.

Portatela a scuola. Prima o poi arriverà il momento in cui non vorrà che l’accompagniate e le darà fastidio quando proverete a farlo. È importante che ricordi la strada di casa fin da piccola, in modo che quando sarà più indipendente, sappia dove andare.

Il rapporto padre-figlia è come una bomba a orologeria che esplode durante l’adolescenza. Solitamente in questa fase il legame svanisce, imponendo una certa distanza. È normale ed essenziale che ciò accada, perché serve a preparare il terreno per i futuri rapporti con gli uomini.

In questo periodo si verificano anche dei cambiamenti radicali. Le prime mestruazioni, la trasformazione del fisico e i primi amori sono esperienze poco comprensibili per un padre.

Per quanto sia un momento complicato, continuate a cercare vostra figlia, anche quando sentite che si è trasformata in un’estranea. Durante questo processo avete un ruolo primario nella sua educazione perché solo così potrà avere uno sviluppo emotivo sano.

Gli insegnamenti ideali all’interno del rapporto padre-figlia

Infine, date alla vostra piccola qualunque insegnamento utile. Buone maniere e valori devono essere all’ordine del giorno, ma anche cose pratiche come cambiare una gomma, accendere il fuoco o fare riparazioni in casa. Le darete la possibilità di essere indipendente.

Spiegatele che non dovrà mai dipendere da nessuno. Dovrà contare sulle sue capacità per essere libera e gestirsi quando sarà adulta. Puntate su tutti quei valori che faranno della vostra piccola una grande donna.