Il metodo canguro: una capsula d’amore per i bambini prematuri

· 19 agosto 2017

La natura fornisce alle donne l’istinto materno, che le porta a capire quanto siano importanti per il bambino il contatto fisico ed il calore della pelle. Il metodo canguro unisce genitori e figli, assicurando ai neonati prematuri il sostegno necessario a crescere bene e in fretta.

 

Cos’è il metodo canguro?

Il metodo canguro è il miglior modo per una madre di dare amore al suo bimbo prematuro. Prima i neonati venivano messi nell’incubatrice e i genitori non potevano stare a contatto con loro per evitare il rischio d’infezioni. I neonati hanno bisogno della mamma sin dal primo giorno di vita, non solo per stabilire un vincolo profondo ma anche per potersi sviluppare meglio.

Il metodo canguro viene applicato quando un bambino è prematuro, ma è anche un’ottima opzione per tutti i neonati.

Sia il padre che la madre devono recarsi all’ospedale più volte al giorno per tenere il loro bambino in braccio appoggiandolo al petto. In questo modo il piccolo sentirà il contatto “pelle a pelle”, proprio come avviene per i cuccioli di canguro con la madre.

Metodo canguro

 

Emotivamente è necessario sia per la madre che per il bambino

Per una madre non c’è cosa peggiore di non poter tener il suo piccolo tra le braccia. In questo senso il metodo canguro è necessario per la stabilità emotiva della madre, ma anche per quella del neonato.

I bambini che beneficiano di questo metodo hanno difese immunitarie più alte, respirano meglio, hanno una buona temperatura corporea, prendono peso, sono più felici.

Tutti i neonati hanno bisogno del metodo canguro

Tutti i neonati hanno bisogno di sentire il calore della loro mamma. Il bambino si stabilizza più facilmente a contatto con la mamma che in una “fredda” incubatrice. Si calma ascoltando i battiti del cuore, sentendo l’odore e il suono della voce della madre.

La respirazione della mamma stimola quella del piccolo, il calore aiuta a regolare la sua temperatura corporea (la temperatura del petto della madre aumenta di due gradi per riscaldare il bambino grazie alla sincronia termica materno-infantile). Inoltre, quando inizia ad allattare, il colostro alimenta il piccolo, rendendo l’esperienza fuori dall’utero meno traumatica.

Metodo canguro per bambini prematuri

 

Anche il padre è importante

Se la madre è la più indicata per il metodo canguro, in quanto ha portato in grembo il bambino per nove mesi, anche il padre svolge un ruolo importante. Anche la voce del papà è rilassante e familiare per il neonato, e può persino aiutarlo a mantenere una buona temperatura corporea. Inoltre il piccolo ha bisogno di stabilire un vincolo affettivo anche con il padre sin dai primi giorni di vita.