Coccolare i figli non significa viziarli

2 Ottobre 2019
A dispetto di quanto alcuni dicono, coccolare i figli non significa viziarli. Anzi, significa permettergli di crescere fiduciosi e sereni.

Se siete genitori è molto probabile che vi siate sentite spesso dire che state viziando i vostri figli. Che sia perché gli avete comprato qualcosa che vi hanno chiesto, perché vi piace portarli in braccio o semplicemente perché ascoltate le loro opinioni e provate delle emozioni invece di essere autoritari tutto il tempo. Ebbene, sappiate che avete ragione voi e che coccolare i figli non significa viziarli.

Sono in molti a pensare che dando troppe attenzioni ai figli, i genitori in futuro se ne pentiranno perché li avranno viziati e non saranno in grado di controllarli.

Molto probabilmente, vi sarete infastiditi ascoltando qualcuno che vi dice che state viziando i vostri figli e che siete troppo “buoni” con loro. Nonostante molte persone che dicono queste cose lo facciano con tutte le buone intenzioni del mondo, l’istinto materno ha sempre la meglio e alla fine siete voi a decidere cosa fare in determinati momenti.

Che un bambino riceva molto affetto dai suoi genitori, che lo abbraccino, lo bacino, lo portino in braccio, che dorma con loro, non influirà negativamente su di lui, anzi il contrario: gli sarà di grande beneficio. Il vostro bambino non diventerà un manipolatore né vi dominerà, perché sappiate che coccolare i figli non significa viziarli.

Mamma con bebè
Vostro figlio deve sentirvi e amarvi

I bambini, al fine di creare un legame emotivo stabile con i genitori, hanno bisogno di sentirli ogni giorno, sapere che sono lì per proteggerli e dare loro sicurezza e conforto emotivo. Questo li aiuterà a svilupparsi in modo sano e non a diventare capricciosi e viziati come molti pensano. I bambini hanno bisogno dell’affetto dei genitori: le regole e i limiti arriveranno più tardi, perché coccolare i figli non significa viziarli.

Il mondo esterno è drammaticamente diverso rispetto a ciò a cui un bambino è abituato all’interno dell’utero materno. È l’opposto del comfort: ci sono rumori, voci, molta luce, un ambiente incerto, persone intorno… Tutto è travolgente e i bambini provano paura. Hanno bisogno della sicurezza di avere i genitori al loro fianco.

Ecco perché la voce di una madre è così importante per il bambino, il suo odore, la sua pelle, il suo sorriso e tutto il suo amore. Quando una madre dà al suo bambino l’amore di cui ha bisogno, allora, inizia a stabilire un legame emotivo molto speciale in cui le paure e le insicurezze del bambino iniziano a dissiparsi. Sa che sua madre e suo padre sono lì e per lui, a prendersi cura di lui in ogni momento.

Coccolare i figli

Coccolare i figli non significa viziarli

Non preoccupatevi di dare a vostro figlio tutto ciò di cui ha bisogno perché non lo vizierete. Al contrario, crescerete un bambino sicuro e felice che appartiene alla sua famiglia. I primi mesi di vita sono i più importanti nello sviluppo di un piccolo essere umano e, pertanto, è necessario che voi siate lì per il vostro bambino e gli diate tutto l’amore di cui ha bisogno.

Credo nell’amore a prima vista perché sono una madre.

-Anonimo-

Il vostro bambino alla nascita è un essere totalmente dipendente da voi, sotto tutti gli aspetti. Ma quella dipendenza non sarà così per tutta la vita e, a poco a poco, man mano che cresce vi mostrerà la sua indipendenza che dovrete imparare a rispettare, rafforzare e guidare. Vostro figlio non sarà un bambino per tutta la vita e, pertanto, è importante trascorrere insieme questo bellissimo palcoscenico che la vita vi regala.

Non è necessario lasciarlo piangere nella culla, anzi, non dovreste farlo. Prendetelo e abbracciatelo finché non si calma e trasmettetegli la certezza che siete al suo fianco e che tutto andrà bene.

Coccolare i figli non significa viziarli, vostro figlio non diventerà un manipolatore. Saprà solo che ha una madre e un padre che sanno come dargli tutto l’amore che merita: un amore incondizionato.