Educazione democratica: un modello didattico innovativo

I modelli educativi stanno cambiando insieme ai paradigmi e alle ideologie sociali. In questo senso, la democrazia è un valore che cerchiamo di infondere nell'insegnamento. Esaminiamo le sue caratteristiche principali.
Educazione democratica: un modello didattico innovativo
María Alejandra Castro Arbeláez

Revisionato e approvato da la psicologa María Alejandra Castro Arbeláez.

Scritto da Equipo Editorial

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio, 2023

Portare la democrazia in tutti gli aspetti fondamentali della vita è uno dei punti di forza su cui una nazione deve lavorare. Indubbiamente sarebbe garantita l’eliminazione delle differenze sociali, lavorative, istituzionali e anche educative, a vantaggio dello sviluppo dei valori. Scoprite in che modo l’educazione democratica sta guadagnando sempre più terreno un po’ ovunque nel mondo e perché continua a essere oggetto di acceso dibattito.

Che cos’è l’educazione democratica?

L’educazione democratica è conosciuta come quel modello e quell’idea di insegnamento che viene impartita a tutti allo stesso modo. Altre definizioni danno l’idea che si tratti di un metodo di insegnamento innovativo basato sulla democrazia come piano di insegnamento.

È caratterizzato dal tentativo di includere valori come giustizia, equità, fiducia, rispetto e autodeterminazione in coloro che ne imparano.

Caratteristiche dell’educazione democratica

L’educazione democratica si presenta come un nuovo approccio nel modo di concepire la scuola e la sua struttura. Basato sul rispetto per bambini, adolescenti e giovani, ha le seguenti caratteristiche:

  • Partecipazione attiva di tutti gli elementi che compongono i sistemi educativi: docenti, comunità, studenti, rappresentanti e personale amministrativo.
  • Lo scambio di idee tra gli studenti è incoraggiato in modo che possano presentare i propri interessi. L’insegnante funge da facilitatore della conoscenza e guida in caso di mancanza di comprensione.
  • L’educazione democratica incoraggia i giovani ad assumersi la responsabilità della propria educazione.
  • Elimina le valutazioni, poiché non si concentra sulla qualificazione dello studente ma sulla determinazione del rendimento.
  • Questo metodo di insegnamento viene solitamente impartito in piccoli spazi con pochi membri. Può essere in spazi aperti come piazze, patii, edifici, strade o aree rurali.

Per molti si tratta di un modello innovativo che rafforza l’autonomia e la conoscenza di sé dei bambini e aumenta la fiducia in se stessi. Tuttavia, questo approccio completamente non tradizionale è stato oggetto di dibattito.

Ciò è dovuto all’argomentazione di molti circa il requisito di una maturità da parte del bambino che, a causa della sua età, è impossibile rivendicare.

La scuola democratica è un nuovo modello di apprendimento.

Obiettivi dell’educazione democratica

Per John Dewey, un difensore di questo sistema, gli obiettivi dell’educazione democratica sono promuovere l’interesse personale e le abitudini sociali positive. Tuttavia, nel tempo questi obiettivi si sono concentrati sui seguenti precetti:

  • Stimolare l’interesse personale degli studenti per le relazioni sociali e aiutarli a superare vari inconvenienti.
  • Mantenere il controllo sociale.
  • Imparare a sviluppare abilità e abilità essenziali per raggiungere accordi attraverso procedure che garantiscano e mantengano il rispetto per gli altri.

Indubbiamente, sono sistemi che difendono l’uguaglianza e la partecipazione sociale.

“L’educazione democratica è caratterizzata dal tentativo di includere valori come giustizia, equità, fiducia, rispetto e autodeterminazione in coloro che ne imparano”

Benefici del metodo

Un modello basato sulla democrazia offre grandi vantaggi alla trasmissione di valori. Questo aiuta il piccolo a mostrare empatia ed essere generoso con le altre persone.

Tra gli altri vantaggi dell’educazione democratica, possiamo includere:

  • Insegna allo studente ad essere soddisfatto di se stesso, rafforzando così l’autostima.
  • Stimola lo sviluppo della perseveranza come misura dell’apprendimento e della costruzione dell’identità individuale.
  • L’educazione democratica permette all’individuo di esprimere i propri sentimenti ei propri interessi, che aiuterà a canalizzare atteggiamenti negativi tipici della propria età.
  • Essendo accettato, il bambino agisce per se stesso e sviluppa altri tipi di valori, come la sincerità.
  • Contribuisce allo sviluppo di un senso di responsabilità nel processo decisionale.
L'educazione democratica propone un approccio incentrato sull'espressione di tutti i partiti.

Alcuni svantaggi che rendono criticabile questo metodo

Sebbene presenti grandi vantaggi o benefici, l’educazione democratica è caratterizzata anche da alcuni aspetti negativi. Tra questi ci sono:

  • È un modello ampiamente criticato da alcuni insegnanti che difendono le tecniche tradizionali. Ciò rende impossibile la loro piena accettazione da parte dei partecipanti che compongono i sistemi educativi.
  • Nel caso degli insegnanti è richiesto più lavoro con gli stessi sistemi di pagamento.
  • Potrebbe esserci una manipolazione degli ideali di ogni individuo e portarli a pensare come desidera la persona che gli insegna.

In conclusione, l’educazione democratica è un modello di insegnamento basato sull’uguaglianza e sulla partecipazione sociale. Mantenerlo nel tempo è una delle sfide affrontate dai suoi sostenitori a causa dei complessi dibattiti che questo metodo provoca.

Sarà una questione di tempo e molto dibattito per osservarne l’esito come alternativa al sistema attuale.

Potrebbe interessarti ...
11 errori dei genitori nello sviluppo del linguaggio dei bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
11 errori dei genitori nello sviluppo del linguaggio dei bambini

Scoprite gli 11 errori nello sviluppo del linguaggio dei bambini commessi involontariamente dai genitori, che impediscono il miglioramento.




Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.